Serra, incontro per "Ascoltare l'autismo"

Si svolgerà a partire dalle 10,30 di domani (lunedì 15 aprile) nel salone di Palazzo Chimirri, l'incontro dal titolo "Ascoltare l'autismo".

L' iniziativa, organizzata dall'amministrazione comunale serrese, si aprirà con i saluti del sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone e dei dirigenti scolastici, Giovanni Valenzisi e Antonino Ceravolo.

Seguiranno, quindi, le relazioni del dirigente presso gli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, Angela Vinci; della psicologa Maria Vittoria Cannatelli e del consigliere nazionale dell'Ordine degli assistenti sociali, Angela Malvaso. 

Durante la manifestazione, moderata dal presidente del Consiglio comunale di Serra San Bruno, Maria Rosaria Franzè, sarà presentato il libro di Manuel Sirianni, "Il bambino irragiungibile".

A Caulonia la tavola rotonda "Facciamo luce sull'autismo"

In occasione della giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, l’amministrazione comunale di Caulonia guidata dal sindaco Caterina Belcastro, in collaborazione con l’Ordine degli assistenti sociali, l’associazione socio-sanitaria Alemaride di Siderno e l’Auser di Bovalino, ha promosso una giornata di riflessione sul tema, al fine di approfondire i valori della consapevolezza, conoscenza, rispetto e inclusione.

All’iniziativa, moderata dall’assessore comunale alle Pari opportunità Maria Grazia Dimasi, interverranno il sindaco e il vicesindaco, con delega alla Salute, Domenico Campisi, che si confronteranno con psichiatri, logopedisti e assistenti sociali su un disturbo che, nonostante i progressi della ricerca, risulta in forte crescita.

«Riteniamo importante – ha affermato il sindaco Belcastro - non soltanto dare un segnale di attenzione e di vicinanza alle famiglie di bambini affetti da autismo, ma anche contribuire a sensibilizzare e far conoscere una patologia sempre più frequente sia in Italia che nel mondo». L’appuntamento è per venerdì 5 aprile alle ore 10 nel salone della biblioteca comunale di Caulonia Marina. L’evento è accreditato dall’Ordine professionale degli assistenti sociali ai fini della formazione continua, utile ad acquisire 3 crediti formativi.

Serra,il municipio si è illuminato di blu in occasione della Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo

Anche il Comune di Serra San Bruno ha inteso celebrare la XII Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo, istituita nel 2007 dalle Nazioni unite.

Questa sera, a partire dalle 20, il palazzo municipale si è illuminato di blu, colore simbolo dell’evento, per richiamare l’attenzione sulla necessità di combattere la discriminazione e l’isolamento cui sono talvolta costrette le persone autistiche.

L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Luigi Tassone ha voluto inoltre promuovere una manifestazione a carattere informativo che avrà luogo il 15 aprile con il coinvolgimento del mondo della scuola.

L’auspicio dell’Amministrazione comunale è quello dell’intensificazione delle attività di ricerca scientifica e del rafforzamento dei servizi offerti a coloro i quali convivono con questa forma di disabilità.

A Caulonia dibattito in occasione della Giornata mondiale dell'autismo

In occasione della Giornata mondiale sulla consapevolezza dell’autismo, il comune di Caulonia, in collaborazione con l’associazione socio-sanitaria Alemaride, promuove un incontro pubblico per sensibilizzare i cittadini sul tema.

L’appuntamento è fissato per sabato 7 aprile alle 10 nel salone dell’istituto comprensivo “Falcone-Borsellino” di Caulonia Superiore. 

All’iniziativa, moderata dall’assessore comunale alle pari opportunità Maria Grazia Dimasi, interverranno: il sindaco Caterina Belcastro, il vicesindaco Domenico Campisi, la psicologa specializzata nei disturbi dell’apprendimento e del comportamento Maria Rita Canova e la neuropsicomotricista specializzata nei disturbi del neurosviluppo in età evolutiva Alessandra Dimasi. 

