Teatro: a Lamezia va in scena "Cornuti e contenti"

Una scena di "Cornuti e Contenti" Una scena di "Cornuti e Contenti"

Settimo appuntamento di “Vacantiandu 2016-17 – Città di Lamezia Terme”, la rassegna organizzata dall’associazione teatrale “I Vacantusi”, sotto la direzione artistica di Nicola Morelli, Walter Vasta e Sasà Palumbo. 

Domani, alle ore 20.30 e domenica 19 febbraio, alle ore 18 al teatro Politeama Costabile andrà in scena “Cornuti e contenti. Chi non ha uno scheletro nell'armadio?”, commedia brillante in due atti  in vernacolo pugliese, con la regia di Silvano Picerno, portata sul palco dalla compagnia “La banda degli onesti” di Altamura (Bari).

Tradire il coniuge sembrerebbe all’apparenza un’operazione piacevole, in realtà in questa commedia si trasforma in un vero e proprio lavoro!

Protagoniste della storia sono due coppie amiche che si trovano invischiate in una vicenda intricatissima, senza soluzione di sorta.

Apparentemente i loro reciproci tradimenti e scappatelle scorrono lisci senza intoppi, finchè tutto precipita quando, la moglie di uno dei due rientra a casa all'improvviso, prima del previsto. Da questo momento in poi inizia un intreccio di bugie che darà vita ad una serie di equivoci in un crescendo esilarante di colpi di scena a ripetizione.
Lo spettacolo riprende la tradizione del gruppo di mettere in scena lavori dal ritmo indiavolato, in cui il pubblico non ha quasi il tempo di ridere, per non perdere la battuta successiva.

Una commedia degli equivoci, dove la bugia e le invenzioni mirabolanti la fanno da padrone, con l'unico scopo dichiarato di far ridere il pubblico il più possibile, senza l’utilizzo di volgarità.

Sul palco saliranno Silvano Picerno nei panni di Sante, Leo Coviello che interpreterà Giulio Calore,  Antonella Macella nei panni di Carla Vacca,  Rosanna Tafuno che interpreterà Irene e  Natascia e con la partecipazione di Irene Giorgio. Direttore di scena è Rosa Squicciarini, tecnico audio-luci Roberto Centoducati e scenografia Donato Fiorino e Angela Tauro.

La Banda degli onesti recita seguendo un proprio “genere” teatrale, il Teatro del Vero, costituito da una sorta di “verismo teatrale”; è ormai una realtà consolidata del teatro di base italiano, come testimoniano gli innumerevoli riconoscimenti e premi ricevuti. Tante le piazze italiane che hanno ospitato la Banda: Arezzo, Bari, Taranto, Umbertide, Morano, Mormanno, Cirò, Bovalino, Castrovillari, Rossano, Paestum, Frattamaggiore, Guardia Sanframondi, S.Martino al Cimino, Mola di Bari, Cerignola, Leporano, Carosino, Lucera. Ha anche rappresentato l’Italia al Festival Internazionale a Rouen in Francia.

Il 22 ottobre, la compagnia ritornerà a Roma dove,  al teatro Parioli, porterà in scena "La casa chiusa".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.