All'Aditorium dello Spirito Santo di Vibo il recital della pianista beatrice Zoccali

Domani (giovedì 7 febbraio) alle 18,00, presso l’Auditorium dello Spirito Santo, nuovo appuntamento della stagione "I concerti del giovedì - Un’idea per la città 2019", promossa dal Conservatorio di Musica di Vibo Valentia con la collaborazione organizzativa di AMA Calabria.

Protagonista della serata la pianista Beatrice Zoccali docente del conservatorio hipponiano in un recital dedicato al grande compositore calabrese Francesco Cilea.

La manifestazione, fortemente voluta dal Presidente del Conservatorio Avv. Francesco Vinci vede cooperare per l’occasione il Centro Servizi per il Volontariato di Vibo Valentia presieduta da Antonio Murone.

Maria Beatrice Zoccali è nata a Palmi (RC), ha studiato pianoforte presso il Conservatorio di musica "F. Cilea" di Reggio Calabria dove, sotto la guida del M° Ninì Giusto, ha conseguito nel 1987 il diploma con il punteggio di "10 Lode e Menzione d'onore". Si è, successivamente, perfezionata con i Maestri Cafaro, Quagliata, Delle Vigne, Fischer, Hoffmann, Crudeli, Fabbri, Mounier, Sandor.

Nel 2003 ha suonato in duo con il famoso violinista russo Pavel Berman, figlio del grande pianista scomparso Lazar Berman e direttore artistico dell'Orchesta Filarmonica Kaunas, in Lituania. Nell'ottobre 2004 è stata ospite dell'Università della Musica di Klaipeda in Lituania dove, su espresso invito del Decano-Rettore Prof. V. Tetenskas ed in qualità di docente, ha tenuto un corso di Perfezionamento Pianistico per giovani universitari e diversi concerti come solista al pianoforte e come pianista in formazioni di musica da camera, ottenendo apprezzamenti e gratificazioni, coronate anche da numerose recensioni apparse su importanti riviste del Paese.

Nell’ottobre 2011, presso gli Studi della Belmusic di Milano, ha inciso un Cd con le musiche pianistiche di F.Cilea dal titolo “Il Pianismo di Francesco Cilea – Rarità per Collezionisti”, sotto la direzione artistica del Prof. Daniele Rubboli. Nell’aprile 2012 ha tenuto un concerto a Varazze nella Villa di F. Cilea, dove ha suonato il piano del grande compositore, riscuotendo unanimi apprezzamenti. Il mese successivo è stata in Cina, per una serie di concerti tenuti al Today Art Museum e all’Istituto Italiano di Cultura di Pechino.

All'attività concertistica affianca quella didattica come docente di Pianoforte al Conservatorio "F. Torrefranca" di Vibo Valentia. Dal 2012 suona stabilmente in duo pianistico con Valfrido Ferrari. Il programma, interamente dedicato ad alcune delle opere pianistiche di Francesco Cilea il più grande compositore calabrese di tutti i tempi, comprende lo Scherzo, la Suite, 5 Pezzi tratti dall’Album della Gioventù, il Notturno op. 22, Tre Pezzi op.43 e Risonanze nostalgiche. 

  • Pubblicato in Cultura

Vibo, l’orchestra di fiati "Torrefranca" in concerto all'auditorium dello Spirito Santo

Si svolgerà giovedì 24 gennaio alle 18,00, presso l’Auditorium dello Spirito Santo, il concerto dell’Orchestra di fiati "Fausto Torrefranca" diretta dal M° Antonio La Torre. 

La manifestazione rientra nell’ambito della stagione "I Concerti del giovedì - Un’idea per la città 2019", promossa dal Conservatorio di musica di Vibo Valentia con la collaborazione organizzativa di AMA Calabria.

Il progetto, fortemente voluto dal presidente del Conservatorio Avv. Francesco Vinci, si conferma come la principale iniziativa organica della città nel settore della musica e vede cooperare, per l’occasione, l’associazione Rotary di Vibo Valentia, presieduta dalla dott.ssa Sonia Lampasi.

L’Orchestra di fiati del Conservatorio "Fausto Torrefranca", fondata dal M° Antonio La Torre, è composta da circa 50 giovani strumentisti allievi, selezionati con apposite audizioni dai docenti di strumento a fiato e percussione.

