Rubano alimenti in un supermercato e si danno alla fuga, denunciati

Tre persone, C.R.R., C.M. e I.E., rispettivamente di 21, 37 e 20 anni, sono state denunciate a Crotone, con l'accusa di furto e ricettazione.

In particolare, i poliziotti sono intervenuti in un supermercato dove un addetto alla sicurezza aveva segnalato una donna che, dopo aver commesso un furto, si era data alla fuga con un’auto.

Avviate le ricerche, gli agenti hanno individuato il veicolo sulla statale 106, all’altezza del Cara “Sant’Anna”.

Una volta bloccata l’autovettura e identificati gli occupanti, gli uomini della polizia di Stato hanno rinvenuto la merce appena rubata, ovvero generi alimentari di ogni sorta.

Per i tre, originari del Reggino, oltre alla denuncia per furto e ricettazione, è scattato il foglio di via emesso dal questore di Crotone.

Sorpreso con armi, esplosivo e droga: arrestato

Quattro pistole, esplosivo ad alto potenziale e 37 grammi di marijuana.

È quanto hanno rinvenuto a Isola Capo Rizzuto, i finanzieri di Crotone.

In particolare, durante un posto di controllo effettuato sulla statale 106, le fiamme gialle hanno fermato un'auto alla cui guida c'era M.D.A., di 25 anni.

I militari, una volta constatato che il giovane non aveva mai conseguito la patente di guida, hanno deciso di effettuare una perquisizione, nel corso della quale, nel veicolo, hanno rinvenuto esplosivo.

Dopo aver denunciato un'altra persona che si trovava a bordo dell'auto con un coltello di 17 centimetri di lunghezza, i militari hanno esteso la perquisizione a casa di M.D.A..

Durante l'attività, effettuata con l'ausilio di un'unità cinofila, sono state trovate le pistole e la sostanza stupefacente.

Contestualmente è stato scoperto anche un allaccio abusivo alla rete elettrica, per il quale è stato denunciato il padre del venticinquenne.

  • Pubblicato in Cronaca

Droga e munizioni nei bagni di una scuola, manette per un 43enne

I carabinieri della Sezione operativa della Compagnia di Crotone, coadiuvati da un’unità cinofila antidroga del locale Comando provinciale della guardia di finanza, hanno arrestato un 43enne del luogo già sottoposto agli arresti domiciliari.

L'uomo è accusato di aver nascosto nei bagni dell’ex liceo “Gravina”: 200 grammi di cocaina, poco meno di 2 chilogrammi di marijuana, materiale per il confezionamento e 226 cartucce calibro 12.

Dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, i militari hanno arrestato il 43enne, il quale, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la locale casa circondariale, in attesa dell’udienza di convalida. 

  • Pubblicato in Cronaca

Accusato di aver torturato migranti in Libia, 38enne arrestato in Calabria

Un cittadino libico, Wael Ghali Masoud Alhasaeri, di 38 anni, è stato arrestato dai poliziotti della Squadra mobile di Crotone, con l'accusa di associazione a delinquere e tortura.

L'arresto è scattato in seguito alla denuncia presentata al corpo di guardia del Cara di Isola di Capo Rizzuto (Kr), da un giovane di nazionalità somala che ha dichiarato di aver riconosciuto, all’interno del campo, l'uomo che lo avrebbe torturato ai tempi della sua permanenza in una safe house in Libia.

Il somalo ha inoltre riferito di aver assistito anche a un omicidio commesso dal libico a titolo di esempio per gli altri.

Dalle indagini compiute dagli uomini della Squadra mobile sarebbe emersa l'appartenenza dell'indagato ad un'organizzazione dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Una volta scoperto che il libico si accingeva a lasciare il campo d'accoglienza, i poliziotti, di concerto con la Procura distrettuale antimafia di Catanzaro, lo hanno arrestato e trasferito nel carcere di Crotone.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Esame della patente con l'auricolare, tre denunce

Tre persone, A. F. di Catanzaro, C. D. di Cinisello Balsamo e P. A. di Crotone sono state denunciate in concorso, per tentata truffa aggravata ai danni dello Stato o di altro ente pubblico.

In particolare, durante un blitz effettuato alla motorizzazione della città pitagorica, dove era in corso una sessione d'esame per il conseguimento della patente B, gli agenti della polizia stradale hanno sorpreso un candidato che, con fare sospetto, sussurrava la domande.

All'esterno della sala in cui si stava svolgendo la prova, altri poliziotti hanno individuato una Fiat Punto, con a bordo due persone intente a comunicare attraverso  un dispositivo radiomobile.

Al termine della sessione d’esame è stato fermato il candidato sorpreso poco prima a sussurrare, sul quale, nascosta sotto gli indumenti, è stata rinvenuta una ricetrasmittente usata per ricevere le risposte ai quiz.

Per i tre è quindi scattata la denuncia in stato di libertà per tentata truffa aggravata ai danni dello Stato o di altro ente pubblico.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpresi a vendere collane rubate, denunciati

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Crotone hanno deferito all’autorità giudiziaria un 29enne ed un 40enne, entrambi di Corigliano Calabro (CS).

I due sono stati sorpresi in un negozio per la compravendita di oro, mentre stavano per vendere due collane d’oro rubate.

I monili sono stati recuperati e restituiti al proprietario.

  • Pubblicato in Cronaca

Beccati con eroina e cocaina, arrestati

I carabinieri della Compagnia di Crotone hanno arrestato un 30enne, un 22enne ed un 26enne, tutti del luogo, ritenuti responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione, i militari hanno trovato nella disponibilità degli arrestati 40 grammi d'eroina e 5 dosi di cocaina.

Terminate le formalità di rito, i tre sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

 

Cade a causa di un malore, anziana donna salvata dai poliziotti

Un'anziana signora è stata salvata dagli uomini della polizia di Stato di Crotone dopo essere stata colta da un malore.

In particolare, all'alba di oggi la sala operativa della questura pitagorica ha ricevuto una telefonata con la quale è stata segnalata la presenza di una donna che chiedeva aiuto.

Dal momento che la persona che ha lanciato l'allarme non è riuscita ad indicare il luogo esatto dal quale proveniva la richiesta, i poliziotti hanno effettuato una celere ricerca che ha permesso d'individuare la casa in cui si trovava la malcapitata.

Una volta aperta la porta ed entrati nell'appartamento, gli agenti hanno trovato l'anziana donna riversa a terra in camera da letto.

Sul posto sono quindi intervenuti i sanitari del 118 che hanno prestato alla donna le cure del caso.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS