Battaglia: "Lavori Anas cambieranno volto della porta d'accesso a Reggio"

"Esprimo personale soddisfazione per la tempestività con cui il Consiglio di Amministrazione dell’Anas ha approvato il progetto esecutivo dei lavori di manutenzione straordinaria che vedranno presto ammodernato - grazie all’imminente attivazione della gara d’appalto - il tratto ricompreso tra gli svincoli di Campo Calabro e Santa Caterina dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria”. E’ il commento del consigliere regionale del Pd, Domenico Battaglia che ha manifestato “il suo apprezzamento per l’intervento infrastrutturale che consentirà di rinnovare, nel suo ultimo tratto, la principale arteria di collegamento viario con la città dello Stretto. Un’opera strategica, resa possibile grazie alle economie scaturite dai lavori del Macrolotto 6 per un importo complessivo di 58 milioni di euro, che cambierà il volto del tratto autostradale che è porta d’accesso alla città di Reggio Calabria, con immediate positive ricadute sul diritto alla mobilità, sui processi produttivi ed economici e sul turismo, passaggi fondamentali per lo sviluppo dell’Area dello Stretto e della Città Metropolitana su cui punta l’attuale maggioranza di Governo guidata dal presidente Oliverio”. “Nove chilometri - ricorda il consigliere regionale - che si sviluppano all’interno del tessuto urbano e che saranno ammodernati attraverso consistenti lavori di messa in sicurezza tra cui la sostituzione delle barriere esistenti, della segnaletica orizzontale e verticale, degli impianti di illuminazione degli svincoli. Ed ancora, il rifacimento delle opere di regimentazione idraulica, il risanamento della soletta degli impalcati e dei giunti, la ripavimentazione della piattaforma stradale con asfalto drenante e l’installazione di pannelli fonoassorbenti per la mitigazione acustica. Tutti interventi all’insegna dell’innovazione e delle più moderne tecniche di ristrutturazione che, mi auguro saranno realizzati con il minor disagio per gli utenti” - evidenzia Battaglia. “Confido nella pronta esecuzione dell’opera, così come già avvenuto per il progetto esecutivo e per la predisposizione degli atti propedeutici alla gara d’appalto, passaggi amministrativi e burocratici che attestano l’efficienza e l’efficacia dell’azione messa in atto dall’Anas e da tutti i soggetti compartecipi del progetto” - ribadisce l’esponente del Consiglio regionale. “Rivolgo infine un appello ai vertici dell’Anas - conclude il consigliere Domenico Battaglia - perché adottino, per ragioni di sicurezza, tutte le misure necessarie al fine di un immediato completamento dei lavori di manutenzione straordinaria della tangenziale autostradale fra gli svincoli di Spirito Santo e Cardinale Portanova in entrambe le direzioni. Tutto questo alla luce dei rallentamenti e delle lunghe code che permanentemente si creano, impedendo, in caso di necessità, alle ambulanze e agli automobilisti, l’accesso immediato agli Ospedali Riuniti”.

Politiche sociali, a Reggio illustrati gli sviluppi operativi del programma PIPPI

Reggio Calabria  è tra le 15 città d’Italia che sta sperimentando con successo il Programma Ministeriale di Intervento per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione ( P.I.P.P.I ) giunto alla sua quarta fase. "Si tratta", come afferma l’assessore al Welfare del Comune di Reggio,  Giuseppe Marino  "di un  progetto innovativo di politiche familiari che consente  di creare un percorso personalizzato e di supporto alle famiglie  che presentano minori in difficoltà e a rischio allontanamento". "Sono ormai diventate 40, nel nostro Comune, le famiglie con minori fino a sette anni, seguite  con questo metodo multidisciplinare" che, come  spiega la dottoressa Mariagrazia Marcianò, responsabile del Servizio Minori del Comune: "consente di abbinare figure formali e informali, con  strumenti  che evitino e prevengano l’allontanamento del minore dalla sua famiglia di origine attraverso forme di accompagnamento intensive ma flessibili". Al termine della riunione del gruppo territoriale di coordinamento, tenutasi questa mattina presso i locali dell’Assessorato alle politiche sociali, i vari partners istituzionali presenti e coinvolti nel progetto,  tra cui il Tribunale dei minori, l’Ufficio scolastico provinciale, l’Unità dei servizi sociali dei minorenni e dell’Esecuzione penale esterna,  hanno fatto il punto  della situazione delineando le basi per una nuova stagione programmatica. 

Unanime la conclusione: il progetto Pippi  ha permesso , pur nella diversità di contesti, di sperimentare nuove  prassi e relazioni ,  concentrandosi  sulle  risorse  delle famiglie e non sui disagi.

<<Siamo qui per rilanciare l’azione di tutte le istituzioni coinvolte, rafforzando le linee di intervento e nello stesso tempo  consolidare il coinvolgimento dei soggetti e della rete  a supporto con nuovi strumenti>> dichiara l’assessore Marino, che a tal proposito delinea la proposta: <<diffondere  l’affido diurno, in modo da coinvolgere nell’accompagnamento delle famiglie e dei minori, soggetti  sempre  sicuri e affidabili,  ma magari  con disponibilità di tempo limitate  o quantomeno flessibili. >>.

