"Exit Deviazioni in arte e musica", Giovanni Allevi e Arturo Brachetti al Teatro dei Ruderi di Cirella

Ritorna “Exit Deviazioni in arte e musica”, la rassegna promossa da Piano B che coniuga lo spettacolo dal vivo alla valorizzazione del territorio. “EXIT” ha negli anni proposto spettacoli capaci di offrire nuove vie di fuga, un’evasione possibile attraverso le più diverse forme stilistiche invitando ad osservare gli eventi da un altro punto di vista, provare a vivere secondo un altro ritmo ed un’altra dimensione. 

Scenario di questa quarta edizione è il Teatro dei Ruderi di Cirella a Diamante, immerso nella meravigliosa area costiera denominata “Riviera dei Cedri”; un luogo perfetto per trascorrere una giornata alla scoperta del bello - storico e naturale - da contemplare ed ammirare.

Il primo appuntamento in programma è mercoledì 11 Agosto con l’estro ed il carisma del M° Giovanni Allevi. Un concerto suggestivo, raffinato ed emozionante quello proposto dall’enfant terrible della musica classica contemporanea, capace di stregare con le sue note milioni di giovani che, affascinati dal suo esempio, si avvicinano alla musica colta e all'arte creativa della composizione. Un grande talento ed un look fuori dai canoni tradizionali: jeans, t- shirt e scarpe da ginnastica sono la sua cifra stilistica e l’essential con cui incontra il suo pubblico dalla Carnegie Hall di New York all’Auditorium della Città Proibita di Pechino. Compositore, direttore d’orchestra e pianista, molte sono le tesi di laurea a lui dedicate e il suo Concerto per Pianoforte e Orchestra n. 1 è stato inserito nel “Concorso pianistico internazionale Città di Cantù - sezione Musica XXI sec. Una curiosità: l’Agenzia Spaziale americana NASA gli ha intitolato un asteroide.

Ancora musica, e ancora uno stile non convenzionale per il secondo appuntamento in programma: Venerdì 20 Agosto, “Pierino, il lupo e l’altro”, il concerto dell’ Ensemble Symphony Orchestra con il racconto di Arturo Brachetti.  Un progetto che nasce dall’idea di creare un’occasione concreta per ampliare il pubblico della musica sinfonica attraverso una formula originale  coinvolgente e divertente: una vera e propria attività di divulgazione musicale, un viaggio colmo di melodie, suoni e magiche atmosfere capaci di rendere visibile la musica. Sul palcoscenico del Teatro dei Ruderi l’Ensemble Symphony Orchestra una delle più conosciute orchestre nell’ambito nazionale che ha fatto della versatilità la sua cifra stilistica. A rendere speciale il concerto, il racconto di Arturo Brachetti, uno degli artisti teatrali italiani più̀ noti al mondo, qui impegnato in veste di voce narrante. Profondo conoscitore del teatro internazionale, da tempo affianca a quello di artista il ruolo di showteller con lo scopo di diffondere e divulgare la conoscenza delle arti dello spettacolo in maniera semplice e coinvolgente.

Ad armonizzare il continuo flusso creativo, la direzione del M° Giacomo Loprieno. Da questi incontri, un risultato unico e sorprendente: un concerto dal sapore di spettacolo, inusuale e accessibile a target differenti, che mescola musica, teatralità e sand painting creando nuove e affascinanti esperienze.

Ancora una volta, Piano B propone qualità e artistico stupore, grazie al privilegio di poter condividere insieme al pubblico ed agli artisti la passione per la narrazione in tutte le sue forme e il fermento che produce la cultura.   Exit, sarà ancora una volta il giusto contenitore da cui estrarre insieme la meraviglia ed il divertimento, con creatività, energia e condivisione.

 

Info e Biglietti: Inprimafila Cosenza, TicketOne e Do It Yourself Ticket. 

  • Published in Cultura

Aveva in casa anche 460 grammi della terribile “cocaina rosa”, arrestato

I Carabinieri della Stazione di Cosenza Centro hanno tratto in arresto un 51enne del luogo, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, i militari, durante una perquisizione domiciliare hanno rinvenuto in uno zainetto:  789 grammi di cocaina, 462 grammi di “cocaina rosa” e 100 grammi di marijuana.

Una scoperta davvero sorprendente, soprattutto per quel che concerne la “cocaina rosa”, il cui rinvenimento rappresenta una novità nel panorama cosentino. La “cocaina rosa” è una droga sintetica che produce devastanti effetti psichedelici in grado di creare allucinazioni. Si tratta di uno stupefacente venduto ad un prezzo molto alto e pertanto diffuso soprattutto tra le persone facoltose.

Il 51enne, al termine delle formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Cosenza.

Sorpreso per strada nonostante i domiciliari, arrestato

I Carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Cosenza hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di revoca della misura degli arresti domiciliari e di sostituzione con la custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale bruzio, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un 29enne del luogo.

