Pallavolo, la Tonno Callipo cade sul campo della Calzedonia Verona

Niente da fare per la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia nel match  giocato oggi pomeriggio al cospetto della Calzedonia Verona.

I giallorossi di coach Bagnoli sono stati sconfitti con il punteggio di  3-0 sul campo della formazione scaligera.

Il tecnico mantovano punta su  Zhukouski al palleggio, Al Hachdadi opposto, Mengozzi e Vitelli al  centro, Kadu e Skrimov in posto 4, il giovane Cappio (classe 1999) nel  ruolo di libero (Marra out per un problema intestinale che lo ha  costretto al forfait).

Buon inizio della Tonno Callipo che tiene testa ai padroni di casa mostrando un buon piglio. Poi però Verona vira avanti  al servizio con Boyer e nella parte centrale allunga portandosi sul  16-12. Zhukouski e compagni provano a ribattere, ma la Calzedonia  conquista il set con il punteggio di 25-21.

La Tonno Callipo approccia  male il secondo parziale e va sotto 5-0. I giallorossi non demordono e  si rifanno sotto, ma Kaziyski e compagni riallungano ancora prima  sull’8-4 e poi sul 16-10. Il set non cambia binario e termina 25-16 per  i padroni di casa.

È decisamente migliore il rendimento della Tonno  Callipo nel terzo parziale con i giallorossi che giocano una buona  pallavolo e si portano avanti fino all’8-9 con Al Hachdadi.

Poi però  Boyer in battuta rompe gli equilibri, Verona allunga in maniera decisiva  e per la squadra di Bagnoli non c’è più nulla da fare. I veneti  accelerano ancora e conquistano il parziale con il punteggio di 25-15 e  la partita con il punteggio di 3-0.

CALZEDONIA VERONA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-0 (25-21,  25-16, 25-15)

CALZEDONIA VERONA: Pinelli 0, Giuliani (L), Kaziyski 10, Alletti 11, De  Pandis (L), Marretta ne, Birarelli ne, Boyer 19, Spirito 3, Manavinezhad  7, Sharifi ne, Solé 6. All.: Grbic

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 2, Cappio (L), Vitelli  2, Marsili 0, Skrimov 7, Barreto 5, Domagala ne, Al Hachdadi 16, Presta  0, Strohbach 3, Focosi ne, Mengozzi 7, Lopez 0. All.: Bagnoli

ARBITRI: Simbari, Boris

STATISTICHE Calzedonia Verona: attacco 59%, ricezione 45% (perfetta 26%), muri 10,  battute: ace 11, sbagliate 7 T.C.C. Vibo Valentia: attacco 44%, ricezione 34% (perfetta 22%), muri 6,  battute: ace 2, sbagliate 12

NOTE Spettatori: 3972

MVP: Stephen Boyer (Calzedonia Verona)

Durata dei  set: 24’; 25’; 24’. Totale: 73’

  • Pubblicato in Sport

Calzedonia Verona espugna il PalaValentia battendo la Tonno Callipo Calabria al tie-break

Seconda vittoria consecutiva esterna al quinto set nell’arco di quattro giorni per la compagine di coach Grbic dopo quella di Bari contro Castellana Grotte. 

Nel catino vibonese va in scena l’ennesima maratona stagionale con i padroni di casa di coach Valentini che esprimono un buon livello, sia sotto il profilo tecnico che agonistico, nei primi tre parziali lottati punto a punto.

Coach Valentini punta su Zhukouski al palleggio, Al Hachdadi opposto, Vitelli e Mengozzi al centro, Skrimov e Barreto Silva in posto 4, Marra libero. Il tecnico della Calzedonia, Grbic, risponde con Spirito in regia, Boyer opposto, Birarelli e Solé i centrali, Manavi e Marretta di banda, De Pandis libero.