Infine l’appello dell’assessore Marino e del suo gruppo di lavoro, rivolto a  tutte le agenzie educative e alla stessa cittadinanza: << di interfacciarsi ,  al fine di volere conoscere meglio la metodologia ed eventualmente  proporsi a sostegno,  a partire  dalla disponibilità che ciascuno  possiede>>. 

D'Ascola: "Anas ha deliberato procedura per lavori sul tratto Campo Calabro–Reggio Calabria”.

"Esprimo le mie congratulazioni per la decisione assunta dal Cda dell’Anas, composto tra gli altri dalla professoressa Francesca Moraci”. Ad affermarlo è il senatore Nico D’Ascola, responsabile giustizia Area Popolare.” Il Cda, infatti, ha deliberato la procedura per i lavori di ammodernamento e manutenzione del tratto autostradale Campo Calabro – Reggio Calabria. Il percorso era rimasto fuori dai lavori generali di ammodernamento dell’A3 e sarà completato con l’intera gestione da parte dall’esecutivo dell’Anas. Si tratta di un segnale di attenzione nei confronti della città, per la realizzazione di un raccordo essenziale per la circolazione urbana e di collegamento tra Reggio Calabria e Villa San Giovanni".

Reggio, politiche sociali: Marino illustra sviluppi operativi del programma PIPPI

Domani, mercoledì 24 giugno, alle ore 11.30, l’Assessore Giuseppe Marino terrà una conferenza stampa negli Uffici del settore Welfare e Famiglia, siti nel piazzale del Cedir, Corpo H, per illustrare gli sviluppi operativi del programma P.I.P.P.I. L’intervento è rivolto a 10 nuclei familiari per ogni città riservataria con figli da 0 a 6 anni (e in seconda battuta da 7 a 11) a rischio di allontanamento, sperimentato negli anni 2011-2012 e implementato negli anni 2013-2014 attraverso un partenariato tra la Direzione Generale per l'Inclusione e i Diritti Sociali del Ministero del Lavoro delle Politiche Sociali, il Laboratorio di Ricerca e Intervento in Educazione Familiare del Dipartimento di Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISPPA) dell’Università di Padova e le 9 città Riservatarie (Bari, Bologna, Firenze, Genova, Milano, Palermo, Reggio Calabria, Torino, Venezia) del fondo della L.285/1997 che hanno aderito alla proposta del Ministero. Nell’occasione, si comunicheranno anche gli esiti dell’incontro avuto col Gruppo di riferimento territoriale, composto dal presidente del Tribunale per i Minorenni, dal direttore dell'Ufficio Scolastico provinciale, dalla dirigente dell'Istituto Comprensivo "Carducci - Da Feltre" capofila per il Progetto PIPPI, dal direttore dell'USSM e dell'UEPE e dal rappresentante del Terzo Settore.

Duplice omicidio nella notte: 55enne uccide moglie e suocera

Notte di sangue a Reggio Calabria: un uomo, il 55enne Pasquale Laurendi ha assassinato a coltellate la moglie, la 53enne Antonia La Tella e la suocera, l'83enne Carmela Cicciù. Il duplice omicidio è stato commesso poco dopo le 3 all'interno dell'appartamento in cui risiedevano le vittime, al primo piano di una palazzina INA Casa che si trova in via San Giuseppe, zona sud della città, nell'area compresa tra il popoloso quartiere di Sbarre ed il Viale Calabria.  Il tentativo di fuga messo in atto dal presunto responsabile dei delitti è stato vanificato dal pronto intervento degli agenti delle Squadre Volanti che, allertati da una segnalazione telefonica al 113, lo hanno bloccato lungo la Strada Statale 106 Jonica. 

Gruppo consiliare Forza Italia auspica condivisione su emendamento Nicolò a salvaguardia del Sant’Agata