«Ancora oggi l’autismo resta una disabilità da scoprire – sostiene il sindaco Belcastro - un argomento talvolta esasperato in preconcetti e ignoranza. L’obiettivo di quest’iniziativa mira a veicolare l’opinione pubblica verso la giusta direzione, eliminando pregiudizi e leggende che avvolgono questa tematica».

 

Giornata mondiale sulla consapevolezza dell’autismo, il municipio di Bovalino s'illumina di blu

Nel corso della serata di lunedì prossimo (2 aprile) il Palazzo comunale di Bovalino verrà illuminato di blu, in occasione della Giornata mondiale sulla consapevolezza dell’autismo.

Un colore che è stato definito “enigmatico”, poichè ha il potere di risvegliare il senso di sicurezza e protezione, oltre a significare il bisogno di conoscenza delle diverse dinamiche che si realizzano in presenza della problematica.

Si tratta di un gesto simbolico che rappresenta il punto d'inizio di altre manifestazioni dedicate alla sensibilizzazione e diffusione di informazioni sulle tematiche connesse al percorso di vita delle famiglia che vivono condizioni di disagio sociale e inclusione.

Nelle prossime settimane, a continuazione della manifestazione, verrà inaugurato il Punto luce autismo presso l’edificio scolastico di via XXIV Maggio.

L’iniziativa è promossa dall’Associazione Adda, in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’Istituto comprensivo di Bovalino.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare sia l’opinione pubblica, sia i genitori di persone che affrontano gravi disabilità, al fine di riconoscere l’importanza della consapevolezza della problematica.

Tanto più, che spesso, il primo ostacolo alla normale conduzione di vita è rappresentato dalla negazione della patologia da parte dell’ambiente familiare.

Serra, all’istituto “L. Einaudi” la giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo

In occasione della Giornata Mondiale della consapevolezza sull’Autismo, celebratasi in tutto il mondo il 2 aprile scorso, anche l’Istituto d’Istruzione Superiore “L. Einaudi” ha proposto agli studenti un momento di informazione e di formazione, perché la scuola veicoli tra i ragazzi conoscenze su questo disturbo e perché si diffonda la cultura della solidarietà per una società più umana, rispettosa della convivenza civile, sempre più attenta verso coloro che si trovano in una condizione di svantaggio.

Per sottolineare l’importanza di questo avvenimento, occorre ricordare che la Giornata, quest’anno alla sua decima edizione,è stata promossa dall’ONU e, annualmente, viene raccomandata dal Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), perché la scuola sia un luogo in cui i giovani siano educati ai valori dell’accoglienza dell’altro, insegnando alle nuove generazioni il rispetto della diversità e la promozione della capacità di autonomia e di autodeterminazione delle persone in condizione di disabilità. Nelle parole del Dirigente Scolastico, Antonino Ceravolo, il senso di questa manifestazione: «La scuola ha il dovere di offrire agli studenti momenti di riflessione sull’autismo. Però, è altrettanto importante assumere nel quotidiano un atteggiamento di disponibilità all’incontro con chi ci sta accanto, per costruire relazioni autentiche e arricchenti. Per fare ciò – ha concluso il Dirigente Scolastico – è necessario avviare un’impegnativa opera per porre al centro delle proprie attenzioni l’altro con le sue esigenze e bisogni».

