Rubavano dai treni merce in sosta alla stazione e rivendevano la refurtiva ai negozi della in zona: arrestati

I poliziotti della Squadra mobile di Reggio Calabria hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa nei confronti di due uomini, ritenuti responsabili di una serie di furti aggravati commessi ai danni di treni merce in sosta presso lo scalo ferroviario di Villa San Giovanni.

I destinatari della misura cautelare sono accusati di essersi impossessati, per poi venderli a negozianti della zona, di liquori, giocattoli, ferramenta e attrezzi per il giardinaggio. Nel corso della indagini è emerso che gli indagati detenevano illegalmente un’arma comune da sparo, verosimilmente anch’essa di provenienza furtiva.

  • Published in Cronaca

Maltrattamenti in famiglia, manette per un 37enne

I poliziotti del Commissariato di Villa San Giovanni (Rc) hanno eseguito un’ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari, emessa dal gip presso il Tribunale di Reggio Calabria, nei confronti di un trentasettenne accusato di maltrattamenti in famiglia.

Il provvedimento è stato disposto in virtù dei risultati delle indagini, avviate in seguito alla denuncia presentata dai genitori dell’indagato.

Gli agenti, infatti, hanno ricostruito che l’uomo, quasi giornalmente, avrebbe chiesto ai familiari somme di denaro da destinare all’acquisto di droga, rispondendo ai rifiuti con condotte aggressive.

L’uomo, pertanto, come stabilito dal gip, su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, è stato posto ai domiciliari in una comunità terapeutica.

  • Published in Cronaca

Sorpresi a rubare rame nello scalo merci di Villa San Giovanni Bolano, arrestati

Sono stati sorpresi dagli agenti della polizia ferroviaria nello scalo merci di Villa San Giovanni - Bolano (Rc), mentre erano intenti a rubare un radiatore in rame da una vettura ferroviarie dismessa.

 I tre, una volta scoperti, hanno cercato di darsi alla fuga tra i binari, ma sono stati bloccarli e tratti in arresto con l’accusa di furto aggravato in concorso. 

Nella loro disponibilità, oltre ad attrezzi da scasso, è stata rinvenuta una Moto-Ape, che è sottoposta a sequestro perché sprovvista di copertura assicurativa.

  • Published in Cronaca

Tre chili di hashish nascosti in pullman, manette per un 34enne

I finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal locale Tribunale, nei confronti di un trentaquattrenne di Vittoria (Rg) per traffico di sostanze stupefacenti.

Le indagini sono state avviate lo scorso mese di settembre, quando i militari di Villa San Giovanni, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dei traffici illeciti, avevano fermato, per un controllo di routine, un pullman proveniente da Napoli e diretto a Catania. Nell’occasione, il cane antidroga aveva fiutato, nel vano portabagagli, uno zaino contenente tre chili di hashish, sequestrati nei confronti di ignoti.

All’esito dei successivi approfondimenti investigativi, coordinati dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria sono stati individuati due presunti responsabili: un 34enne italiano e una 21enne venezuelana.

Entrambi, allo stato, sono indagati per la violazione della normativa in materia di sostanze stupefacenti: il primo agli arresti domiciliari, la seconda in stato di libertà.

La droga sequestrata, qualora venduta al dettaglio, avrebbe potuto fruttare circa 30 mila euro.

Sorpresi a rubare elettrodomestici da un treno merci, due arresti e una denuncia

I poliziotti della polfer del Compartimento di Reggio Calabria hanno arrestato due persone sorprese nella flagranza del reato di furto aggravato in concorso e deferito in stato di libertà un presunto complice.

Per l’accusa, gli indagati avrebbero forzato un carro merci, in sosta presso lo scalo ferroviario di Villa San Giovanni -Bolano, portando via alcuni elettrodomestici.

La refurtiva, il cui valore si aggira su alcune migliaia di euro, è stata recuperata.

In seguito al rito direttissimo, l’arresto è stato convalidato.

  • Published in Cronaca

In auto con 6 Kg di cocaina, vibonese finisce in manette

I finanzieri della locale Compagnia, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti, hanno arrestato in flagranza di reato, a Villa San Giovanni (Rc), un trentatreenne di Vibo Valentia per traffico di sostanze stupefacenti.

L’uomo, che era diretto in Sicilia a bordo del proprio Suv, è stato sottoposto a un normale controllo, nel corso del quale ha fornito risposte contraddittorie in ordine al motivo del traghettamento e dimostrato segni di nervosismo. Pertanto, con l’ausilio delle unità cinofile della Compagnia pronto impiego di Reggio Calabria, è stata perquisita l’autovettura ed è stato scoperto un doppiofondo ricavato nel vano dell’autoradio, in cui erano occultati cinque panetti di cocaina dal peso complessivo di circa 6 chili.

Pertanto, la droga e l’autovettura sono state sequestrate, mentre l’uomo è stato arrestato e condotto nella casa circondariale “Giuseppe Panzera” di Reggio Calabria.

Lo stupefacente, una volta venduto al dettaglio, avrebbe potuto fruttare  circa 400 mila euro.

Droga, manette per un 36enne

I Carabinieri hanno arrestato C.A., 36 anni, di San Roberto, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, il provvedimento giunge in seguito alle indagini avviate nel febbraio scorso, quando i militari del Nucleo operativo e radiomobile di Villa San Giovanni hanno arrestato, nella zona periferica di Campo Calabro, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, due giovani di Arghillà, trovati in possesso di circa 500 grammi di marijuana.

Nell’occasione, C.A. si sarebbe dato alla fuga dopo essere era stato sorpreso a cedere stupefacente.

I carabinieri hanno quindi avviato un’attività info-investigativa che ha permesso di acquisire elementi probatori utili all’identificazione del fuggitivo.

Pertanto, sulla scorta degli elementi raccolti dagli investigatori, il gip di Reggio Calabria, su richiesta della locale Procura, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare che ha condotto il 36enne ai domiciliari. 

Beccata con quasi 6 chili di cocaina, 32enne in manette

I finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti eseguito con l’ausilio dei cani antidroga presso gli imbarcaderi di Villa San Giovanni, hanno arrestato, in flagranza di reato, una trentaduenne di Bovalino per traffico di sostanze stupefacenti.

La donna, a bordo del proprio Suv, era diretta in Sicilia ed è stata sottoposta ad un ordinario controllo di polizia, nel corso del quale ha fornito risposte contraddittorie in ordine al motivo del traghettamento e dimostrato segni di nervosismo.

Pertanto, i finanzieri della Compagnia di Villa San Giovanni hanno perquisito, con l’ausilio delle unità cinofile della Compagnia Pronto Impiego di Reggio Calabria, l’autovettura, scoprendo un doppiofondo ricavato nel vano dell’autoradio in cui erano occultati cinque panetti di cocaina, per un peso complessivo di circa 5,7 chilogrammi.

Oltre alla droga, sono stati sequestrati 5.200 euro in contanti e l’autovettura utilizzata per il traffico illecito.

All’esito delle operazioni, la donna è stata arrestata per la violazione della normativa in materia di sostanze stupefacenti e condotta nella casa circondariale “Giuseppe Panzera” di Reggio Calabria.
La droga, una volta venduta al dettaglio avrebbe fruttato circa 300 mila euro,

Subscribe to this RSS feed