Droga nascosta nel carbone, sequestrati oltre 52 chili di cocaina

Gli uomini del Comando Provinciale della guardia di finanza di Reggio Calabria, unitamente a funzionari dell'Ufficio antifrode dell’Agenzia delle dogane di Gioia Tauro, con il coordinamento della Procura della Repubblica  – Direzione distrettuale antimafia – hanno individuato e sequestrato un ingente carico di cocaina purissima nel porto gioiese.  

Lo stupefacente è stato rinvenuto in un container di sacchi di carbone proveniente, da Asuncion (Paraguay) e destinato ad Haifa  (Israele). 

Nel complesso, sono stati eseguiti una serie di incroci documentali e controlli anche a mezzo di sofisticate apparecchiature scanner in dotazione  all’Agenzia delle dogane su un congruo numero di contenitori, appositamente selezionati, che hanno consentito di porre a sequestro il rilevante carico di droga. 

La cocaina sequestrata, suddivisa in 49 panetti, per un totale di 52,700 chilogrammi, una volta immessa sul mercato avrebbe fruttato almeno 10 milioni di  euro.

Nel solo anno in corso, l’attività svolta dalle fiamme gialle, in sinergia con l’Agenzia delle Dogane, ha consentito di sequestrare oltre 1.141 chilogrammi di cocaina purissima.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.