Il provvedimento è stato disposto in seguito ad una serie di violazioni degli arresti domiciliari, cui l'uomo era era sottoposto per un furto aggravato commesso lo scorso marzo ai danni di un’attività commerciale.

Il 29enne, nonostante la misura cautelare, in due occasioni, nel corso della stessa giornata, è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione.

Pertanto, in virtù dell’aggravamento della misura cautelare, l'uomo è finito nella casa circondariale di Cosenza.

  • Published in Cronaca

Appalti e massoneria, sei misure cautelari

Questa mattina, i Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Cosenza e della Sezione operativa della Compagnia di Scalea, hanno dato esecuzione a 6 misure cautelari emesse dal gip presso il Tribunale di Paola, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di altrettanti indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di “associazione per delinquere” finalizzata alla commissione di reati contro la pubblica amministrazione,  “turbata libertà degli incanti” e “turbata libertà del procedimento di scelta del contraente.

Le misure cautelari sono state eseguite tra la Calabria e la Basilicata.

Le indagini, che hanno riguardato anche appartenenti ad una loggia massonica, hanno ad oggetto un presunto “cartello” che avrebbe mirato ad eludere le norme sulla libera concorrenza e trasparenza degli appalti, al fine di ottenere illegittimamente l’aggiudicazione e dividerne gli importi tra tutti gli associati, compresi quelli non aggiudicatari dell’appalto, secondo percentuali predeterminate.

I  dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa in programma per le 11 di oggi, alla quale parteciperanno: il procuratore della Repubblica di Paola, Pierpaolo Bruni; il comandante del Nucleo investigativo di Cosenza, maggiore Giuseppe Sacco; e il comandante della Compagnia Carabinieri di Scalea, capitano Andrea Massari.

“DeGustando”, prende il via la rassegna calabrese dedicata al cibo

Parte stamane, al Castello di Cosenza, “DeGustando”: la rassegna culturale calabrese che unisce l’arte al cibo, la didattica alle emozioni. “Partendo dall'assunto che il cibo è anche gioco e creatività, performance, gesto e teatralità proprio come la moda, anche se le loro esecuzioni sono espresse in modalità diverse, l'idea è quella di coinvolgere il pubblico mediante delle performance didattico/culinarie”, ha spiegato in questi giorni Corrado Rossi, anima della Maccaroni Chef Academy e ideatore della rassegna. Obiettivo è quello di promuovere e valorizzare la cultura regionale e sostenere la fruizione degli attrattori culturali attraverso il cibo e le arti. Il programma è strutturato all'insegna del gusto e della tradizione ma soprattutto della salute. Incontri e talk sul cibo sostenibile e sulle diete “più sane del mondo” con uno sguardo ai cosiddetti “SmartFood” ovvero i cibi che proteggono la salute.

Oggi si discuterà di “Cibo, arte e mestieri di una volta”; la seconda – sabato 19 – su “cibo e nutrizioni sostenibili del futuro”; mentre la terza – domenica 20 – “salute e smart food 4.0”

Si potranno seguire le dirette sulle pagine social dell’evento.

Tantissime le istituzioni presenti: il Comune di Spilinga, il Gal Terre Vibonesi, Il consorzio Patate Igp della Sila, il Museo del Cibo e del Bergamotto DI Reggio Calabria, l'ordine dei Dottori Agronomi e Forestali e Mpi. Numerose le aziende coinvolte nella rassegna tra queste il Mec (Mercato delle Eccellenze Calabresi), TerrAegusto di Mormanno, Panificio di Cuti, IGreco, Gemelli Giraldi, Senatore Vini, Pastificio Forte, Frantoio La Molazza, Antichi Sapori, Acroneo Vini, Laboratorio Lucchetta di Ciró, Liquorificio 1864, Aiello caffè, Colavolpe e Bellantone di Spilinga. Uno spazio riservato anche alle associazioni: saranno presenti l'associazione Zafarana di Tortora, la Federanziani Calabria, Aipd (associazione italiana persone down), la Uici (unione italiana ciechi e ipovedenti), Associazione Biologi senza Frontiere. E non mancano le eccellenze dell'artigianato orafo e della moda calabrese rappresentate dal maestro Gerardo Sacco e dall'artista Luigia Granata.

  • Published in Cultura

Cocaina e marijuana in casa, 40enne in manette

Una persona in manette e sei segnalate alla prefettura.

Questo l’esito di un servizio condotto dai carabinieri di Cosenza, al fine di contrastare lo spaccio e il consumo di stupefacenti.

In particolare, nel corso di una perquisizione effettuata in un’abitazione del capoluogo bruzio, i militari hanno arrestato un 40enne il quale, all’arrivo dei militari, ha consegnato 23 grammi di marijuana dichiarando di essere un assuntore.