Marra e compagni si portano avanti 2-1 nel conto dei set conquistando dopo una dura battaglia il terzo set (nel finale del parziale animi accesi in campo tra le due squadre).

Ancora una volta è Al Hachdadi il trascinatore dei suoi: il marocchino polverizza il record di 36 punti realizzati recentemente contro Padova e tocca quota 37 contro gli scaligeri con il 59% in attacco.

Ma non basta il marocchino alla Tonno Callipo per tornare al successo. Verona non ci sta e domina quarto e quinto parziale con il centrale argentino Solé protagonista assoluto della partita con 23 punti realizzati (16 attacchi vincenti, 6 muri e 1 ace) che gli valgono il premio di Mvp del match.

IL TABELLINO

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – CALZEDONIA VERONA 2-3 (27-25, 23-25, 31-29, 16-25, 10-15)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 4, Marra (L), Vitelli 8, Marsili, Skrimov 8, Barreto Silva 19, Al Hachdadi 37, Presta, Strohbach 2, Mengozzi 13, Lopez. Non entrati: Cappio (L2), Domagala. Allenatore: Valentini


CALZEDONIA VERONA: Alletti 5, De Pandis (L), Marretta 3, Birarelli 4, Boyer 27, Spirito 1, Manavi 17, Solé 23, Magalini. Non entrati: Pinelli, Giuliani, Savani. Allenatore: Grbic

ARBITRI: Pozzato e Saltalippi

DURATA SET: 31’, 29’, 38’, 22’, 17’. Tot: 127’

NOTE: Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: bs 24, ace 1, ric. pos. 55%, ric. perf. 29%, att. 53%, muri 10. Calzedonia Verona: bs 7, ace 2, ric. pos. 67%, ric. perf. 28%, att. 54%, muri 11.

  • Pubblicato in Sport

Volley, alle 18 l'andata dei quarti di finale Play off challenge tra Tonno Callipo e  Calzedonia

 Rigenerata dalla vittoria in Gara 3 degli ottavi di finale Play off challenge contro Sora, la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia si prepara ad affrontare con rinnovata fiducia ed entusiasmo la serie dei quarti di finale contro la Calzedonia Verona.

Settimana di lavoro importante per staff tecnico e squadra con l’obiettivo di fornire la migliore prestazione possibile contro gli scaligeri.

Coach Fronckowiak punta molto sul buono stato di forma, soprattutto dei due posti 4 Lecat e Massari, entrambi in doppia cifra nel match contro i laziali. Ma il tecnico brasiliano punta molto 

anche sull’esperienza play off di giocatori dalla grande esperienza come Coscione e Marra abituati a giocare questo tipo di partite.

Quella di oggi contro la Calzedonia Verona sarà la partita numero 318 nella massima serie tra Regular Season, Play-Off, Coppa Italia e Supercoppa italiana.

Per quanto riguarda la compagine ospite, gli scaligeri, guidati in panchina da coach Grbic, si presentano ai quarti Play Off Challenge UnipolSai dopo l’eliminazione dai quarti di finale Play off scudetto. 

Sconfitta in Gara 3 dalla Diatec Trentino, la Calzedonia Verona ha dunque dovuto abbandonare il sogno di raggiungere la semifinale scudetto ed entrare tra le prime quattro del Campionato.

Ma Verona arriva anche dall’eliminazione in semifinale di Coppa Cev per mano dei turchi dello Ziraat Bankasi Ankara.

 La formula dei play off challenge prevede che le quattro squadre classificatesi dall’11° al 14° posto, al termine della Regular Season partecipino agli Ottavi di Finale, al meglio delle 3 gare.

La prima gara e l’eventuale spareggio si disputano in casa delle squadre con la miglior classifica. 

Alla seconda fase partecipano le squadre uscite dai Quarti di Finale Scudetto, le due vincenti gli Ottavi, e la 9a e 10a classificata: Quarti di Finale e Semifinali si disputano con match di andata e ritorno ed eventuale Golden Set (primo match in casa della peggior classificata in Regular Season), mentre la Finale di disputa in gara unica in casa della meglio classificata al termine della stagione regolare.

