Logo
Print this page

Serra, ufficio postale chiuso per 14 giorni. De Raffele: “Intervengano ministero e prefetto”

L’ufficio postale della cittadina della Certosa rimarrà chiuso dall’8 al 20 giugno. È quanto emerge da una comunicazione che Poste Italiane ha inviato al sindaco Bruno Rosi specificando l’esigenza di effettuare “lavori di adeguamento normativo” che dovranno “avvenire necessariamente ad UP chiuso e senza presenza di terzi”. Nella nota viene sottolineato che “la clientela potrà fruire dei servizi essenziali presso tutti gli altri UU.PP” e che “l’attività dell’UP riprenderà regolarmente il 22 giugno”. Va tuttavia rilevato che gli altri uffici del comprensorio non sono provvisti di postazione esterna per il prelievo e per ottenere le cosiddette “informative”. Riconoscendo i sicuri disagi  per i cittadini, il presidente del consiglio Giuseppe De Raffele si è fatto interprete di una dura protesta richiamando “l’attenzione del ministero competente e del prefetto Giovanni Bruno”. “Sono dell’avviso – ha spiegato De Raffele – che l’utenza non può essere lasciata sprovvista del servizio, peraltro già ridotto al lumicino perchè funzionante solo di mattina ed anche a giorni alterni durante il periodo estivo”. Alla luce di queste considerazioni, l’esponente azzurro chiede “formalmente a Poste Italiane di programmare i lavori previsti non prima di aver predisposto una idonea installazione provvisoria di un ufficio mobile per i servizi essenziali”. In caso di mancato accoglimento della richiesta, a subire le conseguenze sarebbero soprattutto gli anziani serresi impossibilitati a spostarsi dal paese di residenza.


Associazione Culturale "Tempi Moderni" - via Alfonso Scrivo, 30 - 89822 Serra San Bruno

ilredattore.it - quotidiano online - Reg. n. 1/15 Tribunale Vibo Valentia

Copyright © 2015 il Redattore.it. Tutti i diritti riservati.