Da anni, ormai, l’orchestra si esibisce regolarmente nei più prestigiosi teatri della regione Calabria collaborando con numerose istituzioni, in occasione delle ricorrenze pubbliche della Repubblica e con le più importanti associazioni concertistiche sostenute anche dal MiBAC.

Per l’occasione, l'orchestra si avvarrà di alcuni fra i migliori docenti del conservatorio, presenti in qualità di prime parti e specificatamente: Alessandro Gigliotti e Tommaso Rotella al clarinetto, Verio Sirignano al flauto, Giuseppe Barletta al corno, Remo D’Ippolito alla tromba e Francesco Lucchino al Basso Tuba.

Il programma di assoluto interesse musicale, comprende: di Franz von Suppé Gli scherzi del bandito, di Nino Rota Amarcord, di James Barnes Alvamar Ouverture, di Nunzio Ortolano Manola, di Jacob de Haan Ammerland, di Ennio Morricone Portrait e di Jacob de Haan Oregon. 

Filadelfia, successo per il doppio concerto di Capodanno dell’associazione “Diapason – Gemelli “

Il tradizionale concerto di Capodanno dell'orchestra di fiati “ Giovanni Gemelli” di Filadelfia è diventato un appuntamento imprescindibile delle iniziative musicali e culturali della città.

La manifestazione richiama l'attenzione di spettatori provenienti da tutta la provincia di Vibo Valentia.

Con il solito impegno e dedizione, anche quest’anno, i Maestri Francesco Conidi e Massimo Campisano, hanno preparato un programma che ha entusiasmato la platea, nel solco della tradizione e dell'innovazione.

Novità assoluta del concerto 2019 il doppio appuntamento, alle ore 17.30 ed alle ore 19, grazie al quale è stato possibile soddisfare tutte le richieste di partecipazione all'evento.

 Come al solito, il pubblico ha apprezzato la qualità e la bravura dell'Orchestra e dei suoi Maestri e musicisti, molti dei quali diplomati al conservatorio.

Oltre a brani natalizi di grande impatto, sono stati eseguiti: la “Gazza ladra” di Rossini (nel 150° dalla morte del compositore pesarese); musica di autori contemporanei e trasposizioni dalla musica pop.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto dal presidente dell’associazione “Diapason – Gemelli”, Bruno Caruso, ai maestri: Giovanni Rondinelli, che ha diretto il brano Giocherello, con al clarinetto solista Bruno Bartucca; Tommaso Conidi; Angela Marrella; Giovanni Bartucca e Gianfranco Bilotta.

Un ringraziamento è stato rivolto, inoltre, ad Angela Mancari; a Francesca De Nisi e Pasquale Masdea.

 Al concerto hanno assistito, tra gli altri: il sindaco di Filadelfia, Maurizio De Nisi che ha salutato i presenti porgendo l'augurio di un sereno 2019, il sindaco di Francavilla Angitola, Giuseppe Pizzonia, i rispettivi vice Carchedi e Anello, il presidente del Consiglio comunale filadelfiese Masino Diaco ed il maggiore della guardia di finanza Rosario Masdea.

Il concerto di Capodanno rappresenta  solo la prima delle attività  che l'Orchestra di fiati “Gemelli” ha in cantiere per il nuovo anno. Tra gli appuntamenti previsto per il 2019: la partecipazione al concorso Ama Calabria; il concerto presso i Musei Vaticani di Roma e la partecipazione alla Master Class con il Compositore e Maestro austriaco Otto Schwarz.

  • Pubblicato in Cultura

Chiaravalle, tra musica e teatro i programmi della consulta della Cultura

Musica, libri e teatro nei programmi della Consulta comunale della Cultura di Chiaravalle Centrale. L'assemblea che si è tenuta presso la sala consiliare, alla presenza del vicesindaco Pina Rizzo e del consigliere comunale Gianfranco Corrado, è servita per delineare i prossimi impegni associativi.

