Domani sera la quarta edizione della notte della Biodiversità al centro visite del Cupone di Camigliatello Silano

Si terrà domani, presso il centro visite del Cupone di Camigliatello Silano, “La notte bianca della biodiversità”. L'iniziativa organizzata dal Reparto carabinieri biodiversità di Cosenza darà la possibilità ai partecipanti di godere delle meraviglie della Sila cosentina attraverso una serie di appuntamenti organizzati dall’Arma Forestale.

Alle 9,30 si inizierà con una visita guidata all’ arboreto Sbanditi di Spezzano Sila con lezione in foresta di Antonio Mazzei – entomologo presso il Museo di Storia naturale della Calabria ed orto botanico – Unical che parlerà, tra l'altro, della sulla sua straordinaria scoperta relativa alla presenza nell’arboreto Sbanditi, del tritone crestato italiano, una specie quasi minacciata e particolarmente pregiata. 

Alle 13.30 appuntamento, invece, nella Riserva naturale biogenetica Golia Corvo a Longobucco per una visita guidata.

Nel pomeriggio presso il centro visite Cupone nel comune di Spezzano della Sila una serie di eventi che inizieranno alle 15 con la visita guidata al Museo Naturalistico con intervento dell’ornitologo Eugenio Muscianese della stazione ornitologica calabrese.

Alle 16 apertura della mostra “Alla scoperta delle radici storiche dell’abbazia del patire tra arte e natura”, con l’intervento dell’architetto Mariella Arcuri sugli studi storici più recenti.

Alle 17:30 visita guidata sul sentiero didattico naturalistico: “Colori, atmosfere e profumi della biodiversita’.

In serata, dalle 19, ci sarà la possibilità di visitare le scuderie del reparto ed a seguire intorno alle 21 l’iniziativa “Mi illumino di immenso” – scopriamo le stelle con osservazione astronomica guidata a cura dell’ astrofilo Angelo Mendicelli del gruppo “Astrofili Menkalian”.

Per partecipare all’evento è necessario prenotarsi al numero 098476760, tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria. per le escursioni nelle riserve a numero chiuso si consigliano calzature ed abbigliamento da montagna. per la partecipazione a mostre ed esposizione museali è obbligatorio il green pass o la certificazione di un tampone negativo effettuato entro le 48 ore.

La manifestazione fa parte del programma nazionale “notte bianca della biodiversità”, voluta dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità di Roma e dedicata alla scoperta delle riserve naturali e delle specie animali notturne all’interno dei 28 Reparti presenti sul territorio nazionale.  

Cosenza dedicherà una strada a Norma Cossetto, martire delle Foibe e medaglia d'oro al valor civile. I ringraziamenti di Marco Perri (Comitato 10 febbraio) e Michele Arnoni (Rivolta Ideale) che avevano avanzato la proposta

Lo scorso 9 agosto la giunta comunale di Cosenza ha approvato la delibera 84/2021, con la quale nel ridefinire la toponomastica cittadina, ha statuito l'intitolazione di una strada a Norma Cossetto, studentessa istriana seviziata e gettata viva in una foiba dai partigiani di Tito, nell'ottobre 1943, medaglia d'oro al valor civile.
 
Marco Perri per il “Comitato 10 Febbraio” e Michele Arnoni per l'associazione “Rivolta Ideale” esprimono massima soddisfazione per  la decisione.
 
«Già nel 2019 – dichiarano Perri e Arnoni -  avevamo avanzato la proposta di intitolare una strada o una piazza a Norma Cossetto, in occasione delle celebrazioni del centenario della nascita della studentessa istriana e della manifestazione "Una rosa per Norma", iniziativa di carattere nazionale, tenutasi in numerose città italiane, e che nella nostra città si è tenuta sia nel 2019 che nel 2020, anche con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Cosenza. E l’iniziativa si terrà anche nel prossimo Ottobre. Pertanto, intendiamo ringraziare l’Amministrazione e la Giunta comunale di Cosenza per aver colto la nostra proposta, e per aver approvato la delibera definitiva n. 84/2021 del 9 agosto scorso, con la quale nel ridefinire la toponomastica cittadina ha statuito l’intitolazione di una strada a Norma Cossetto, e segnatamente il tratto di via Isonzo, che collega Corso Mazzini con via Monte San Michele. Si ringraziano in particolare il Consigliere Comunale avv. Gisberto Spadafora, che all'interno di Palazzo dei Bruzi si è fatto per primo promotore dell'intitolazione, nonchè la Commissione Cultura e la Commissione Urbanistica che avevano già approvato la nostra proposta all'unanimità, con voto quindi favorevole sia di membri della maggioranza che dell'opposizione, proprio su sollecitazione del consigliere Spadafora. Questa intitolazione è il giusto tributo al sacrificio di Norma Cossetto, simbolo sia dei martiri delle Foibe che della violenza sulle donne, e sarà sicuramente salutata con entusiasmo dall'intera cittadinanza».
 
