Tenta di rapinare due prostitute, arrestato

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Crotone hanno tratto in arresto il 27enne extracomunitario Ebrima Jobe per tentata rapina aggravata ai danni di due prostitute.

In particolare, i militari hanno accertato che l’uomo ha minacciato con una spranga due donne di nazionalità Bulgara, alle quali ha cercato di sottrarre le rispettive borse.

La resistenza opposta dalle donne ed il tempestivo intervento dei militari ha permesso di bloccare il 27enne, il quale, al termine delle formalità di rito, su disposizione del pm di turno , è stato tradotto presso la casa circondariale di Crotone.

Al termine dell’udienza, l’uomo è stato condannato ad un anno e otto mesi di reclusione.

  • Pubblicato in Cronaca

Cocaina nascosta nel giardino, 42enne finisce in manette

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Crotone e di un’unità cinofila di Vibo Valentia, hanno tratto in arresto un 42enne del luogo per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto, in una cassetta metallica conservata nel salone, un involucro in cellophane con 84 grammi di cocaina e due bilancini elettronici.

La perquisizione ha interessato anche il giardino dell'abitazione dove, in un fusto rinvenuto sotto terra, gli uomini dell'Arma hanno trovato 1965 grammi di cocaina.

Dopo aver sequestrato la droga, i militari hanno tratto in arresto il 42enne, il quale, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Crotone.

 

In auto con eroina e marijuana, arrestato

I militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Crotone e del Gruppo carabinieri forestale, hanno tratto in arresto un 54enne del luogo per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione personale e veicolare, gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto 10 dosi d’eroina e 47 dosi di marijuana.

 Terminate le formalità di rito, su disposizione del pubblico inistero di turno della procura di Crotone, l’arrestato è stato sottoposto ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

  • Pubblicato in Cronaca

Operazione "Grimilde" contro la 'ndrangheta, arresti anche in Calabria

Sono due le persone finite in manette in provincia di Crotone nell’ambito dell’operazione “Grimilde”, condotta dalla squadra mobile di Bologna, che ha portato complessivamente all´arresto di 16 presunti appartenenti ad un sodalizio di `ndrangheta operante in Emilia Romagna.

L’attività, nel corso della quale sono state eseguite oltre cento perquisizioni, ha permesso di  smantellare una presunta articolazione ‘ndranghetista operante nelle province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

Per gli inquirenti, nel corso degli anni, la presunta consorteria avrebbe espresso il proprio potenziale criminale in seno alla `ndrangheta e la propria forza di intimidazione, sia con l’eccezionale disponibilità di armi che con l’esecuzione d’attentati incendiari.

In particolare, in provincia di Crotone sono finiti in manette V.L e B.G., rispettivamente di 52 e 30 anni.

Il primo, accusato d’associazione di tipo mafioso, è stato sottoposto alla custodia cautelare in carcere.

Il secondo, invece è finito ai domiciliari con l’accusa d’intestazione fittizia di beni e trasferimento fraudolento di valori aggravati dalla mafiosità.

Un'altra barca carica di migranti intercettata al largo della costa calabrese

Poche ore dopo la conclusione di un'operazione finalizzata al contrasto dell'immigrazione clandestina, culminata con il sequestro di un'imbarcazione e lo sbarco di una sessantina d'immigrati nel porto di Roccella Jonica, nella prima mattinata di ieri, un velivolo della guardia di finanza del Coan in missione di controllo sul mar Jonio, ha allertato il dispositivo di sorveglianza, segnalando un'altra imbarcazione a vela a una trentina di miglia marine dalle acque territoriali italiane.

Ricevuto l'allarme, due unità navali della guardia di finanza, una del Roan di Vibo Valentia e una del Gruppo aeronavale di Taranto, hanno preso immediatamente il mare ed hanno individuato e intercettato un monoalbero di una quindicina di metri, costantemente monitorato dagli elicotteri della Sezione aerea della guardia di finanza di Lamezia Terme, a largo della Calabria.

Una volta fermata e sottoposta a controllo l'imbarcazione, i finanzieri hanno trovato a bordo, stipati sottocoperta, 53 migranti, (43 adulti 10 minori tutti di sesso maschile, di probabile origine pakistana), mentre al timone sono stati sorpresi due cittadini ucraini, sospettati di essere gli scafisti.

I militari hanno, quindi, preso in custodia gli ucraini e condotto sotto scorta la barca a vela nel porto di Crotone, dove sono giunti nella primissima mattinata odierna, per le operazioni di identificazione ed assistenza sanitaria dei migranti.

Dalle prime informazioni, pare che il viaggio sia iniziato alcuni giorni fa in Turchia e la navigazione sarebbe stata condotta in modo da raggiungere l’Italia durante la notte fra sabato e domenica, con l’evidente speranza di trovare meno controlli, portare a termine senza problemi il traffico e consentire agli scafisti di dileguarsi.

Al momento dell’intercettazione la barca a vela stava navigando senza alcun problema apparente e i migranti, non visibili all’esterno, sono stati scoperti solo quando i militari sono saliti a bordo del natante e sono entrati nei locali interni.

I presunti scafisti saranno verosimilmente sottoposti ad arresto, l’imbarcazione, invece, è stata sequestrata, mentre i migranti saranno condotti nelle strutture d'accoglienza per gli adempimenti del caso.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso mentre cerca di rubare un'auto, arrestato

Tentato furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e violazione degli obblighi della sorveglianza speciale. Queste le accuse con le quali un trentenne, C.P., di Crotone è finito in manette nella città pitagorica. 

A stringere le manette attorno ai polsi dell'uomo sono stati i poliziotti della squadra volanti, che lo hanno sorpreso nel centro storico della città mentre tentava di rubare un'auto.

Vistosi scoperto, il trentenne ha cercato infruttuosamente di colpire uno degli agenti.

Una volta bloccato, C.P. è stato arrestato e posto ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Munizioni e cocaina in una carrozzeria, arrestato 35enne

I carabinieri della Stazione di Cutro, durante un servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di armi e droga svolto nella città di Crotone, hanno tratto in arresto un carrozziere di 34 anni del luogo.

In particolare, nel corso di una perquisizione presso la carrozzeria dell’uomo, i militari hanno rinvenuto 22 cartucce calibro 38, 42 cartucce calibro 22 e 44 grammi di cocaina.

Il trentaquattrenne è stato, pertanto, tratto in arresto ed al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Crotone.

  • Pubblicato in Cronaca

Evade dai domiciliari, arrestato

I carabinieri della Stazione di Crotone hanno arrestato un ventiquattrenne del luogo perché, pur essendo sottoposto ai domiciliari, al momento del controllo non è stato trovato in casa.

Il ragazzo è stato rintracciato dai militari dell’Arma per strada.

Il giovane, quindi, è stato nuovamente sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa delle ulteriori valutazioni dell’autorità giudiziaria.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS