Serra: scelti i finalisti della 1^ Edizione del Premio internazionale di poesia "Mastro Bruno cerca discepoli nel mondo”

Scelti i finalisti della 1^ Edizione del Premio internazionale di poesia  "Mastro Bruno cerca discepoli nel mondo”, fortemente voluto ed organizzato dal Comitato civico “Mastro Bruno Pelaggi”, presieduto dall’infaticabile Giacinto Damiani e patrocinato dal comune di Serra San Bruno, con l’adesione dei comuni di Gagliato, Soverato, Nardodipace, del Parco naturale regionale delle Serre, del Parco nazionale dell’Aspromonte e del Museo della Certosa.

 Il concorso letterario ha il duplice obiettivo di ricordare Mastro Bruno Pelaggi, il poeta - scalpellino di Serra San Bruno, oggi voce dell’Enciclopedia Treccani e promuovere la cultura in un territorio trascurato ed abbandonato per molti anni da una certa politica nana e perversa.

La giuria, presieduta dal poeta e giornalista Mimmo Stirparo e composta dai poeti Domenico Nardo e Caterina Tagliani e dalla linguista Angela Varì, dopo un’attenta e scrupolosa valutazione delle innumerevoli opere pervenute in forma anonima e nelle sezioni: lingua italiana, dialetto e lingua straniera, ha giudicato meritevoli di riconoscimento ex aequo i seguenti finalisti:

per la Sezione A “Lingua”

Mirabile Calabria  di Bruno Albino De Raffaele di Crotone

A mia madre  di Rocco Rugari di Sant’Eufemia d’Aspromonte (RC)

Ti amava di Cosetta  Taverniti di Pazzano (RC)

L’ultima poesia di Anna Maria Deodato di Palmi (RC)

Una formica di Maria Reale di Roccella Jonica

Foto al color di seppia di Maria Curigliano di Monterosso Calabro (VV)

Se rubo una foto di Paolo Ventrice di Palmi (RC)

Mater  di  Nunzio Industria  di Napoli

L’aria blu  di Pietro Catalano di Roma

Mai mi abbracciasti  di Vincenzo Farina di Ionadi (VV)

per la Sezione B, "Dialetto":

U stùdie d’Andònie  di Sante Diomede di Bari

Fhimmana  d'aieri  e de ojia  di Caterina Morabito di Montepaone  (CZ)

Funtana antica di Filippo Alampi di Soverato (CZ)

Acqua chiara di Filippo Prestia di Vibo Valentia

U brasceri di Rocco Criseo di Bova Marina  (RC)

per la Sezione C, "Lingua Straniera":

As if they were nightingales di Maria Grazia Vai  di Bubbiano (MI)

I vincitori del concorso saranno premiati con pergamena ed artistiche targhe realizzate dal M° Miche Affidato di Crotone, orafo della Chiesa e del Festival di Sanremo.

La cerimonia di premiazione, che si terrà a Serra San Bruno, è prevista per il prossimo mese di settembre, la data sarà ufficializzata agli interessati da comunicazione e mail e dal blog mastro-bruno.blogspot.com.

  • Pubblicato in Cultura

“Incommensurabilmente”, il volume di poesie di Nando Scarmozzino sarà presentato a Sarra San Bruno

Un libro di poesie con al centro la consapevolezza che l’amore supera anche la morte.

Il volume “Incommensurabilmente” di Nando Scarmozzino, giornalista scrittore e poeta, originario di Acquaro, verrà presentato venerdì 6 aprile alle ore 18,00 presso lo storico salone di Palazzo Chimirri, a Serra San Bruno.

All’evento, organizzato con il patrocinio del Comune di Serra San Bruno, prenderanno parte: il sindaco Luigi Tassone che porterà i saluti anche dell’amministrazione comunale, il presidente della Rivista “Santa Maria del Bosco” Domenico Calvetta ed il giornalista Maurizio Onda, che farà da moderatore e relazionerà sul contenuto del volume.

