Nascondevano la marijuana nel giardino di casa: arrestati due fratelli

Due fratelli, rispettivamente di 34 e 29 anni, sono stati tratti in arresto dai Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile. Nel giardino di casa i militari dell'Arma hanno trovato due barattoli di vetro dentro cui erano custoditi 150 grammi di marijuana. Perquisendo il terreno, sono stati rinvenuti anche un bilancino di precisione, denaro in contante ed oggetti utili per confezionare le dosi da mettere in commercio. Sulla base di quanto riferito dagli investigatori, P. G. D., e S. D., alla vista degli uomini in divisa si sarebbero prodigati per impedire loro di scovare il materiale illecito.  I Carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme hanno posto sotto sequestro la droga, mentre il magistrato ha convalidato gli arresti. Nel gennaio di tre anni addietro gli stessi erano ristretti ai domiciliari con le accuse di detenzione ai fini di spaccio, detenzione illegale di armi clandestine e furto aggravato.

  • Published in Cronaca

Due chili di marijuana sotto la ruota di scorta: arrestato un ragazzo di 26 anni

Un giovane di 26 anni è finito in manette con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Al volante di una BMW, E.S., di origini albanesi e trasferitosi in una località marchigiana, è stato fermato nella tarda serata di sabato dai Carabinieri della Stazione di Casabona che avevano allestito un posto di blocco nel cuore del centro abitato in provincia di Crotone. Insospettiti dal suo comportamento, hanno deciso di compiere una accurata perquisizione del veicolo. Il 26enne ha riferito che il denaro custodito nel portafoglio, una somma vicina ai 1200 euro, era destinata al fratello residente a Casabona. Proseguendo le verifiche, i militari hanno trovato, sistemata sotto la ruota di scorta nel bagagliaio, una busta di cellophane dentro cui aveva collocato due chilogrammi di marijuana. Sottoposto a provvedimento di fermo, il ragazzo è stato accompagnato in caserma prima di essere sottoposto alla detenzione domiciliare a casa del fratello. 

 

  • Published in Cronaca

Serrati controlli dei Carabinieri: un arresto, una denuncia,una segnalazione per consumo di droga

Attraverso l’impiego di pattuglie dedicate che, affiancandosi agli ordinari dispositivi perlustrativi già predisposti, nel corso dell’ultimo fine settimana sono continuate senza sosta le attività di controllo straordinario del territorio svolte dai Carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni. Esse perseguono il duplice obiettivo della prevenzione e della repressione dei reati di maggior allarme sociale. A tal fine, per tutto il pomeriggio e la sera del 7 Marzo, sono stati allestiti numerosi posti di controllo, sia nelle aree centrali che periferiche di Bagnara Calabra, ed eseguite numerose perquisizioni domiciliari, personali e veicolari. Durante i serrati controlli svolti, i Carabinieri della Stazione di Bagnara Calabra, unitamente a quelli di Scilla e Campo Calabro, hanno tratto in arresto per furto aggravato di energia G.D.D, di 36 anni, in atto sottoposto al regime degli arresti domiciliari, per aver realizzato, in modo fraudolento, un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica mediante apposito bypass comandato da interruttore, al fine di alimentare la propria abitazione. L’uomo è stato risottoposto alla misura degli arresti domiciliari in atto. Nell’ambito del medesimo servizio, durante il quale sono state effettuate 12 perquisizioni personali e domiciliari, controllate 21 persone e 14 autovetture potenzialmente sospette, i militari dell’Arma hanno altresì denunciato per porto di armi od oggetti atti ad offendere, F.G., 20enne di Sinopoli, poiché sorpreso, all’esito di una perquisizione veicolare, in possesso di un coltello a serramanico; segnalato quale assuntore di sostanza stupefacente alla Prefettura di Reggio Calabria B.R., 21enne di Bagnara Calabra, poiché trovato in possesso di 2 grammi di marijuana, detenuta per uso personale, nel corso di una perquisizione personale. 

