Vibo: picchia e minaccia con le forbici la compagna, arrestato

Una donna, fuggita dalla propria abitazione dopo l’ennesima violenza subita dal compagno, si è recata in Questura a Vibo Valentia decisa a sporgere denuncia.

Immediatamente assistita dai poliziotti della Squadra mobile, ha raccontato che l’uomo con cui conviveva l’aveva picchiata e minacciata con un  paio di forbici, per poi portale via il telefono cellulare e le chiavi della macchina, in tal modo impedendole di chiamare i soccorsi e di rivolgersi alle forze dell’ordine.

 La polizia, dopo aver raccolto il racconto della vittima, ha avviato le indagini, per verificare la fondatezza di quanto appreso, comunicandone l’esito all’autorità giudiziaria.

Pertanto, nella serata di ieri, è eseguita un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Vibo Valentia, su richiesta della locale Procura della Repubblica, con  la quale il presunto responsabile è stato recluso nel  carcere di Vibo Valentia.

  • Published in Cronaca

Maltratta la moglie, allontanato da casa

I poliziotti della Questura di Crotone hanno eseguito una misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla persona offesa, per un uomo del luogo accusato di maltrattamenti ai danni della moglie.

Il provvedimento giunge in seguito alla denuncia presentata dalla donna, finita in pronto soccorso a causa delle presunte percosse subite dal marito

Attivata la cosiddetta procedura del “codice rosso”, gli agenti hanno effettuato i riscontri del caso, accertando “un quadro familiare connotato da minacce e vessazioni continue poste in essere dall’uomo, il quale aveva manifestato, da sempre, comportamenti ossessivi e possessivi dettati da una accecante gelosia morbosa”.

Pertanto, sulla base del quadro indiziario delineato dagli investigatori, la Procura della Repubblica ha avanzato richiesta al gip che ha emesso il provvedimento restrittivo.

L’uomo, quindi, oltre ad essere stato allontanato dalla casa familiare ha ricevuto la notifica del divieto di avvicinamento alla donna.

  • Published in Cronaca

Maltrattamenti in famiglia, manette per un 37enne

I poliziotti del Commissariato di Villa San Giovanni (Rc) hanno eseguito un’ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari, emessa dal gip presso il Tribunale di Reggio Calabria, nei confronti di un trentasettenne accusato di maltrattamenti in famiglia.

Il provvedimento è stato disposto in virtù dei risultati delle indagini, avviate in seguito alla denuncia presentata dai genitori dell’indagato.

Gli agenti, infatti, hanno ricostruito che l’uomo, quasi giornalmente, avrebbe chiesto ai familiari somme di denaro da destinare all’acquisto di droga, rispondendo ai rifiuti con condotte aggressive.

L’uomo, pertanto, come stabilito dal gip, su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, è stato posto ai domiciliari in una comunità terapeutica.

  • Published in Cronaca

Maltrattamenti in famiglia, 36enne in manette a Vibo

Vibo Valentia - Nella giornata di ieri, gli agenti della Squadra mobile di Vibo Valentia hanno eseguito la misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal gip presso il locale Tribunale, nei confronti di un trentaseienne del luogo. L’uomo, nei giorni scorsi, era stato raggiunto dalla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa famigliare e dal divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, in quanto ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia.

L’attività investigativa, partita in seguito alla denuncia della presunta vittima dei maltrattamenti, ha permesso in breve tempo di riscontrare quanto segnalato. L’aggravamento della misura cautelare si è reso necessario a causa della violazione del provvedimento, avvenuta il giorno dopo l’applicazione. Espletate le formalità di rito, il trentaseienne è stato condotto presso la locale casa circondariale.

  • Published in Cronaca

Picchia la convivente, arrestato

I carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 38enne domiciliato in località “Trepidò Sottano” di Cotronei per maltrattamenti in famiglia e lesioni ai danni della convivente.

 L’arresto  è avvenuto in seguito ad una richiesta d’intervento alla Centrale operativa del Comando provinciale carabinieri di Crotone, che segnalava una lite domestica.

Giunti sul posto, i militari sono entrati nell’abitazione ed hanno immobilizzando l’uomo ancora intento a picchiare la donna.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Crotone.

  • Published in Cronaca

Picchia e maltratta la moglie, arrestato

Gli uomini della Squadra mobile di Cosenza hanno arrestato un 40enne, L.C., di nazionalità romena, accusato di maltrattamenti in famiglia.

In particolare, l’uomo è ritenuto responsabile di “condotte gravi e reiterate” compiute ai danni della moglie, anche in presenza dei figli minori.

Dalle indagini è emerso che la donna, nel corso degli anni, sarebbe stata vittima di continui atteggiamenti offensivi, minacciosi e violenti.

Pertanto, sulla scorta degli elementi raccolti dagli investigatori della Squadra mobile, il gip ha emesso il provvedimento che ha condotto il 40enne nella casa circondariale di Cosenza.

  • Published in Cronaca

Maltratta la compagna, misura cautelare per un 27enne

I poliziotti della Squadra mobile della Questura di Vibo Valentia hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, nei confronti di un giovane di 27 anni originario di Piscopio.

 Il provvedimento giunge al termine delle indagini condotte dal personale della Squadra mobile, durante le quali sarebbero emersi diversi episodi in cui il giovane avrebbe avuto comportamenti violenti e vessatori nei confronti della compagna.

  • Published in Cronaca

Picchia la compagna in presenza dei figli minorenni, arrestato

Un uomo di 40 anni, F.G.B., è stato arrestato dagli agenti dell'ufficio volanti del Commissariato di Corigliano Rossano con l'accusa di maltrattamenti in famiglia.

Impegnati in un'attività di controllo insieme ai colleghi del Reparto prevenzione crimine Calabria Settentrionale, i poliziotti sono intervenuti in un'abitazione di Rossano richiamati dalle urla e dalla richiesta d'aiuto.

Giunti sul posto, gli agenti hanno trovato una donna con un neonato in braccia ed altri due bambini piccoli che le stringevano le gambe.

I poliziotti hanno, quindi, constatato segni di pecosse che, come dichiarato dalla vittima, le sarebbero state inflitte dal compagno.

Per l'uomo, che già in pasato si sarebbe reso responsabile di episodi analoghi, si sono, pertanto, aperte le porte del carcere di Castrovillari.

  • Published in Cronaca
Subscribe to this RSS feed