In particolare, per quanto riguarda l’autismo, gli alunni della seconda B del Liceo Scientifico hanno avuto la possibilità di approfondire le conoscenze su tale disturbo, anche per la presenza in classe di un compagno affetto da questa disabilità. Con il prof. Giuseppe Morrone, insegnante di lettere, in collaborazione con la prof.ssa Mimma Davola, è stato ideato, già dallo scorso anno scolastico, un percorso didattico con l’intenzione di avviare una riflessione tra i ragazzi, per favorire l’accettazione e la valorizzazione delle persone con disabilità. Le letture proposte, Una notte ho sognato che parlavi di G. Nicoletti e Mio fratello rincorre i dinosauri di G. Mazzariol, con la visione di un cortometraggio, miravano a sensibilizzare sull’importanza della solidarietà, intesa non solo come vicinanza all’altro nei suoi bisogni,ma anche come cura dell’altro,con tutte le sue inedite opportunità, per riorientare la propria vita, riscoprendo nuovi orizzonti di significato per la propria esistenza.

Per la Giornata sull’Autismo, festeggiata il 1 aprile, gli alunni del biennio della nostra scuola hanno indossato una maglia di colore blu, il colore scelto per manifestare attenzione per questacelebrazione. Le proff.sse Alba De Nino, insegnante di sostegno, Raffaella Zangari, assistente alla comunicazione, e Maria Teresa Gagliardi, insegnante di religione e referente della manifestazione Giorno del dono 2017, hanno proposto alle classi del biennio la visione del film su TempleGrandin, una delle più famose personalità affette da disturbo dello spettro autistico. Inoltre, la classe partecipa al concorso #DonareMiDona, destinato agli studenti delle classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado, al fine di diffondere la cultura del dono. I ragazzi della seconda B del Liceo Scientifico, infatti, stanno realizzando un video che ha per oggetto la propria idea di dono, facendo riferimento alla ricca e stimolante esperienza di convivenza con il loro compagno, che, pur presentando questa disabilità,nella quotidiana vita scolastica si è rivelato come un dono per tutta la classe.

 

Entusiasti gli studenti che, attenti e concentrati, hanno partecipato in modo consapevole all’iniziativa proposta.Sofia S., alunna della seconda B del Liceo, ha affermato: «Grazie all’esperienza che stiamo vivendo nella nostra scuola con un ragazzo affetto da autismo, il nostro D., abbiamo potuto riconoscere in questa giornata, come facciamo tutti i giorni, quanti momenti speciali D.ci abbia regalato, facendoci capire l’importanza di aiutare il prossimo, chiunque esso sia, accettando le sue diversità. Credo che la scuola abbia un ruolo fondamentale nell’integrazione sociale delle persone autistiche e, nel nostro caso, il Liceo, con l’impegno di tutti, mostra come sia possibile ciò, considerando D. una fonte di ricchezza per la nostra crescita umana».

  • Pubblicato in Cultura

Serra, la sede del Municipio si accende di blu per la Giornata mondiale sull'autismo

Anche il Comune di Serra San Bruno, guidato dal sindaco Luigi Tassone, ha aderito alla Giornata mondiale della consapevolezza sull'autismo, istituita dalle Nazioni unite nel 2007 con lo scopo di promuovere l'informazione su questa disabilità, migliorare i servizi ed eliminare, per quanto possibile, ogni forma di discriminazione nei confronti delle persone affette da autismo.

A tal proposito, ieri sera (domenica 2 aprile) la sede del Municipio, situata nella centralissima piazza Carmelo Tucci, si è illuminata di blu, il colore simbolo di una mirata attenzione verso la patologia autistica.

L'iniziativa è stata curata dal presidente del consiglio comunale, Maria Rosaria Franzè.

«Quella dell'autismo – ha affermato proprio il presidente dell'assise cittadina – è una tematica estremamente importante che merita di essere affrontata. Attraverso questa iniziativa, abbiamo voluto dimostrare la nostra sensibilità sulla lotta ad una malattia grave che purtroppo, ancora oggi, colpisce milioni di famiglie nel Mondo».

 

Il Comune di Serra San Bruno ringrazia la famiglia Gallè per la preziosa collaborazione.