Non convinti dalla versione dell’uomo, i Carabinieri hanno passato al setaccio la casa, fino a rinvenire, in un ripostiglio, 140 grammi di cocaina nascosti in un mix audio.

L’uomo è stato quindi tratto in arresto e sottoposto ai domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

Gli uomini dell’Arma hanno, inoltre, segnalato alla prefettura di Cosenza 6 assuntori di sostanze stupefacenti trovati in possesso di una dose di droga.

Palpeggia due donne per strada, 50enne in manette

I Carabinieri della Compagnia di Cosenza hanno fermato un 50enne di nazionalità bulgara, indiziato del reato di violenza sessuale ai danni di due donne.

L’arresto è scaturito in seguito ad una segnalazione con la quale una donna ha denunciato al 112 di essere stata palpeggiata nelle parti intime da uno sconosciuto, mentre si trovava per strada.

Giunti sul luogo in cui era avvenuta l’aggressione, i militari hanno soccorso la vittima e avviato le ricerche che hanno permesso di rintracciare il presunto responsabile nel seminterrato di un palazzo abbandonato. Nel frattempo, un’altra donna si era recata in caserma per denunciare di essere stata palpeggiata per strada da uno sconosciuto.

Per il 50enne, che è stato riconosciuto come il responsabile delle aggressioni da entrambe le donne, si sono, quindi, aperte le porte del carcere del capoluogo bruzio.

Al via il “DeGustando”, la rassegna culturale calabrese tra arte e cibo

Al Castello di Cosenza, i prossimi 18-19 e 20 giugno avrà luogo il “DeGustando”: la rassegna culturale calabrese che unisce l'arte al cibo, la didattica alle emozioni.

“Partendo dall'assunto che il cibo è anche gioco e creatività, performance, gesto e teatralità proprio come la moda, anche se le loro esecuzioni sono espresse in modalità diverse, l'idea è quella di coinvolgere il pubblico mediante delle performance didattico/culinarie”, annuncia Corrado Rossi, anima della Maccaroni Chef Academy e ideatore della rassegna. Le performance consistono nell’elaborazione di ricette tipiche della tradizione con una rivisitazione in chiave moderna, in degustazioni di prodotti tipici con la presenza oltre che di chef anche di nutrizionisti, ed infine con Show Cooking in grado di coadiuvare sapori, colori e gusti, oltre che sensazioni che solo la nostra amata terra può dare. Enogastronomia, performance, gesti e una buona dose di creatività sono la base del programma del “DeGustando”, un intervento culturale a 360° che la proponente promuove ogni anno con più interventi dislocati nel tempo e nello spazio.

Obiettivo è quello di promuovere e valorizzare la cultura regionale e sostenere la fruizione degli attrattori culturali attraverso il cibo e le arti. Il programma è strutturato all'insegna del gusto e della tradizione ma soprattutto della salute. Incontri e talk sul cibo sostenibile e sulle diete “più sane del mondo” con uno sguardo ai cosiddetti “SmartFood” ovvero i cibi che proteggono la salute.

I tre giorni di evento organizzato in modalità innovativa, saranno strumenti per la riqualificazione dell’attrattore medesimo (Castello Normanno Svevo di Cosenza) e al contempo, incontro tra ricerca storica, sperimentazione di nuovi linguaggi e accrescimento di consapevolezza della popolazione calabrese stessa sul proprio patrimonio territoriale e conseguente apporto di affluenza turistica in grado di attribuire alla città di Cosenza le sue identità modicamente riconosciute. Per quanto sopra citato, è obiettivo dell'intervento realizzare una manifestazione enogastronomica che valorizzi le eccellenze territoriali, mediante l’utilizzo dei prodotti a km0, attraverso le tradizioni e le innovazioni culinarie tipiche dei luoghi creando un giusto connubio tra salute, alimentazione e innovazione (Smart food 4.0); valorizzare la dieta Mediterranea come Patrimonio Immateriale dell'Umanità in chiave innovativa a confronto con le altre culture enogastronomiche patrimonio dell'Unesco (come quella giapponese).

Showcooking, con lo chef Roberto Spizzirri, ed ospiti davvero d'eccezione. Premi e riconoscimenti a chi, della Calabria, ne ha fatto un punto di vista d'eccellenza e di promozione. Oltre che di impegno. Ognuno di loro racconterà, in uno storytelling molto particolare, le peculiarità e le idee.

La prima giornata, venerdì 18, è quella incentrata su “Cibo, arte e mestieri di una volta”; la seconda – sabato 19 – su “cibo e nutrizioni sostenibili del futuro”; mentre la terza – domenica 20 – “salute e smart food 4.0”

Si potranno seguire le dirette sulle pagine social dell'evento.

  • Published in Cultura
Subscribe to this RSS feed