Era sfuggito ad un ordine di carcerazione, arrestato

Un cittadino nigeriano di 28 anni, sfuggito ad un ordine di carcerazione per il reato di rapina, è stato tratto in arresto dagli agenti della polizia ferroviaria di Reggio Calabria.

L'arresto è stato effettuato nella stazione di Locri, dove l'uomo ha attirato l'attenzione degli agenti che, dopo averlo fermato, lo hanno sottoposto a controlli.

Il nigeriano, sprovvisto di documenti, è stato accompagnato presso gli uffici del Commissariato di Siderno per accertarne l'identità.

Gli agenti hanno quindi scoperto che si trattava del ventottenne che, lo scorso mese di aprile, si era reso responsabile di una violenta aggressione, avvenuta nella stazione di Monasterace, ai danni di un capotreno.

Grazie alla descrizione fatta dal ferroviere, i poliziotti erano riusciti a rintracciare e denunciare, in stato di libertà, l'aggressore.

L’uomo è ritenuto, inoltre, responsabile di una rapina commessa lo scorso 8 giugno, ai danni di un cittadino di Melito Porto Salvo.

Nell’occasione, l'extracomunitario si era impossessato di una bicicletta, minacciando il proprietario con un grosso coltello.

Al termine delle formalità di rito, il cittadino nigeriano è stato associato presso la casa circondariale di Locri.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.