"Io autentico", l'associazione vibonese conquista il premio Zurich per la solidarietà

  "Io autentico", l'associazione di famiglie ed amici di persone con disturbi dello spettro dell'autismo con sede a Vibo Valentia, ha partecipato quest'anno a Zurich per la Solidarietà 2016, l'iniziativa che, dal 2010, la compagnia assicurativa svizzera organizza ogni Natale, per destinare un'importante donazione a favore di azioni di solidarietà.

Il contributo viene assegnato dai 1200 dipendenti della compagnia assicurativa che, attraverso il voto, scelgono l'associazione da finanziare

 Zurich per la Solidarietà negli anni scorsi ha premiato associazioni ed enti no profit conosciuti a livello nazionale, del calibro di, LILT Lega Italiana Lotta Tumori, Fondazione Banco Alimentare, Comitato Maria Letizia Verga Onlus, Fondazione Aiutare i Bambini, L'AMico Charly Onlus.

 Con il 55% delle preferenze dei votanti, "io autentico" ha superato le altre due associazioni in gara e si è, così, aggiudicata l'importo di 15 mila euro che, nelle prossime settimane, saranno destinati al finanziamento di specifici progetti che si concretizzeranno a partire dal 2017.

Il direttivo dell'associazione ha espresso un vivo ringraziamento alla compagnia assicurativa, in modo particolare, ad Alessandro Barzaghi, dipendente del Gruppo Zurich Italia, che si è fatto portavoce a Milano di "io autentico".

In particolare, i dipendenti della compagnia assicurativa hanno potuto apprezzare le attività realizzate in Calabria nel corso del 2016 da "io autentico", come ad esempio la divulgazione e la distribuzione nelle scuole, nei centri di aggregazione ed in quelli  sportivi del volume "PAOLO SECONDO ME, 12 piccoli consigli per vivere (bene) la scuola elementare con bambini nello Spettro Autistico", di Simone Knowing Simon.

La donazione di 15 mila euro da parte del Gruppo Zurich Italia rappresenta per "io autentico" una tappa importante perché sarà la chiave per lo sblocco definitivo di progetti che finora potevano solo restare su carta. L'importo sarà, infatti, impiegato per la realizzazione di una pluralità di progetti. 

Nel dettaglio, saranno finanziate:

  •  dieci borse di studio per la frequenza a corsi per la formazione di RBT – Registered Behavior Technician™, Tecnici Comportamentali Certificati, figure specializzate nell’applicazione, sotto supervisione di un analista certificato BCBA, di tecniche basate sui protocolli dell’A.B.A. (Applied Behavoir Analysis), principale trattamento di stampo cognitivo-comportamentale raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalle Linee Guida 21 dell’Istituto Superiore di Sanità – Ministero della Salute. Le borse di studio, a copertura del 50% dei costi di iscrizione al corso, saranno destinate a neuropsicomostricisti, logopedisti, psicopedagogisti, psicologi in formazione e insegnanti delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie delle 5 provincie calabresi. Il superamento dell’assessment center consentirà,con l’iscrizione al registro SIACSA - Società Italiana degli Analisti del Comportamento in campo Sperimentale ed Applicato, di concretizzare la formazione adeguata, attiva e continua di figure che, globalmente, potranno contribuire al trattamento comportamentale di circa 40 persone con Autismo.
  • percorsi annuali di parent coaching per genitori, famiglie e persone coinvolte nella gestione della vita di una persona con Autismo o con una disabilità, al fine di migliorare l’evoluzione dello stress genitoriale e del cosiddetto "burn out".
  •  Interventi di concreto sostegno alle famiglie che intendono iniziare o continuare privatamente interventi evidence based e scientificamente e istituzionalmente riconosciuti per il trattamento dei disturbi dello Spettro dell’Autismo.

Tra le idee da concretizzare, anche, la realizzazione di uno spazio di interazione e riflessionenella città di Vibo Valentia. sulle caratteristiche e le potenzialità delle persone con autismo

 

 

 

Sottoscrivi questo feed RSS