 

  • Pubblicato in Sport

Al Pala Valentia arriva la Calzedonia Verona

SuperLega UnipolSai: la 23esima giornata, la decima del girone di ritorno, vede fronteggiarsi la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia e la Calzedonia Verona. A dirigere il match una coppia di fischietti romana: si tratta del primo arbitro Stefano Cesare, coadiuvato dal suo secondo Marco Zavater.

Quella di domani in casa Tonno Callipo sarà la partita numero 262 nella massima serie considerando tutte le competizioni giocate (regular season, play-off, coppa italia e supercoppa italiana). I giallorossi vanno a caccia della vittoria numero 112.

 

 


QUI TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA Penultima gara casalinga di Regular Season per i giallorossi che domani pomeriggio, ore 18:00, affrontano la Calzedonia Verona. A quattro giornate dal termine della fase regolare del campionato, la posta in gioco è altissima e la Tonno Callipo, al pari degli scaligeri, va a caccia di punti pesanti dopo il ko subito nel posticipo della 22° giornata in casa della LPR Piacenza. In Emilia la squadra di Kantor ha disputato una buona partita, ma è mancata quella continuità necessaria per imbrigliare il gioco dei piacentini che si sono imposti con il punteggio di 3-1. Sebbene la classifica non abbia subito grandi scossoni, Coscione e compagni devono guardarsi le spalle dal ritorno di una squadra in forte ascesa come Latina che, dopo la vittoria nel derby con Sora, tallona i giallorossi a tre lunghezze di distanza insieme a Ravenna. Poco tempo per rifiatare e per ricaricare le batterie per la flotta giallorossa, dunque, tornata ieri mattina da Piacenza. Ma in certi casi giocare ogni tre giorni può far bene ad una squadra che ha voglia di riscatto. A caricare l’ambiente ci ha pensato il centralone brasiliano Deivid Junior Costa tra i migliori in campo sia nel match interno contro Padova, che nella trasferta piacentina. Punto di riferimento importante in attacco per Manuel Coscione, Costa sta facendo valere tutta la propria potenza e fisicità. Queste le sue parole alla vigilia del match contro la Calzedonia Verona di mister Nikola Grbic: “A Piacenza abbiamo giocato una buona partita, ma non siamo riusciti a concretizzare le occasioni che abbiamo avuto per provare ad ottenere punti. Il Campionato non conosce soste e ora ci attende un’altra battaglia in casa contro Verona che è una squadra molto forte fisicamente e con elementi di grande qualità. Dovremo dare il massimo per vincere anche perché la lotta per l’ottavo posto si fa sempre più serrata e noi abbiamo voglia di mantenere la posizione che abbiamo conquistato”

QUI CALZEDONIA VERONA Da quando Nikola Grbic siede sulla panchina della Calzedonia Verona è cambiato la stagione del club scaligero. Partito con grandi ambizioni, derivate dai risultati raggiunti lo scorso anno e dall’arrivo di campioni del calibro di Djuric e Giovi, il club del presidente Magrini ha smarrito la strada nella prima parte del campionato fallendo, peraltro, la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia (Verona eliminata in casa agli ottavi da Sora). Esonerato Andrea Giani, la società scaligera ha puntato su Nikola Grbic e dall’avvento in panchina del tecnico serbo, Baranowicz e compagni hanno cambiato marcia portandosi a soli due punti dal quarto posto occupato da Modena. La Calzedonia Verona ha, inoltre, acquistato Luigi Randazzo, ex di turno, dalla Cucine Lube Civitanova e il martello siciliano ha da subito fornito il proprio prezioso contributo alla causa dei veneti. Dal talento di Baranowicz in regia, a quello di Uros Kovacevic in posto 4, fino alla potenza di Djuric in posto 3 e all’esuberanza fisica dei due centrali Anzani e Zingel. Giocatori in grado di fare la differenza in qualsiasi momento e in grado di far compiere il salto di qualità ad una società che punta a dar fastidio alle “fab-four” della SuperLega. Così Grbic alla vigilia: “Ai miei ragazzi l’avevo detto anche prima della partita con Modena: non siamo dei brocchi se perdiamo 3 a 0 così come non siamo dei campioni se invece vinciamo 3 a 0. Mercoledì abbiamo perso contro un avversario che ha rischiato e ha giocato molto bene. Dobbiamo imparare da quella gara a soffrire nel gioco punto su punto e a rimanere in partita anche quando l’avversario gira bene. Adesso si va a Vibo, dove cercheremo di fare quello che sappiamo fare”.

