Austria: elezioni presidenziali annullate per irregolarità

Tutto da rifare in Austria dove i cittadini dovranno votare nuovamente per eleggere il Presidente della Repubblica. La Corte costituzionale ha infatti invalidato l'esito del ballottaggio che lo scorso 22 maggio ha visto prevalere, per una manciata di voti, il verde Alexander Van der Bellen sul leader dell'estrema destra Norbert Hofer. I giudici hanno accolto il ricorso presentato dal Fpoe e quindi per la prima volta nella storia della Repubblica austriaca si dovrà ritornare al voto per il turno di ballottaggio delle elezioni presidenziali. La decisione del supremo tribunale austriaco è stata assunta dopo che i giudici hanno ascoltato oltre novanta persone. Nella gran parte dei casi i testimoni hanno ammesso irregolarità ed episodi di mancato rispetto della legge elettorale, soprattutto nel conteggio dei voti arrivati per posta, che alla fine si sono rivelati decisivi nell'assegnare la vittoria."Le elezioni sono il fondamento della nostra democrazia e il nostro compito è di garantirne la regolarità. La nostra sentenza deve rafforzare il nostro Stato di diritto e la nostra democrazia".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.