Redazione

Redazione

Website URL:

Perseguitano un uomo e la sua famiglia, misura cautelare per due due stalker

Sono accusati di aver perpetrato aggressioni e atti persecutori nei confronti di un uomo e dei suoi familiari. Per questo motivo, due paolani di 54 e 26 anni sono stati sottoposti alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima e alla sua famiglia.

La  misura – eseguita dai poliziotti del Commissariato di Paola – è stata emessa dal locale tribunale in seguito alle indagini avviate su denuncia della parte offesa.

I destinatari del provvedimento sono accusati, tra l’altro, della feroce aggressione avvenuta nei mesi scorsi, quando la vittima venne ricoverata in ospedale con trenta giorni di prognosi, dopo essere stata colpita alla testa con pugni e con una spranga di ferro

Covid, contagi in crescita in Calabria

Due decessi, 178 guariti e 286 nuovi casi positivi. Questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria.

Complessivamente, quindi, su 1.438.933 (+5.902) tamponi eseguiti dall'inizio della pandemia, 93.222 hanno dato esito positivo.

Dalla lettura del bollettino regionale si evince che allo stato ci sono 129 pazienti ricoverati nei reparti ordinari e 17 in terapia intensiva.

Sale a 4.520 (+106) il dato degli attualmenti positivi e a 4.374 (+106) quello delle persone in quarantena.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: casi attivi 356 (16 in reparto, 8 in terapia intensiva, 332 in isolamento domiciliare); casi chiusi 11.841 (11.675 guariti, 166 deceduti).

– Cosenza: casi attivi 1.663 (58 in reparto, 6 in terapia intensiva, 1.599 in isolamento domiciliare); casi chiusi 28.006 (27.328 guariti, 678 deceduti).

– Crotone: casi attivi 182 (2 in reparto, 0 in terapia intensiva, 180 in isolamento domiciliare); casi chiusi 8.926 (8.806 guariti, 120 deceduti).

– Reggio Calabria: casi attivi 1.809 (45 in reparto, 3 in terapia intensiva, 1.761 in isolamento domiciliare); casi chiusi 31.375 (30.955 guariti, 420 deceduti).

– Vibo Valentia: casi attivi 374 (8 in reparto, 0 in terapia intensiva, 366 in isolamento domiciliare); casi chiusi 7.182 (7.075 guariti, 107 deceduti).

I casi segnalati nelle ultime 24 ore sono così distribuiti: 3 altra regione o Stato estero, 114 in provincia di Reggio Calabria, 82 in provincia di Cosenza, 38 in provincia di Catanzaro, 35 in provincia di Crotone, 14 in quella di Vibo Valentia.

Distretti del cibo in Calabria, circa 20 le candidature per il riconoscimento. Gallo: "Puntare sulle potenzialità del territorio"

La Calabria punta sui Distretti del cibo. Piace e prende piede il modello individuato per organizzare i sistemi produttivi agricoli ed agroalimentari locali e per promuovere, allo stesso tempo, lo sviluppo delle comunità delle aree rurali, attraverso la tutela della loro identità storica e culturale.

Sono circa una ventina, infatti, le richieste presentate ai fini del riconoscimento dei Distretti, ognuno rappresentativo di un’ampia porzione del territorio regionale: dalla zona compresa tra l’Alto Ionio cosentino ed il Pollino, al Tirreno cosentino, alla Sila, a quella del Reventino, passando per il Lametino e lo Ionio catanzarese, la provincia di Crotone e quella di Vibo Valentia, fino alla Piana di Gioia Tauro ed all’area grecanica. Ad esse si aggiungono, inoltre, candidature che mirano alla valorizzazione del cibo biologico e della filiera della pesca, a livello regionale e interregionale, a testimonianza della spinta dal basso per la creazione di una rete di valorizzazione dei territori e delle loro peculiarità, attraverso un valido strumento di programmazione.

Il dato è emerso nei giorni scorsi, in occasione di un incontro svoltosi per fare il punto della situazione.

“Quella dei Distretti del cibo – commenta l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo – è un’iniziativa di fondamentale rilievo per la nostra terra: completate le procedure in itinere, prenderanno finalmente vita sistemi produttivi territoriali finalizzati alla coesione e all’inclusione sociale, alla crescita dell’occupazione e della competitività delle realtà imprenditoriali locali. Il mosaico di distretti che si andrà a comporre, nel solco della concertazione intessuta con istituzioni locali, organizzazioni di categoria e forze produttive ed economiche del comparto agroalimentare, rappresenterà un sicuro rafforzamento delle filiere agro-alimentari, del marketing territoriale e delle infrastrutture, con conseguente valorizzazione dell’ambiente e dei paesaggi. All’interno di questo ambito, ciascun soggetto interessato e coinvolto agirà con un ruolo di protagonista”.

Le istanze di riconoscimento formalizzate saranno ora sottoposte a verifica e valutazione, al fine di procedere alla loro iscrizione nel Registro nazionale dei Distretti, tenuto presso il Mipaaf.

Otto le tipologie di distretti che, nello specifico, la Regione procederà a riconoscere: rurali; agroalimentari di qualità; produttivi locali; produttivi locali anche a carattere interregionale; produttivi locali localizzati in aree urbane o periurbane; produttivi locali caratterizzati dall’interrelazione e dall’integrazione fra attività agricole; produttivi locali caratterizzati dalla presenza di attività di coltivazione, allevamento, trasformazione, preparazione alimentare e agroindustriale; biodistretti e distretti biologici. Potranno essere altresì riconosciuti, come Distretti del Cibo, i dieci distretti rurali ed agro-alimentari di qualità già esistenti ed iscritti al registro nazionale.

Curinga, incendio danneggia una casa nel centro storico

Un immobile disabitato è andato a fuoco questa mattina nel centro storico di Curinga, nel Lametino.

Le fiamme - che hanno completamente distrutto l’appartamento al primo piano e danneggiato quello posto al piano superiore – sono state domate dai Vigili del fuoco del distaccamento di Lamezia Terme.

Sul posto, per gli adempimenti di competenza, è intervenuta anche la polizia locale.

Al momento non sono note le cause del rogo.

Subscribe to this RSS feed