Prima tappa il 16 dicembre, alle ore 18, con la manifestazione “Pregare cantando”. Un raduno di cori che si svolgerà in chiesa Matrice e coinvolgerà tante realtà presenti sul territorio. A gennaio, invece, spazio al teatro, con il terzo concorso interregionale promosso dall'amministrazione comunale e dalla Uilt Calabria. Saranno quattro le compagnie in gara, cui andranno ad aggiungersi due spettacoli nazionali fuori concorso e una serata ad hoc per le premiazioni finali. 

A breve, dunque, partirà la campagna abbonamenti e l'impegno condiviso è quello di rendere sempre più partecipata la rassegna del Teatro Impero. In tal senso, il vicesindaco ha auspicato una collaborazione fattiva da parte degli appassionati e dei soci della Consulta, precisando che molte delle attività di gestione ordinaria della struttura saranno delegate ai lavoratori della mobilità in  deroga arruolati dall'ente. Nel corso dell'assemblea sono state gettate le basi per un vero e proprio festival della “letteratura al femminile”, con una selezione di autrici calabresi e delle loro opere. Per quanti riguarda i libri, verrà proposto anche un incontro di presentazione del volume “Cine tour Calabria.

Guida alla Calabria cinematografica” di Maurizio Paparazzo e Giovanni Scarfò. Tra i progetti più interessanti, la riscoperta del compositore chiaravallese Luigi Griffo, cui verrà dedicata una manifestazione con tanto di concerto musicale a cura del maestro Vincenzo Macrì.

A febbraio, infine, andrà in scena a teatro lo spettacolo di Ulderico Nisticò “L'amore e gli amori”, con la collaborazione di Teresa Tino e Caterina Menichini. 

  • Pubblicato in Cultura

A Vibo concerto del violinista Shlomo Mintz

Domenica 28 ottobre 2018 presso l’Auditorium della Spirito Santo di Vibo Valentia, con inizio alle 18.00, avrà luogo il concerto di Shlomo Mintz, consierato uno dei maggiori violinsiti viventi accompagnato al pianoforte da Sander Sitting.

La manifestazione, organizzata da Ama Calabria con il sostegno del MiBAC e della Regione Calabria, si avvale della collaborazione del Conservatorio Statale di Musica Fausto Torrefranca.

Critici, colleghi e pubblico sono concordi nel considerare Shlomo Mintz uno dei maggiori violinisti del nostro tempo, stimato per la sua impeccabile musicalità, versatilità stilistica e padronanza tecnica.

Nato a Mosca nel 1957, due anni dopo è emigrato con la famiglia in Israele dove ha iniziato a studiare con Ilona Feher. A undici anni ha debuttato con la Israel Philharmonic Orchestra e a sedici anni ha debuttato alla Carnegie Hall di New York con la Pittsburgh Symphony Orchestra, suo mentore fu il grande violinista Isaac Stern. Ha poi continuato gli studi con Dorothy DeLay alla Julliard School of Music di New York. Ha collaborato con direttori storici come Sergiu Celibidache, Pablo Casals, Eugene Ormandy, Claudio Abbado, Lorin Maazel, Mistislav Rosptropovich, Carlo Maria Giulini e continua a collaborare con le orchestre più celebri e i direttori più noti della scena internazionale. Ha vinto numerosi premi di prestigio, quali il Premio Accademia Musicale Chigiana di Siena, il Diapason d’Or, il Grand Prix du Disque, il Gramophone Award e l’Edison Award. Nel 2006 ha ricevuto la laurea honoris causa dall’Università Ben – Gurion di Beersheba.

Oltre ad essere violinista e violista Shlomo Mintz ha aggiunto al suo curriculum artistico il ruolo di direttore d’orchestra dirigendo le più importanti orchestre internazionali. Ha fatto parte della giuria di importanti concorsi internazionali di violino, come il Tchaikovsky di Mosca e il Queen Elisabeth International Music Competition di Bruxelles. Sander Sittig, nato a Rotterdam nel 1961, ha studiato al Conservatorio di Amsterdam con Jan Wijn e dopo il diploma ha continuato con Naum Grubert, Willem Brons, Eugene Indjic. Dopo aver vinto numerosi premi in diversi concorsi ha iniziato una brillante carriera concertistica in tutto il mondo. Ha inciso composizioni per pianoforte e musica da camera di Mozart ed è ospite in diversi programmi televisivi e radiofonici.