Gli intermezzi musicali sono stati affidati a Rocco Zappone, al nono anno di chitarra classica presso il Conservatorio Statale di musica “Fausto Torrefranca” di Vibo Valentia. Per l’autore questo è il terzo, in ordine di tempo, libro di poesie.

Già presentato in 16 Comuni della provincia di Vibo Valentia ed in quella di Reggio Calabria, l’opera ultima di Nando Scarmozzino continua a riscuotere successo di critica e di pubblico.

Un successo che ha varcato i confini regionali, arrivando fino a Domodossola (VB) e a Torino.

Nella città della Mole, in particolare, il poeta ha illustrato il messaggio che scaturisce dalle poesie in un’aula dell’Università degli Studi di Torino al cospetto di una settantina di studenti del corso “Antropologia e Studi di genere” di cui è titolare  Mara Francese.

Mentre in calendario se ne annunciano diverse altre, quella di Serra San Bruno, città impregnata di forte e secolare religiosità, è considerata dall’ utore una tappa importante per ribadire che “l’amore domina e agita tutte le cose ed è il fondamento per la rinascita e la riaffermazione del mondo e dell’umanità”. 

  • Pubblicato in Cultura

Serra, al via il Premio internazionale di poesia dedicato a Mastro Bruno Pelaggi

La cultura di Mastro Bruno è quella universale, delle origini, perché priva di nozioni. Quindi la più idonea e capace di generare unione, meritocrazia autoironia, rispetto (valori indispensabili  all'umanità, alla crescita civile, quanto le vocali lo sono per l'alfabeto).

Le culture che ne fossero prive adornerebbero solo gente meschina, sostanzialmente incolta, potenzialmente pericolosa".

È con questo spirito che il Comitato Civico “Mastro Bruno” di Serra San Bruno, presieduto dall’infaticabile Giacinto Damiani, intende ricordare il poeta-.scalpellino serrese Bruno Pelaggi, voce con pieno merito nella prestigiosa Enciclopedia Treccani, e lo fa con la 1^ Edizione del Premio Internazionale di Poesia “Mastro Bruno cerca discepoli nel mondo”.

Il concorso letterario è riservato a tutti i cittadini del mondo ed è articolato in 3 sezioni: lingua italiana, lingua straniera e dialetto. Sono ammesse massimo 3 poesie, a tema libero con il limite di trentadue versi ognuna. Il candidato è libero di presentarle: tutte in una sezione, tra due sezioni,o una per ogni sezione. Obbligatoria la traduzione in italiano delle liriche in lingua straniera e dialettali. Le poesie dovranno pervenire, entro e non oltre il prossimo 31 maggio
compilando l’apposita scheda di partecipazione presente sul blog : mastro-bruno.blogspot.it.

Il blogger disporrà le copie anonime per la giuria formata da poeti e linguisti acclarati.

La data della cerimonia  premiazione ai vincitori sarà comunicata, sul blog e/o  per e mail, entro il 31 agosto.

I premi, realizzati dal celebre Maestro orafo crotonese Michele Affidato, saranno tutti assegnati ex aequo.

Sono previsti i premi alla memoria degli illustri serresi Sharo Gambino, Silvano Onda e Giuseppe Maria Pisani; i premi internazionali: Russia, California, Canada, SudAfrica e Tunisia, i premi del Territorio: “pro Domenico Aspro”, Trekking amatoriale - Gagliato, Trekking mistico, la via dei Santuari – Aval, La risalita – Nardodipace, Gemellaggio Soverato, Città di Pitagora Crotone, Radio Serra 40 anni, Dolciaria Fiorindo, Serfunghi di Bruno Calabretta, tutti di Serra San Bruno.

  • Pubblicato in Cultura

Poesia: a Palmi la presentazione del volume di Natale Pace "Inviti superflui"

 Sarà la poetessa Maria Frisina, presidente dell’Associazione “Geppo Tedeschi” a presentare la raccolta poetica “Inviti superflui – Una Poesia per la Sera” di Natale Pace. L’evento, fortemente voluto dal Lyons Club palmese, in collaborazione con il Comune di Palmi, l’Associazione “Fogghi di Luna” e il Leo Club, si svolgerà nella Sala del Consiglio Comunale di Palmi, martedi 12 dicembre prossimo alle ore 16,30 e sarà moderato dal vice presidente del Lyons Carmelo Ciappina.