PRECEDENTI ED EX Sono 28 i precedenti tra le due società. Nei primi anni 2000 Vibo Valentia e Verona hanno dato vita a duelli epici nei campionati di Serie A2. Una lotta al vertice che ha contrassegnato anche il campionato di A2 stagione 2007-08. Tante sfide anche in Coppa Italia sia di A1 che di A2. Nella Coppa Italia di A1, stagione 2003-04, Vibo e Verona si sono affrontate nella semifinale di Forlì vinta dalla Tonno Callipo. Due le finali di Coppa Italia A2 giocate nel 2004 e nel 2008 e in entrambe le occasioni è stata Verona a conquistare la Coppa che assegna la coccarda tricolore sulla maglia. Sono due gli ex di turno: tra le fila giallorosse ecco Manuel Coscione (a Verona nella stagione 2014-15), tra le fila ospiti ecco Luigi Randazzo (in giallorosso nella stagione 2013-14).

I PROBABILI “STARTING-SEVEN”  Poco tempo per riposare per la squadra di Kantor che deve fare i conti con gli acciacchi postumi del match di Piacenza. Tuttavia, il tecnico argentino potrebbe confermare Coscione al palleggio, Rejlek opposto, Barone e Costa al centro, Barreto Silva e Geiler in posto 4, Marra libero. Nikola Grbic potrebbe rispondere con Baranowicz al palleggio, Djuric opposto, Anzani e Zingel i centrali, Kovacevic e Randazzo di banda (Ferreira però scalpita per ritrovare una maglia da titolare), Giovi libero.


INTERNET, RADIO E TV La partita sarà raccontata in diretta streaming sulle frequenze di Lega Volley Channel (www.sportube.tv/volley). LaC,  emittente televisiva ufficiale della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, trasmetterà la differita integrale lunedì 13 febbraio alle ore 22:30.  Diretta radiofonica della partita su Radio Onda Verde con la consueta diretta volley a partire dalle ore 17:55 in Fm sui 98 MHZ e in streaming su www.radioondaverde.it con il commento di Nicola Galloro.

  • Pubblicato in Sport

Volley: Tonno Callipo Vibo Valentia corsara in casa della Calzedonia Verona

CALZEDONIA VERONA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 2-3 (23-25, 25-23, 23-25, 25-19, 12-15)

CALZEDONIA VERONA: Zingel 9, Kovacevic 25, Lecat 5, Ferreira 6, Baranowicz , Mengozzi 9, Djuric 20, Anzani 3, Giovi (L). Non entrati: Paolucci, Holt, Stern, Frigo (L2). Allenatore: Giani


TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 8, Coscione 3, Marra (L), Geiler 13, Michalovic 7, Barreto Silva 17, Barone 8, Thiago Alves, Diamantini 4, Rejlek 16. Non entrati: Buzzelli, Torchia (L2).  Allenatore: Kantor

ARBITRI: Saltalippi e Santi


NOTE: durara set: 28’, 28’, 35’, 25’, 20’. Tot. 136’. Calzedonia Verona: bs 22, ace 3, ric. pos. 32%, ric. perf. 18%, att. 50%, muri 12. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: bs 17, ace 6, ric. pos. 45%, ric. perf. 37%, att. 44%, muri 10.