«Stesso apprezzamento – concludono Perri e Arnoni - esprimiamo per tutti i personaggi illustri citati nella stessa delibera tra gli altri ricordiamo Giorgio Almirante, Giacinto Auriti, Giuseppe e Orlando Mazzotta, Dario Antoniozzi, Giuseppe Carratelli, Coriolano Martirano, Jole Santelli, Ernesto D’Ippolito ».

 

Decine di capi d’abbigliamento rubati rinvenuti in un’abitazione, denunciato nucleo familiare

I Carabinieri hanno denunciato a Cosenza, con l’accusa di ricettazione, un intero nucleo familiare composto da padre, madre e due figli – una  ragazza ed un ragazzo - maggiorenni.     

In particolare, durante  una perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto in un armadio, circa 170 capi d’abbigliamento di varie marche, con ancora attaccati i cartellini e l’antitaccheggio.

Il valore della merce rinvenuta ammonta a circa ottomila euro.

La refurtiva, composta da vestiario proveniente da vari magazzini ubicati su corso Mazzini, a Cosenza è stata sequestrata in attesa dei necessari accertamenti finalizzati a fare luce sulla dinamica  dei furti.

  • Published in Cronaca

Beccato con mezzo chilo di cocaina, arrestato

Aveva a casa più di mezzo chilo di cocaina. Per questo motivo, un 27enne, R.M., è stato arrestato dalla polizia di Stato, a Cosenza.

L’arresto è avvenuto in seguito ad una perquisizione domiciliare scattata dopo che l’indagato era stato sorpreso a cedere una dose di cocaina ad un uomo. Sottoposto a controllo nell’immediatezza dell’accaduto, il giovane è stato trovato in possesso di altri 5 grammi di cocaina e denaro contante.

A quel punto, gli agenti hanno deciso di approfondire il controllo con una perquisizione domiciliare, durante la quale hanno trovato mezzo chilo di cocaina pura, materiale per il confezionamento della droga e oltre 7 mila euro.

Dopo essere stato arrestato nella flagranza di reato di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di cocaina, R.M. è stato tradotto nella locale casa circondariale.

Minaccia una donna con malefici e sortilegi, cartomante in manette per estorsione

I poliziotti della Squadra mobile di Cosenza hanno arrestato in flagranza di reato P.L., 55 anni, del luogo, ritenuta responsabile di estorsione aggravata nei confronti di una donna.

In particolare, le indagini, avviate lo scorso maggio dopo la denuncia dell'interessata, hanno permesso di ricostruire come l’indagata, nelle vesti di sedicente cartomante, avrebbe minacciato la presunta vittima di malefici e ripercussioni da parte della criminalità, nel caso avesse rifiutato di consegnarle 500 euro quale corrispettivo per prestazioni di carto-chiromanzia che avrebbe effettuato per eliminare le “negatività” che avvolgevano il nucleo familiare della vittima.

Ricevuta la denuncia, gli investigatori hanno concordato un appuntamento per la consegna del denaro. All’incontro avvenuto a Rende, la 55enne è stata arrestata  dopo aver ricevuto dalla vittima la somma di denaro richiesta.

Una volta espletate le formalità di rito, la donna è stata posta ai domiciliari.

  • Published in Cronaca

Rubano il registratore di cassa di un bar e si danno alla fuga, arrestati

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Cosenza hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un 46enne ed un 34enne del luogo, accusati di furto aggravato.       