I lavori saranno aperti dal saluto istituzionale del Sindaco di Palmi Giuseppe Ranuccio e prevedono interventi del Presidente del Lyons Giovanni Barone e dell’Assessore palmese alla Cultura Wladimiro Maisano. Per leggere alcune liriche interverrà l’attore catanese Antonio Spitalieri.

Natale Pace, che sarà ovviamente presente alla manifestazione, autore di poesia (La Terra ed altre Canzoni 1978, Il Seme sotto la Neve 1988), narrativa (Piccole Piume), saggistica (Il Debito, Leonida Repaci nella Storia) attualmente collabora con la rivista Corriere della Piana. E’ stato amico di Leonida e Albertina Repaci, Fortunato Seminara, Giuseppe Selvaggi, Domenico Antonio Cardone.

La silloge “Inviti superflui” raccoglie 136 componimenti poetici pubblicati dall’autore sulla rivista-blog Circolo 16,  nella rubrica “Una Poesia per la Sera” nel 2016.  Le pubblicazioni hanno ricevuto nell’anno oltre duemila contatti di lettori e bloggers che hanno commentato di volta in volta i versi, spesso aprendo un significativo dialogo con il poeta. Alcuni dei commenti sono riportati nel libro in calce alla poesia, mentre artisti amici di Pace, come Antonio Cerra, Nicola Sposato, Nemhesia, Monica Spicciani, Federico Roberto Pace hanno illustrato le poesie con le loro opere pittoriche o fotografiche.

Giuseppe Antonio Martino, storico e critico letterario, nel presentare le poesie presenti nel volume ha scritto:

“Certo, Natale Pace è un autore che ha portato avanti una ricerca espressiva durata mezzo secolo durante il quale egli ha scritto, in versi, il diario della sua anima: dalle prime prove nelle quali erano evidenti le influenze di Lorenzo Calogero ne è passata acqua sotto i ponti ed egli è collocabile a buon diritto tra i più incisivi poeti lirici della sua regione, la Calabria”.

  • Pubblicato in Cultura

Successo per la manifestazione "Nicotera...é poesia"

Si è svolta nei giorni scorsi, nel cortile interno del municipio di Nicotera, la quarta edizione della manifestazione culturale "Nicotera... è poesia".

Organizzata dall'associazione "Nicotera Nostra", la kermesse dedicata alla poesia è stata improntata su tre tematiche: poesia dialettale, amicizia e amore.

La serata, condotta da Selene Tripodi, ha visto protagonisti numerosi poeti. Sentimenti, vita quotidiana di paese, amore verso la propria terra ed i propri cari. Sono stati questi i fili conduttori dei vari componimenti. Particolarmente apprezzati, gli intermezzi musicali curati dal maestro Calandruccio accompagnato dalla voce di Elena Maria Ionadi.

Nel suo intervento, il presidente dell’Associazione Nicola Di Bella, ha messo in rilevo come questi eventi servano a ricreare entusiasmo per una terra martoriata da episodi negativi di criminalità.

Il nostro paese - ha continuato Di Bella - è un paese balzato agli onori della cronaca per fatti negativi e ben tre scioglimenti per infiltrazioni mafiosi, ma è con queste manifestazioni espressioni di arte, cultura e strumenti per la veicolazione di valori positivi che si può risalire la china. Nicotera Nostra lo sta facendo da un po' di tempo a questa parte con passione ed entusiasmo”.

  • Pubblicato in Cultura

A Schiavonea il "Quadernario" dedicato a 21 poeti calabresi

Si terrà il oggi (20agosto) a Corigliano Schiavonea l’unica tappa in Calabria del Quadernario LietoColle Ed., dedicato a 21 poeti calabresi contemporanei, con una sezione omaggio agli scomparsi.

La serata avrà luogo presso l’Edonè Cafè in piazza Celi Curatolo a partire dalle ore 21,30.