Affamata, determinata, mai arrendevole. La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia conquista la terza vittoria consecutiva andando ad espugnare il campo della Calzedonia Verona dopo una maratona durata oltre due ore e
mezzo e conclusasi al tie-break.

Tre successi in sette giorni, otto punti conquistati, due vittorie ottenute in Veneto (domenica scorsa a Padova, oggi in terra scaligera). Così com'era successo mercoledì con Piacenza, Coscione e compagni non hanno mai
mollato, anche quando la squadra si è trovata sotto 11-6 al quinto set. Con Verona a quattro punti dalla vittoria, il sestetto di coach Kantor ha messo a segno un impressionante break di 7-0, legittimando il successo con il punteggio di 12-15 dopo l’errore finale in attacco di Lecat.

Tre i giocatori in doppia cifra per i giallorossi: Barreto Silva 17 punti con il 50% in attacco, Rejlek 16 punti, Geiler 13 punti.

Decisivo l’ingresso del centrale brasiliano Deivid Junior Costa in sostituzione di Diamantini: per il posto tre classe 1988, otto punti realizzati con il 56% in attacco e 3 muri realizzati.

Capitan Coscione, ex di turno, è stato premiato come Mvp della partita.

LA PARTITA

Prima frazione di gioco che inizia con molto equilibrio con le due squadre che si rincorrono punto su punto. Vibo Valentia prende ritmo e va avanti di più quattro (8-12).

La compagine calabrese che mantiene le distanze, arrivando anche al più cinque (15-20). Finale di set con Verona che, con Baranowicz al servizio, arriva sul meno uno annullando tre set point consecutivi (23-24).

Vibo rialza la testa e dopo una ricezione miracolosa, la mette giù con Geiler. Termina 23 a 25. Tra le fila gialloblu, buone le prestazioni di Kovacevic e Mengozzi che chiude con il 100% di positività (sei punti di cui un ace e un muro).

Secondo set che parte bene per Verona che va anche a più tre (7-4), salvo poi subire un parziale di cinque punti da Vibo, che con Geiler al servizio arriva al break a favore (7-9). Vibo Valentia che mantiene il comando,
fino al triplo muro della Calzedonia, due volte con Mengozzi e una con Djuric, che portano il risultato in parità (18-18). Djuric che torna protagonista poco dopo del break di Verona (22-20); bello il suo diagonale su alzata di Kovacevic che poi chiude il set 25 a 23.

Terzo set che parte bene per Verona con Aidan Zingel al servizo. La squadra di Giani va sul più quattro (9-7). Seconda parte di frazione con Calzedonia prima avanti e poi raggiunta e superata sul finale di set da Vibo
Valentia che trova in Rejlek uno dei suoi punti forti (a segno per ben cinque volte). Calzedonia che si trova a rincorrere e a dover vincere per arrivare al tie break.

Quarta frazione di gioco con Verona ben salda al comando che riesce a portare la squadra calabra al quinto set, è di Aidan Zingel il punto del 25 a 19.

Tie break che fa da riassunto all’intero match dei ragazzi di Andrea Giani con Verona che va avanti di quattro punti e che viene poi nuovamente raggiunta e superata.

Quinto set che termina 12 a 15.

Al termine della gara il capitano dei giallorossi Manuel Coscione ha dichiarato: “Penso sia un risultato importante su un campo molto difficile, abbiamo fatto una buona gara, non abbiamo mai mollato e questa è una bella caratteristica della nostra squadra. Qui a Verona ho bellissimi ricordi, ho passato un' annata fantastica ed è nato pure mio figlio, è una città che porto sempre nel cuore con grande affetto”.

  • Pubblicato in Sport
Sottoscrivi questo feed RSS