Auto si schianta contro un muretto, muore un ventenne

Grave incidente stradale nei pressi di Villapiana, nel Cosentino, dove un ventenne è morto a cause delle ferite riportate nell'impatto.

Il giovane stava percorrendo la strada provinciale 253 quando, per cause ancora in corso d'accertamento, è uscito fuori strada dopo aver sfondato il muretto di protezione posto al margine della carreggiata.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i vigili del fuoco ed i carabinieri.

Terremoto di magnitudo 3.1 in Calabria

Un terremoto di magnitudo ML 3.1 è stato rilevato a Villapiana, nel Cosentino.

Il sisma, avvenuto alle 2,17 della notte scorsa, è stato localizzato a 24 chilometri di profondità.

Tra i comuni più vicini al punto in cui è stato individuato l'epicentro, figurano: Francavilla Marittima, Trebisacce, Cerchiara di Calabria e Plataci.

  • Published in Cronaca

Sorpresi a rubare in una villa, ladri sparano e feriscono un carabiniere

Scontro a fuoco a Villapiana, nel Cosentino, dove un carabiniere è rimasto ferito dal colpo di pistola esploso da una banda di ladri, che era appena stata sorpresa a compiere un furto in una villetta.

Il tutto ha avuto inizio in seguito ad una chiamata al 112, con la quale era stata segnalata la presenza di un’auto nei pressi di una villa, in contrada "Mezzocapo", nelle campagne di Villapiana.

Giunti sul posto e controllata l’auto, una Renault Twingo, risultata rubata nei giorni scorsi a Corigliano Calabro, i militari hanno deciso d'appostarsi per aspettare al varco i topi d’appartamento.

Usciti dall’abitazione con il volto coperto, ai tre uomini è stato intimato l’alt.

La reazione non si è fatta attendere, uno dei ladri, infatti, ha estratto la pistola ed ha iniziato a sparare, ferendo di striscio, alla testa, un carabiniere.

Al termine del breve conflitto a fuoco, i tre malviventi sono riusciti a scappare ed a far perdere le loro tracce. 

Rapinano anziana donna, arrestati

È finita nel peggiore dei modi la gita fuori porta di due giovani di Spezzano Albanese, che avevano deciso di trascorrere una giornata a Villapiana, località turistica dell’alto Jonio Cosentino.

I due, infatti, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro, con l'accusa di rapina in concorso ai danni di un’anziana signora.

In particolare, i militari della Stazione di Villapiana sono stati allertatati in seguito ad una rapina consumata da due giovani, presso un alimentari del lido di Villapiana.

I due, dopo aver scippato la collana in oro ad una donna che si trovava nel negozio, si erano dati alla fuga, inseguiti da alcuni cittadini.

Giunti sul posto, sulla scorta delle indicazioni ricevute dai testimoni, i carabinieri hanno avviato le ricerche che hanno permesso d'intercettare i rapinatori all’altezza del Lungomare di Villapiana.

La coppia, avvistati gli uomini dell'Arma, nel tentativo di sfuggire all’arresto, ha provato a nascondersi dietro le siepi di un locale.

Una volta individuati, i due sono stati fermati ed identificati in P.A. e D.N.C., rispettivamente, di 24 e 28 anni, entrambi residenti a Spezzano Albanese.

Poco lontano, i carabinieri hanno, quindi, rinvenuto la collanina rubata, che, è stata restituita all’anziana signora che nel frattempo era stata soccorsa dai sanitari del 118.

Grazie alle dichiarazioni fornite da diversi testimoni, i presunti scippatori sono stati arrestati per rapina impropria in concorso e lesioni personali.

Una volta espletate le formalità di rito, i due arrestati sono stati posti ai domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo.

Agguato in calabria, ucciso ristoratore

Un ristoratore di 63anni, Leonardo Portoraro, è stato ucciso questa mattina a Villapiana Lido, nel Cosentino.

L'uomo, ritenuto legato agli ambienti della malavita locale, è stato bersagliato a colpi d'arma da fuoco, mentre si trovava in auto, davanti al suo ristorante.

I sicari, almeno due, avrebbero sparato da una vettura con una pistola ed un mitragliatore.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che hanno effettuato i rilievi del caso.

Le indagini per cercare di far luce sul delitto, sono condotte dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.

 

Due persone in manette per furto

In due differenti episodi avvenuti a Villapiana e Corigliano Calabro, i carabinieri hanno tratto in arresto due persone accusate di furto.

In particolare, intervenuti su richiesta di un cittadino, i militari della Stazione di Villapiana hanno sorpreso un uomo già noto alle forze dell’ordine, mentre cercava di forzare la porta di un’abitazione.

 Una volta bloccato, il presunto ladro, S.T., di 36 anni, di Cassano allo Ionio è stato arrestato con l’accusa di tentato furto aggravato e minaccia.  

I carabinieri della Stazione di Corigliano Calabro Scalo hanno arrestato, invece, un 37enne ritenuto responsabile di aver sottratto due bottiglie di champagne dagli scaffali di un supermercato.

L’uomo è stato, quindi arrestato per furto aggravato.

  • Published in Cronaca

Auto si scontra con un furgone, un morto

Tragico incidente sulla Strada statale 106, nelle vicinanze di Vallapiana (Cs), dove un uomo ha perso la vita in seguito al frontale tra un'auto  ed un furgone.

Dopo l'impatto, il traffico è stato chiuso provvisoriamente in entrambi i sensi di marcia.

Sul posto sono intervenuti: i sanitari del 118, i vigili del fuoco, le forze dell’ordine e gli operai dell'Anas.

 

  • Published in Cronaca

Sequestrata area sottoposta a vincolo

I carabinieri forestali della Stazione di Corigliano hanno sequestrato, su ordine emesso dal Gip del Tribunale di Castrovillari, una superficie di 7 mila metri quadri nel Comune di Villapiana.

Sull' area, di cui 3 mila metri di suolo demaniale marittimo ed il restante di proprietà comunale, in passato erano stati realizzati: un ricovero per cani, un campetto di calcio e un manufatto adibito a deposito posti al sevizio del Villaggio Torre Saraceno.

Recintata con rete metallica e sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale e idrogeologico, nel 2015, la superficie era stata oggetto di un controllo dell’allora Corpo forestale che ne aveva rilevato l’arbitraria occupazione della parte interessata al villaggio e la presenza del manufatto realizzato senza alcun titolo abilitativo.

In seguito al controllo venne emessa, a carico del gestore del villaggio, un'ordinanza di demolizione delle opere realizzate abusivamente.

Il provvedimento non è mai stato eseguito, con il risultato che l’occupazione abusiva dell’area è andata avanti senza soluzione di continuità  .

 

 

 

  • Published in Cronaca
Subscribe to this RSS feed