Collabora in modo continuativo con la compagnia teatrale Oorkaan del Concertgebouw e con il Crans-Montana Classics Festival. Accompagna regolarmente Shlomo Mintz nei suoi concerti internazionali.

Di particolare interesse il programma che prevede l’interpretazione di Wolfgang Amadeus Mozart la Sonata in Si bemolle maggiore per violino e pianoforte, K 454, di Ernest Chausson il Poème Op.25, di Johannes Brahms la Sonata n.3 in Re minore per violino e pianoforte, op.108 e di Pablo de Sarasate il Capriccio basco per violino e pianoforte, op. 24 e la Carmen Fantasy op.25.

 

  • Pubblicato in Cultura

Serra: l'orchestra di fiati in concerto con Jan Van Der Roost

Domani (21 ottobre) alle 18,45 presso la chiesa Matrice si concluderà con uno straordinario concerto dell’orchestra di Fiati Città di Serra San Bruno diretta da Jan Van Der Roost,  l’incontro che il musicista belga ha avuto con gli allievi del corso di direzione sostenuto con i fondi Siae Sillumina.

La manifestazione è organizzata congiuntamente da Ama Calabria e dalla locale associazione Amici della musica e si avvale del sostegno del MiBac, della Regione Calabria e del Cidim Comitato nazionale italiano musica.

La presenza di una delle maggiori personalità internazionali del mondo bandistico, rappresenta un’ulteriore conferma dello sviluppo che in Calabria stanno registrando le orchestre di fiati.

Jan Van Der Roost attualmente insegna al Lemmensinstituut a Lovanio (Belgio) ed è professore ospite speciale al "Shobi institute of music" di Tokyo, insegnante ospite alla "Nagoya university of art" e professore visitatore al Senzoku Gakuen di Kawasaki (Giappone). Oltre ad essere un prolifico compositore, è molto richiesto come membro di giuria, conferenziere, insegnante in masterclass e direttore ospite: le sue crescenti attività musicali l'hanno portato a viaggiare in oltre 40 paesi di 4 continenti diversi, mentre le sue composizioni sono eseguite e registrate in tutto il mondo. Nel 2001 pubblicò il suo primo Cd per la "Emi classics" e da allora la sua attività non ha conosciuto sosta. Imponente è la lista delle sue composizioni che vengono eseguite in tutti i continenti.

A collaborare con il grande maestro belga il complesso bandistico “Città di Serra San Bruno” che nasce nel 1994 quando un gruppo amanti della musica, si riuniscono e decidono di dare vita all’Associazione Amici della musica sotto la direzione del maestro Giuseppe Salerno.

Tantissime sono state le manifestazioni e raduni cui il complesso ha partecipato come in occasione dell’arrivo a Serra San Bruno della regina del Belgio, Paola di Liegi, o per i festeggiamenti del nono centenario della morte di San Bruno.

Senza dimenticare la direzione del Capitano Cathy Gallè in Landas di origini serresi, direttrice della banda Musicale dell’80 divisione dei Marines con sede a Washington, la banda che presiede ai giuramenti dei presidenti Americani, e il concerto in occasione della visita di Sua Santità Papa Benedetto XVI.

Il complesso ha partecipato all’ importante evento “Muti” a Reggio Calabria ed a “Calabria Evolutions 2.0” con la preziosa collaborazione del Maestro Nello Salza. Vincitore di importanti premi in concorsi bandistici, nel 2016 ha ospitato la manifestazione “Calabria evolution” 3.0 con la partecipazione del solista M° Kirill Soldatov. Di seguito ha organizzato il concerto di chiusura del primo anno del “corso di direzione per banda e orchestra di fiati” organizzato dal AMA Calabria, ospitando il famoso maestro e compositore Lorenzo Pusceddu.

A luglio 2017 il complesso Bandistico ha ospitato la manifestazione “Calabria evolution” 4.0 con la partecipazione del solista M° Michél Supéra.

A settembre dello stesso anno, il complesso ha tenuto due concerti a Roma presso la Domus Mariae e ai Musei Vaticani con solista ospite il M° Giacomo Marcocig.

