Corruzione, sindaco calabrese finisce in manette

Il primo cittadino di Cariati, Filomena Greco, è stato posto ai domiciliari, insieme ad altre tre persone, nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Castrovillari.

Al vice sindaco Sergio Salvati, i finanzieri del Comando provinciale di Cosenza hanno, invece, notificato l'obbligo di presentazione alla pg.

Le accuse sono corruzione, abuso d'ufficio, turbata libertà degli incanti e abusivismo.

Tra gli arrestati figura anche il fratello del sindaco, l'imprenditore Saverio Greco, il responsabile dell'area tecnica del Comune Giuseppe Fanigliulo e un altro imprenditore, Cristoforo Arcovio.

Le indagini, collegate ad una precedente inchiesta sull'appalto per la gestione dei rifiuti, avrebbero consentito di rilevare l'indebito rilascio da parte di Fanigliulo di un permesso di costruire in sanatoria a favore di un gruppo imprenditoriale, di cui fa parte il fratello del sindaco, per la ristrutturazione e l'adeguamento di un immobile da adibire a clinica privata

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.