Carabina nascosta in un muro della stalla, manette per un 64enne

I Carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro (Kr), della Stazione di Mesoraca e dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno tratto in arresto S. F., di 64 anni.

L’uomo è accusato di ricettazione detenzione abusiva di arma clandestina e illegale di munizionamento, perché trovato in possesso di una carabina semiautomatica “Anschuyz”, calibro 22, con matricola abrasa, munita di caricatore e di 36 proiettili. L’arma è stata rinvenuta durante una perquisizione, nascosta in un tubo in plastica custodito nell’intercapedine ricavata in un muro della stalla di proprietà dell’indagato.

Una volta fatta la scoperta, i militari hanno allargato il perimetro della loro attività, trovando una pistola Beretta con matricola abrasa e 124 munizioni, in una casa disabitata ubicata a circa 200 metri da quella di S. F..

Al termine degli accertamenti di rito, le armi e le munizioni sono state sequestrate, mentre S. F. è stato associato alla casa circondariale di Crotone.

Arma clandestina in un fondo agricolo, un arresto

Nei giorni scorsi, nell’ambito di mirati servizi di controllo del territorio volti alla repressione e prevenzione dei reati, gli agenti delle volanti del Commissariato di Taurianova hanno arrestato un uomo in flagranza dei reati di detenzione abusiva di arma da fuoco clandestina e relativo munizionamento.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, hanno portato al rinvenimento di una pistola, completa di munizionamento e silenziatore, in un fondo agricolo di proprietà dell’indagato.

I poliziotti, dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, hanno ritirato le armi regolarmente detenute dall’uomo.

  • Published in Cronaca

Pistola in un capanno, manette per un 87enne

I carabinieri della Compagnia di Bianco (Rc), nella serata di venerdì scorso, al termine di un'attività di perquisizione e rastrellamento, condotta con il supporto dei militari dello Squadrone Cacciatori Calabria, hanno arrestato in flagranza di reato un uomo di ottantasette anni, per detenzione illegale di armi e munizioni. L’operazione è scaturita dall’intervento effettuato dai militari il giorno precedente presso la residenza del pensionato – in seguito alla segnalazione da parte della figlia – per presunti maltrattamenti in famiglia. L’anziano infatti, dalle prime risultanze investigative emerse, che dovranno essere successivamente vagliate nel corso del giudizio, si sarebbe reso protagonista, negli anni, di una lunga serie di episodi di violenze e minacce – mai denunciate e refertate per paura di ulteriori conseguenze – perpetrate nei confronti della moglie, da tempo segregata in casa in regime di sudditanza economica, la quale nella circostanza avrebbe riferito ai carabinieri di essere stata picchiata dal marito, in seguito all’ennesimo litigio scaturito per futili motivi.

Come se non bastasse, durante la perquisizione, condotta con l’ausilio dei Cacciatori, dapprima presso l’abitazione e poi in un terreno di proprietà dell’indagato, a Sant’Agata del Bianco, è stata rinvenuta, occultata in un capanno per attrezzi, una pistola semiautomatica, detenuta illegalmente con il relativo munizionamento.

L’arrestato, al termine delle operazioni di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida e l’interrogatorio di garanzia.   

  • Published in Cronaca

Pistola, droga e munizioni rinvenute in un terreno: indagano i carabinieri

Durante un servizio di controllo nel comune di Gioiosa Ionica, i poliziotti del Commissariato di Siderno, con l’ausilio delle unità cinofile della Questura di Reggio Calabria, hanno rinvenuto e sequestrato un’arma, sostanze stupefacenti e vario materiale.

In particolare, in alcuni terreni privi di recinzione, gli agenti hanno individuato una pistola calibro 7.65, una confezione di sim per cellulare e due confezioni con 50 munizioni calibro 22.

Inoltre, negli stessi terreni sono stati rinvenuti 68 grammi di hashish, 87 grammi di marijuana, 93 grammi di cocaina, tre bilancini di precisione e due confezioni con cento grammi di mannite.

Dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, i poliziotti hanno effettuato diverse perquisizioni finalizzate a individuare i responsabili dell’occultamento.

  • Published in Cronaca

Pistola e munizioni rinvenute in un casolare abbandonato, indagano i carabinieri

Durante un servizio di controllo del territorio nel comune di Sant’Eufemia d’Aspromonte (Rc), i carabinieri della locale Stazione e dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno rinvenuto una pistola e alcune munizioni.

La scoperta è stata fatta nei pressi di un casolare abbandonato in contrada Sorvia, dove i militari hanno trovato, avvolta nel nylon, una pistola completa di caricatore, con 15 colpi all’interno. Inoltre, accanto all’arma sono state recuperate 23 munizioni.

Dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, i carabinieri hanno avviato le indagini per cercare di risalire all’identità dei responsabili dell’occultamento.

  • Published in Cronaca

Pistola, droga e munizioni in casa: 2 fratelli in manette

Due fratelli, G. B. e R. B., di 57 e 53 anni, originari di Mesoraca (KR), sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi e munizioni.

In particolare, durante una perquisizione effettuata a casa degli indagati, nella frazione Foresta di Petilia Policastro, i militari hanno trovato: una pistola “Browning” calibro 6,35, risultata appartenere ad una persona deceduta nel 1992 a Courmayeur (Ao) di cui non è mai stato denunciato il furto, 50 cartucce di vari calibri, 150 grammi di marjuana, un bilancino di precisione e materiale destinato al confezionamento della droga.

Una volta sequestrato quanto rinvenuto, gli uomini dell’Arma  hanno arrestato i due fratelli, i quali, al termine delle attività di rito, sono stati posti ai domiciliari.

  • Published in Cronaca

Un pistola rubata, droga e munizioni in un negozio del Vibonese: un arresto

I poliziotti della Squadra mobile di Vibo Valentia e del posto fisso di Tropea, con l’ausilio di un’unità cinofila, hanno arrestato, in flagranza di reato, una persona di San Gregorio d’Ippona accusata di detenzione abusiva di arma, ricettazione e detenzione di droga ai fini di spaccio.

In particolare, durante una perquisizione nel negozio di proprietà dell’uomo, gli agenti hanno rinvenuto, nascoste dietro una scaffale, una pistola Walther 9x21 di provenienza furtiva, con caricatore e 8 cartucce e una scatola con all’interno altre 25 munizioni.

Inoltre, durante l’attività, sono stati trovati tre grammi di cocaina, un bilancino, un rotolo di carta stagnola, tre telefoni e banconote di vario taglio per una somma totale di oltre quattromila euro.

L’arrestato, d’intesa con il pm di turno presso la Procura della Repubblica vibonse, è stato associato alla casa circondariale di Vibo Valentia.

In auto con la pistola, arrestato

I poliziotti del locale Commissariato hanno arrestato a Bovalino (Rc), G.A., 29 anni, di Rosarno. L’uomo è finito in manette poiché, durante un controllo, è stato trovato in auto con una pistola clandestina.

Il 29enne, quindi, è stato arrestato in flagranza, con l’accusa di porto abusivo di arma clandestina e ricettazione.

  • Published in Cronaca
Subscribe to this RSS feed