Tre container di prodotti cinesi sequestrati a Gioia Tauro

I Finanzieri del Gruppo della Guardia di Finanza di Gioia Tauro, unitamente ai Funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno messo i sigilli a tre container, arrivati, nel porto della Piana, dalla Cina. All’origine del sequestro, le false indicazioni sull'origine o sulla provenienza, nonché la presenza di prodotti, per lo più giocattoli, contraffatti. Dopo una lunga serie di controlli eseguiti su numerosi documenti e container, la Procura della Repubblica di Palmi, ha fatto scattare l’operazione che ha consentito di scoprire il carico, ufficialmente, destinato in Albania. Complessivamente, sono stati sequestrati 14 mila tra giocattoli, orologi, asciugamani e federe riportanti marchi contraffatti, nonché calze sportive recanti false indicazioni sulla loro origine o provenienza. Il tutto per un valore complessivo di oltre trentaduemila euro.

Pubblicato il concorso per 236 allievi marescialli della Guardia di Finanza

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (4° Serie Speciale – Concorsi ed Esami n. 18 del 6 marzo 2015) il Concorso, per titoli ed esami, per l’ammissione di 236 allievi marescialli all’87° corso presso la Scuola ispettori e sovrintendenti della Guardia di finanza, per l’anno accademico 2015/2016.

Le figure da selezionare sono le seguenti: 

a) n. 216 allievi marescialli del contingente ordinario;

b) n. 20 allievi marescialli del contingente di mare, così suddivisi:

- n. 10 per la specializzazione “nocchiere abilitato al comando”;

- n. 10 per la specializzazione “tecnico di macchine”. 

Lo svolgimento del concorso comprende:

a) una prova preliminare, consistente in questionari a risposta multipla;

b) una prova scritta di composizione italiana;

c) l’accertamento dell’idoneità attitudinale;

d) l’accertamento dell’idoneità psico-fisica;

e) una prova orale di cultura generale;

f) un esame facoltativo in una o più lingue estere, consistente in una prova scritta ed una prova orale per ciascuna lingua prescelta;

g) una prova facoltativa di informatica.

 

Negozi cinesi: Sequestrati migliaia di prodotti

LAMEZIA T. - Blitz dei Baschi Verdi della Guardia di Finanza che, in due negozi cinesi, di Lamezia Terme hanno effettuato un maxi sequestro di prodotti pericolosi. Tra i 3300 oggetti sottoposti a sequestro, molti quelli destinati ai bambini. In particolare, nel corso dell’operazione sono stati individuati: 134 maschere di carnevale, 72 bombolette spray, stelle filanti e decine di accessori per il carnevale, sprovvisti delle necessarie certificazioni che ne attestano la sicurezza. Tra gli oggetti ritenuti pericolosi o insicuri, anche molti prodotti di uso quotidiano come, materiale per cancelleria, telecomandi universali, utensili per ferramenta, cartine per sigarette e rasoi elettrici. Per il responsabile è scattata la sanzione di 1,032 euro e la segnalazione all'autorità competente. L’operazione di ieri, ancora una volta, riporta al centro dell’attenzione il tema della sicurezza e della salubrità di molti prodotti commercializzati nei negozi cinesi  

Subscribe to this RSS feed