Megalotto 106, Bruno Bossio (Pd) chiede tempi certi al governo

"Un'opera strategica come il terzo Megalotto della  Statale 106, finalmente finanziato dopo 10 anni dai governi Renzi e Gentiloni con apposite delibere Cipe, ha adesso bisogno di tempi certi nella  sua realizzazione. Da settimane, sulla stampa e non, ascoltiamo invece notizie sconfortanti su un continuo rinvio dei tempi di consegna del progetto esecutivo. Ecco perché, raccogliendo anche le sacrosante sollecitazioni dell'associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, ho depositato un'interpellanza urgente al ministero delle Infrastrutture per venire a capo della vicenda. Toninelli in Calabria strumentalizza contro la Tav la necessità dello sviluppo delle infrastrutture al Sud, ma a Roma ritorna nel suo letargo. Nel frattempo il tempo passa, del progetto non si sa nulla e la Calabria e le comunità locali brancolano nel buio. Il ministro si svegli dal suo torpore ed eserciti le sue funzioni, assumendo tutte le iniziative necessarie per assicurare il cronoprogramma per l’avvio dei lavori di un’opera non solo fortemente voluta ed attesa dai calabresi, non solo definita strategica per l'interesse nazionale ma - ribadisco ancora - totalmente finanziata".

È quanto si legge in una nota del deputato Pd, Enza Bruno Bossio 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.