“L’emendamento proposto dal Capogruppo di Forza Italia, Alessandro Nicolò, alla Legge di Stabilità del Consiglio regionale della Calabria a salvaguardia del Sant’Agata, centro di eccellenza per la formazione dei giovani nello sport, unico per qualità dell’offerta formativa e delle strutture da Napoli in giù, sarà presentata dall’onorevole Nicolò in occasione della seduta sull’assestamento di bilancio”. Lo dichiarano in una nota i componenti del Gruppo consiliare di Forza Italia al Consiglio comunale di Reggio Calabria, Demetrio Marino, Antonio Pizzimenti, Maria Antonietta Caracciolo e Massimo Ripepi. “In un momento particolarmente delicato per il futuro della Reggina Calcio e del Presidente Lillo Foti, a cui porgiamo i nostri più sinceri auguri di pronta guarigione, preoccupano le sorti del Centro Sant’Agata. Un polo formativo che va tutelato con un’azione di responsabilità istituzionale che non guardi agli schieramenti, ma alla difesa delle eccellenze del territorio. Il Capogruppo di Forza Italia aveva sottoposto alla massima assise regionale, nel corso della seduta sul bilancio, la proposta di emendamento con il fine di “salvaguardare il Sant’Agata, centro di eccellenza del Meridione dal punto di vista infrastrutturale, educativo, culturale e sportivo per la formazione calcistica, con un impianto all’avanguardia erogante servizi per circa 300 ragazzi di tutto il Sud Italia (servizio foresteria, servizio doposcuola, servizio mensa, scuola calcio, etc), con un significativo indotto diretto ed indiretto, con un organico di circa 50 unità specializzate, tra le quali istruttori professionisti, e che si avvale del contributo di esperti di alto profilo nazionale ed internazionale durante lo svolgimento dei tornei nazionali e regionali organizzati dalla FIGC, onde scongiurare il rischio della chiusura a causa della particolare congiuntura societaria della Reggina Calcio, società rappresentativa dell’intero territorio regionale che ha negli anni contributo notevolmente al rilancio dell’immagine della Calabria”. “In quell’occasione però - continuano i consiglieri di Forza Italia - nonostante il dichiarato apprezzamento sulla proposta, la maggioranza espresse voto contrario. Dispiace, in particolar modo che i consiglieri regionali di centrosinistra di Reggio Calabria, nonostante la richiesta di appello nominale, non abbiano superato le logiche di schieramento manifestando quella sensibilità che ci saremmo aspettati per il sostegno di una struttura così importante. Auspichiamo, invece, che vi sia condivisione nel metodo e nel merito, ovvero che venga sottoscritto ed approvato in Consiglio regionale considerato che in quella seduta lo stesso emendamento fu votato anche da esponenti politici catanzaresi e cosentini, riconoscendo il valore dei contenuti”.

Consiglieri PD: "Decreto Enti Locali segnale importante per l'attesa Primavera"

"Definito il testo del Decreto Enti Locali, la città di Reggio Calabria grazie all’azione politica del nostro sindaco Giuseppe Falcomatà inizia a vedere i primi risultati che in modo evidente tamponano una parte dei danni ereditati dalle passate gestioni, ma che certamente non ci fermeranno nel proseguire la nostra interlocuzione con il Governo necessaria per Salvare Reggio Calabria. Con quanto disposto dal Governo nazionale il Comune di Reggio Calabria potrà fare ricorso, se necessario, ad un fondo non vincolato di 40 milioni di Euro che in un certo qual modo tampona il problema imminente della liquidità in cui vive il nostro Comune; nella burocrazia comunale sarà data la possibilità di dotarsi di altri tre dirigenti per riorganizzare la macchina amministrativa spesso farraginosa e statica e in ultima istanza, la sanzione prevista dall’art 41, comma 2, del decreto legge 24 aprile 2014 n 66 non sarà applicata per il periodo di scioglimento degli organi consiliari e per il periodo di cinque anni immediatamente successivi alla scadenza dello scioglimento. Questi sono importati segnali che però non rimarranno isolati, ma che saranno supportati da un'importante azione amministrativa di trasparenza e risanamento generale e che hanno come orizzonte quello di far risplendere una nuova “primavera” . Nei nostri intendimenti c’e’ la necessità di salvaguardare i livelli occupazionali degli ex Multiservizi e allo stesso tempo di rendere efficienti i servizi pubblici – allo stesso modo proveremo a sostenere le fasce più deboli della nostra città combattendo tutte le forme di illegalità che in questi anni hanno contribuito a danneggiare Reggio Calabria e la sua immagine verso l’esterno, proveremo, con l’impegno di sempre e la serietà che ci contraddistingue a snellire la macchina amministrativa per renderla efficiente a al passo con la fase che stiamo vivendo in modo tale da dare anche un orizzonte chiaro ai tanti giovani che hanno deciso di rimanere a Reggio Calabria. Ci faremo carico di supportare l’azione politica del nostro Sindaco Giuseppe Falcomatà nel dialogo con i vari livelli istituzionali e nell’interesse esclusivo della nostra città per portare a casa ulteriori ed importanti risultati insieme".  Così il capogruppo del Partito Democratico a Reggio Calabria Antonino Castorina, il Presidente del Consiglio Comunale Demetrio Delfino ed i consiglieri del gruppo PD Rocco Albanese, Enzo Marra, Giovanni Minniti, Nancy Iachino e Paola Serranò.

Aveva un arsenale in casa: arrestato dalla Polizia

un uomo di 55 anni è stato arrestato dalla Polizia che, perquisendo casa sua, si sono imbattuti in settanta cartucce, due carabine, una pistola calibro 9x21 munito di caricatore pieno e con la matricola punzonata, due spade Katana, dotate di lame lunghe 70 e 50 centimetri; un bastone di legno, coltello a serramanico ed un pugnale arabo. A finire in manette a Reggio Calabria è stato un cinquantacinquenne che ora deve rispondere di possesso illegale di armi da fuoco e da taglio.   Rinvenuti, inoltre, diversi mezzi utili per bonificare gli ambienti dalla presenza di microspie, e diverse videocamere a raggi infrarossi. 

Subscribe to this RSS feed