Tanti i poeti presenti, fra quelli che hanno confermato la loro presenza: Anna Lauria, Angela Lo Passo, Anna Petrungaro, Bonifacio Vincenzi, Emilia Sirangelo, Eugenio Nastasi, Franco Araniti, Pasquale Montalto, Pino Corbo, Rocco Taliano Grasso, Saverio Bafaro.

La serata è organizzata a cura della poetessa Anna Lauria e del Libraio Gianfranco Benvenuto per Edicolè Mondadori, moderatore il filosofo Giovanni Torchiaro, sarà presente l’editore Michelangelo Camelliti.

Presenti anche i declamatori che daranno voce ai grandi poeti calabresi scomparsi.

Afferma l’editore: ‘Sono convinto che il fuoco della poesia abbia necessità di una costanza permanente di studio e di nutrimento. LietoColle, con me tutta la squadra con cui da anni condivido  scelte e vie editoriali, ha deciso di impegnarsi in un progetto intenso, esteso, a lunga scadenza, creando ogni anno luce concentrata su una regione italiana, non con il desiderio di mappare le geografie dell’infinito, ma di segnare impronte significative della poesia, esponendo responsabilmente una propria lettura di nomi e opere’. La prima scelta è caduta sulla Calabria, un evento davvero importante per questa terra,  il nuovo volume del “Quadernario” interamente dedicato alla poesia della Calabria è già al vaglio di molti critici nazionali . LietoColle, uno dei maggiori editori italiani di poesia,  ha deciso con il  nuovo Quadernario di compiere una rifondazione di viaggio rispetto alla linea tracciata nei precedenti volumi e di impegnarsi in un progetto intenso, esteso, a lunga scadenza, creando ogni anno luce concentrata su una regione italiana, È in uscita in questi giorni Quadernario Calabria – Quasi a filo di luna - Almanacco di poesia (LietoColle, 2017)  primo volume di questo grande progetto, interamente dedicato alla poesia della Calabria.

“La Calabria – spiega l’editore in una nota -  dona all’Italia poetica un tono alto, anzi altissimo, del fare poesia. Del resto questa è una terra di verità e soprusi, aspra, anzi acerrima, impraticabile quasi   ( e per fortuna) dal turismo, che possiede longitudini occulte di foreste e altezze geografiche importanti; ascendenze spirituali e segreti inenarrabili; fioriture botaniche con pochi pari; agrumi unici esportati in tutto il mondo; incursioni  saracene e comunità ebraiche e albanesi; improvvise bellissime serene baie e porti e mari illustri; benefici normanni e idiomi differenziati, afferenti alla glossa siculo-calabra-salentina, ma con molte varianti e una pronuncia fonetica che sembra definire un destino. E così è la sua poesia: grave, fatale, maledicente, inevitabile, escoriante, selvatica, profonda.”

L’opera contiene una selezione poetica di ventuno poeti calabresi contemporanei:  Alfredo Panetta, Angela Caccia, Angela Lo Passo, Anna Lauria, Anna Petrungaro, Bonifacio Vincenzi, Carlo Cipparrone, Daniela Pericone, Davide Zizza, Elena Bartone, Emilia Sirangelo, Enzo Cordasco, Eugenio Nastasi, Franco Araniti, Gino Rago, Luigi Mandoliti, Pasquale Montalto, Pierino Gallo, Pino Corbo, Rocco Taliano Grasso, Saverio Bafaro. E il ricordo di undici poeti scomparsi e mai dimenticati: Lorenzo Calogero,  Giuseppe Selvaggi, Franco Costabile, Giusi Verbaro, Corrado Alvaro, Gerardo Leonardis, Mario De Gaudio, Angelo Fasano, Antonio Piromalli, Raffaele De Luca, Aldo Dramis.

 

 

  • Pubblicato in Cultura

Tutto pronto per l'Estemporanea di poesia di Rocca Imperiale

In attesa di conoscere i nomi degli ospiti che interverranno alla nuova edizione del festival "Il federiciano", che si svolgerà a Rocca Imperiale (Cs) dal 18 al 26 agosto, gli organizzatori hanno fatto sapere che, il prossimo 21 agosto, prenderà il via l'"Estemporanea di poesia".