Di particolare interesse il programma incentrato sulle opere del direttore-compositore Jan Van Der Roost di cui saranno eseguite Arsenal Adagio for winds, Rikudim, Four Old Dances Condacum, Orion cui si aggiungono di César Franck Panis Angelicus (arr. Maurizio Managò), di Giulio Caccini Ave Maria (arr. Donato Semeraro), di Andrè Waignein Overture Festive, di Naoya Wada Wind on the Hill, di P. I. Tchaikovsky Marcia Militare.

 

  • Pubblicato in Cultura

Pizzo, al via la prima edizione del Festival jazz

Non solo mare e sole, con le spiagge che sono ancora meta quotidiana di centinaia di turisti. Il settembre pizzitano riserva grandi sorprese anche la sera, con una rassegna di musica dal vivo che nei prossimi tre giorni animerà il centro storico.
 
È al via, infatti, il Pizzo Sunset Jazz, interamente dedicato al sound americano, promosso dal Comune di Pizzo e organizzato dall’associazione Sonika. A coordinare l’allestimento del festival, il consigliere comunale con delega al Turismo, Sharon Fanello.
 
«Sarà un evento molto importante per la nostra città – spiega Fanello – perché vedrà protagonisti musicisti provenienti da tutto il Meridione, il tutto arricchito con laboratori didattici e workshop che continueranno anche nel mese successivo. L’obiettivo è quello di farne un appuntamento fisso nel panorama culturale calabrese. Questa prima edizione, dunque, servirà da apripista per un progetto più lungo e articolato». 
 
Anche la scelta temporale, cioè la fine di settembre, non è casuale. «L’intento – aggiunge il sindaco Gianluca Callipo - è quello allungare la stagione turistica, offrendo ai numerosi visitatori che ancora soggiornano sul nostro territorio, eventi che possano animare Pizzo anche in questo periodo dell’anno che inevitabilmente vede una riduzione delle presenze rispetto ai mesi clou di luglio e agosto». 
 
Diversi gli artisti che si esibiranno in piazza della Repubblica, a cominciare dalle 21.30. 
Si inizia domani, giovedì 27 settembre, con il quartetto Two S Two G, composto da Sebastiano Ragusa, Silvio Ariotta, Giacinto Maiorca e Giuseppe Zangaro. Il giorno dopo, venerdì, sarà la volta del Rupture Jazz Trio, formato da Giampiero Locatelli, Davide Beatino e Tonino Labate. Infine, sabato 29, si esibirà il World Music Quintet, con Davide Cantarella, Domenico Andria, Antonia Criscuolo, Ben Romano e Giglielmo Santimone. La chiusura della rassegna prevede anche un concerto itinerante, con la Jericho Dixieland Jazz Band che dalle ore 19 percorrerà le strade del centro storico dando vita a una performance davvero suggestiva.
  • Pubblicato in Cultura

Vibo, grande successo per il concerto del maestro Alessandro Marano organizzato dal Rotary club

Arte e cultura. Un binomio caratterizzante per lo storico “Rotary Club Vibo Valentia” che, dopo la presentazione del libro sulla storia dell’archeologia in Calabria, ha sponsorizzato il concerto del maestro Alessandro Marano, svoltosi presso il Sistema bibliotecario vibonese.

L’evento, appartenente alla stagione concertistica diretta da Gianfranco Russo, intitolata “Incontri musicali mediterranei”, ha riscosso un grande successo di pubblico.

Nell’occasione il maestro Marano ha anche eseguito una ballata composta dal maestro Sicari, talento emergente vibonese.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Rotary, l’avvocato Sonia Lampasi:

“Ancora una volta il club è stato promotore di cultura a Vibo Valentia – ha sottolineato - Anche in passato il club di Vibo Valentia, grazie all’impegno in tal senso del suo pastpresident notaio Daila Miceli, aveva avuto modo di partecipare a questa stagione concertistica nell’anno di presidenza del dott. Pierluigi Lo Gatto. In quell’occasione i maestri erano stati i fratelli Comito, artisti vibonesi ormai di fama mondiale”.

Alla serata ha partecipato una delegazione del Rotary club di Strongoli, cui il direttore Russo appartiene, guidata dalla presidente Stefania Leotta che nel suo intervento, nel complimentarsi con il club di Vibo Valentia ha auspicato future collaborazioni tra i due club nel segno del servire rotariano.

  • Pubblicato in Cultura
Sottoscrivi questo feed RSS