Il libro: "Il gran Capitán e il mistero della Madonna nera"

"Il gran Capitán e il mistero della Madonna nera", questo il titolo dell’ultimo romanzo pubblicato per Rubbettino da Santo Gioffré, già autore di "Artemisia Sanchez”. Il volume  porta il lettore lungo l’accidentato percorso di una Calabria rinascimentale in cui l’autore intreccia miti, leggende, fantasia e storia vera. Protagonista delle pagine di Gioffré è un personaggio storico realmente esistito, Gonzalo Fernàndez de Còrdoba, il generale spagnolo inviato in Italia da Ferdinando il Cattolico per combattere i francesi e difendere il Regno di Napoli. Il ruolo di condottiero, le capacità organizzative e la feroce bellicosità del personaggio si stagliano sull’aspra natura calabrese caratterizzata da montagne, declivi collinari, fiumare e terre argillose. Sullo sfondo s’intrecciano le tradizioni e le strategie militari, le storie dei monaci e quelle delle concubine. I santuari, le chiese e i conventi sono protagonisti tanto quanto le battaglie. Accanto ai soldati ed alla gente comune emerge il ruolo e la funzione svolta dalla religione. Non a caso, l’autore fa ruotare attorno alla Madonna nera di Seminara una serie di misteri e di riti di purificazione che si fondono con la rappresentazione del potere incarnato dal “Capitan”.
Santo Gioffrè, medico e scrittore, è anche autore di numerosi studi sulla storia, la cultura e le tradizioni popolari calabresi. Tra le sue pubblicazioni: "Gli Spinelli e le nobili famiglie di Seminara" , "Artemisia Sanchez" (Mondadori) dal quale la Rai ha tratto una fiction televisiva; Leonzio Pilato" (Rubbettino), biografia romanzata del primo traduttore, dal greco in latino, dell'Iliade e dell'Odissea e "La terra rossa" (Rubbettino), tragica storia di un figlio "mulo" agli inizi del '900 in una Calabria ancora medievale.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.