La manifestazione è gratuita ed aperta a tutti coloro che vorranno cimentarsi nella particolare gara poetica.

I partecipanti potranno effettuare l'iscrizione nella mattinata del 21 agosto, a partire dalle ore 10, presso il centro informazioni, dove sarà possibile ritirare le tracce, ovvero i tre argomenti proposti dagli organizzatori.

Nel pomeriggio, presso il suggestivo Convento dei Frati Osservanti, i concorrenti si cimenteranno nella lettura dei loro componimenti, davanti alla giuria popolare che assegnerà un voto e decreterà i primi tre classificati.

In serata verranno, quindi, premiati i vincitori.

Premio Internazionale di Poesia “Tropea: Onde Mediterranee”, domenica la premiazione

Si concluderà con la premiazione dei vincitori, in programma per domenica prossima (28 maggio), alle ore 17, nella Chiesa di Santa Chiara, a Tropea, la 14a edizione del Premio Internazionale di Poesia “Tropea: Onde Mediterranee”.

La rassegna, anche quest’anno, ha registrato la nutrita partecipazione di autori provenienti dall’Italia e dall’estero.

Nel corso della serata, saranno premiati i tre autori, per ogni sezione, cui la commissione dei giurati, avrà attribuito il punteggio più elevato.

Il concorso si articola, infatti, in: Onda prima – poesia inedita per alunni di scuola elementare, di scuola media inferiore e di scuola media superiore; Onda seconda – poesia inedita in lingua italiana, per adulti; Onda terza – poesia inedita in vernacolo (tutti i dialetti d’Italia); Onda quarta – poesia edita in lingua italiana; Onda quinta – poesia inedita in lingua straniera (Europa e tutti i Paesi del mondo); Onda sesta – poesia inedita in lingua italiana, per adulti e per alunni di ogni ordine di scuola, con tema specifico: I valori della donazione e della vita (AVIS. Poesia per la vita). Complessivamente, però, i poeti premiati saranno ventidue e non ventiquattro, perché per la sezione Onda prima – settore B, riservata agli alunni della scuola media inferiore, è stato assegnato un unico premio.

Un riconoscimento particolare sarà conferito, inoltre, ad una personalità locale che con la sua opera ha dato onore e lustro alla città di Tropea.

Il Premio Internazionale di Poesia “Tropea: Onde Mediterranee” si propone di rappresentare uno strumento di diffusione e conoscenza della poesia.

 “Proprio per questo si legge in una nota -  l’Associazione “Tropea: Onde Mediterranee”, anche quest’anno, pur con le note ristrettezze economiche, ha mantenuto l’impegno di pubblicare in una pregevole Antologia tutte le opere partecipanti al concorso. E di organizzare la manifestazione di premiazione qualitativamente elevata degna della città di Tropea”.

La manifestazione sarà condotta da Geraldyne Caracciolo e Marcella Davola; le poesie vincitrici saranno declamate da Francesco Saverio Rombolà, Noemi Di Costa, Elena Micali e dagli stessi autori, su musiche scelte da Elena Garrì che, con l’aiuto di Egidio La Gamba, curerà anche l’effetto multimediale, mentre la pittrice Silvana Dell’Ordine si occuperà dell’aspetto artistico e scenografico dell’ambiente che sarà allietato dai colori degli artisti di Calabria, che vorranno esporre  i loro quadri. Inoltre, incantevoli musiche saranno eseguite dal Gruppo strumentale “Opera Prima” con: Magda Muscia – flauto,  Ylenia Pungitore – clarinetto,  Federico Limardo – sassofono, Jona Muscia – percussioni, Mario Muscia – basso elettrico.

 Infine, il pubblico potrà assistere al “Progetto Danza Calabria” di Antonella Ferraro eseguito dai giovanissimi Samuele Taccone, Giuseppe La Gamba e Aicha Cuccione.    

  • Pubblicato in Cultura
Sottoscrivi questo feed RSS