L’arresto è scattato in seguito ad una telefonata al 112 con la quale alcuni passanti hanno segnalato l’attivazione dell’antifurto di un noto locale della zona. Giunta sul posto, la pattuglia dell’Arma ha notato due persone che si stravano dando alla fuga con il registratore di cassa appena rubato.

I fuggitivi sono stati, infine, bloccati dall’equipaggio di un’altra “gazzella” che nel frattempo si era messa sulle loro tracce.

I presunti ladri sono stati tratti in arresto e sottoposti all’obbligo di dimora, in seguito all’udienza con il rito direttissimo.

  • Published in Cronaca

Cocaina e hashish in casa, arrestato

Un 26enne, R.D., già sottoposto a sorveglianza speciale, è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Cosenza, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, il giovane, durante una perquisizione domiciliare, ha consegnato agli agenti una dose di hashish. Nel prosieguo del controllo, nascosti nel contatore dell’energia elettrica, sono stati trovati 50 grammi di cocaina. Come se non bastasse, nell’abitazione sono stati rinvenuti: una pistola scacciacani, materiale per il confezionamento dello stupefacente, un bilancino, 1.250 euro in contanti e un coltello intriso di droga.

Pertanto, per il 26enne, che è stato denunciato anche per violazione della sorveglianza speciale, si sono aperte le porte della locale casa circondariale.

  • Published in Cronaca

Lunedì al Castello Svevo di Cosenza “Voce e notte-history” dei fratelli Tanzillo

Lunedì 19 luglio, alle ore 21, al Castello Svevo Cosenza, Stefano e Andrea Tanzillo, fratelli e cantanti lirici di professione, presentano al Castello Svevo Cosenza uno show musicale con l'accompagnamento di una band pop-classica, diretta dal maestro Andrea Bauleo. “Lo spettacolo ripercorre la storia dei classici napoletani in rivisitazione pop-rock, cantati con impostazione classica dai due tenori. Inoltre, si spazierà con aforismi inediti del Maestro Tanzillo, recitati in chiave partenopea e con la narrazione di un racconto, ad opera degli attori Barbara Bruni e Francesco Antonio Conti”, dicono i protagonisti. Inoltre, si spazierà con inediti aforismi del Maestro Tanzillo, recitati in chiave partenopea.

Il Maestro Stefano Tanzillo si occupa di spettacolo ormai da anni. Artista eclettico, è impegnato oltre che nel settore della lirica, in teatro, in televisione, in attività concertistiche e anche come ideatore e organizzatore di eventi. Il suo intento è quello di ritornare sulle scene per omaggiare il suo pubblico con uno spettacolo che ripercorre la storia del classici napoletani in chiave Pop-Rock grazie agli arrangiamenti di una Band Pop-Classica composta dai validissimi Maestri Danilo Chiarella, Paolo Docimo, Roberto Risorto, Roberto Ventura e diretta dal Maestro Andrea Bauleo. I fratelli Tanzillo ripercorreranno la migliore tradizione della canzone napoletana, da Maruzzella, famigerato brano del Maestro Carosone a I te vurrià vasà che vide la luce agli inizi del '900. Non mancheranno i grandi classici in cui tutti i più grandi tenori si sono cimentati: Dicitincello Vuje, Tu ca nun chiagne e Voce e notte che dà il titolo all'opera.

“Napoli, sospesa e incerta tra una spinta a salire al cielo e una controspinta a sprofondare in terra”. La citazione di Erri De Luca è stata la fonte d'ispirazione per la stesura della drammaturgia dell'opera, affidata agli autori e attori Barbara Bruni e Francesco Antonio Conti che supporteranno scenicamente i fratelli Tanzillo insieme al piccolo attore Giuseppe Cofone. Un viaggio, tanto onirico quanto reale tra le porte di Napoli, che è metafora del passaggio tra un mondo e un altro, tra il vecchio e il nuovo, tra ciò che era e ciò che sarà.

La serata sarà arricchita da due ospiti d'eccezione: i maestri Federico Veltri (tenore) e Massimo Perna (trombettista). I biglietti per partecipare alla serata sono in prevendita Inprimafila a Cosenza.

  • Published in Cultura
Subscribe to this RSS feed