Tagliano alberi in un'area protetta e portano via la legna, denunciati

Furto aggravato, danneggiamento e deturpamento di bellezze naturali.

Questi i reati contestati dai carabinieri forestale della Stazione Parco di Cotronei a due braccianti agricoli di Petilia Policastro, sorpresi in auto, nel territorio del Parco, con legna ed una motosega.

Insospettiti dal ritrovamento, i militari hanno ispezionato la zona circostante, individuando nell'area demaniale di località “Fiume Tacina”, a Sersale (cz), il luogo da dove sarebbe stata trafugata la legna rinvenuta a bordo dell’auto.

Per i militari, i due uomini avrebbero abbattuto ed iniziato a trafugare ventidue alberi di alto fusto di quercia, ontano nero ed acero.

Dopo aver sequestrato la motosega, una decina di quintali di legna di quercia e l'auto, risultata peraltro priva di copertura assicurativa e revisione, i carabinieri forestale hanno denunciato i due braccianti, i quali saranno sanzionati anche per l'abbattimento, senza autorizzazione, degli alberi.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.