 

Droga e munizioni nell’armadio della camera da letto: giovane finisce ai domiciliari

Continua senza soluzione di continuità l’attività dei Carabinieri di controllo straordinario del territorio, svolta in virtù delle decisioni adottate nei recenti Comitati provinciali per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. A finire nella rete degli investigatori dell’Arma, questa volta è stato un reggino di 30 anni, già noto alle forze dell’ordine. Nella fattispecie, personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri reggina supportato dai militari della Compagnia di Intervento Operativo del 12^ Battaglione di Palermo, nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione dell’individuo, ha rinvenuto circa 2,4 chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, suddivisa in 7 involucri termosaldati di plastica, tre bilancini di precisione per la pesatura nella rivendita al dettaglio e 45 cartucce per fucile calibro 20. La sostanza, conservata sottovuoto per evitare che l’odore potesse attirare l’attenzione, era sapientemente occultata dietro un armadio della camera da letto. La rilevante entità della sostanza rinvenuta, per qualità e quantità, in relazione altresì alla metodologia del confezionamento ed al possesso di strumentazione idonea alla pesatura di precisione, mette in evidenza lo spessore dell’attività di spaccio posta in essere dal soggetto. Al termine delle formalità di rito, il giovane è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari, misura cautelare confermata a seguito della convalida dell’arresto da parte del Giudice delle Indagini Preliminari del locale Tribunale.

La Polizia trova marijuana in casa: 21enne in arresto

Nella tarda serata di ieri, nell’ambito dei servizi  mirati di controllo del territorio, nonché di prevenzione e repressione dei reati inerenti il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope, disposti dal Questore di Crotone Luigi Botte, gli agenti della Squadra Volanti hanno tratto in arresto R.N.R., 21enne nato in Bulgaria, accusato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché coltivazione di sostanza stupefacente. In particolare, gli operatori di polizia intervenuti hanno proceduto ad effettuare una perquisizione domiciliare all’interno dell’abitazione di R.N.R., in via Cutro, nel corso della quale sono stati rinvenuti circa 166 grammi di marijuana confezionata in due distinti involucri in cellophane trasparenti, nonché una piantina di marijuana di piccole dimensioni contenuta in un bicchiere di plastica. 

 

  • Published in Cronaca

Acquaro, giovane arrestato per detenzione ai fini di spaccio di marijuana

Nella mattina odierna, alle 9 circa, a seguito di mirata attività di perquisizione, i militari della Stazione carabinieri di Arena hanno tratto in arresto, ad Acquaro, il 26enne Michele Giamba, per detenzione ai fini spaccio di 20 grammi di mariujana. Sono stati rinvenuti, inoltre, un bilancino di precisione e materiale per la dosatura. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare.

  • Published in Cronaca

Beccato con la marijuana negli slip: denunciato un ragazzo di 20 anni

La Polizia ha denunciato un giovane di 20 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella tarda serata di ieri è giunta una segnalazione al 113 circa la presenza di giovani dal comportamento sospetto al'interno di un club di Donnici Inferiore, frazione di Cosenza. E' stato prontamente disposto l'intervento del Reparto Prevenzione Crimine che, portatosi sul posto, ha proceduto al controllo delle persone che al momento erano presenti nel locale ed alla perquisizione personale delle stesse. La perquisizione ha dato esito positivo solo per B.G., che aveva occultato nella biancheria intima un sacchetto di cellophane contenente 9 involucri di cellophane aventi all'interno 25,70 grammi di marijuana. La successiva perquisizione del locale, effettuata dalla Polizia, ha consentito di rinvenire, occultato all'interno della fessura adibita a "porta" dell'unico biliardino presente, un ulteriore involucro di cellophane contenente marijuana. B.G., dopo essere stato sottoposto a rilievi fotosegnaletici, è stato denunciato, mentre proseguono gli accertamenti dal punto di vista amministrativa nei confronti dell'esercizio pubblico. 

  • Published in Cronaca

Capistrano, nasconde soggetto con precedenti sotto il letto: arrestato giovane che era ai domiciliari

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Serra San Bruno hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Daniele Cortese in sostituzione degli arresti domiciliari. La misura è scaturita a seguito di un’informativa redatta l’8 febbraio, dopo che il 26enne residente a Capistrano, contravvenendo agli obblighi della misura domiciliare, aveva ospitato nella sua abitazione un soggetto con precedenti di polizia per reati di armi e spaccio e sottoposto ad avviso orale. Unitamente al Reparto Prevenzione Crimine e con l’ausilio di unità cinofile di Vibo, gli agenti, durante una perquisizione a casa del giovane – che ha cercato di depistarli – hanno scoperto la presenza dell’altro individuo. In particolare, il cane antidroga ha sorpreso sotto il letto l’uomo,    mordendogli leggermente un piede. Il soggetto, che aveva qualche dose di marijuana, è stato segnalato per uso di stupefacenti.

Subscribe to this RSS feed