Soldi falsi, droga e migliaia di prodotti contraffati scoperti durante la fiera di San Giuseppe

Controlli a tappeto da parte degli uomini della guardia di finanza che hanno passato al setaccio la tradizionale fiera di San Giuseppe svoltasi, ieri, nella città dei Bruzi. Nel corso dei controlli, le fiamme gialle hanno sequestrato beni contraffatti o pericolosi per la salute dei consumatori, banconote false e sostanze stupefacenti.

Le operazioni, inserite nell’ambito del “Dispositivo permanente di contrasto ai traffici Illeciti”, sono state condotte in stretta collaborazione con le altre forze di polizia e con il coordinamento della Prefettura. Le pattuglie impiegate hanno condotto servizi di appostamento, perlustrazione e osservazione. I controlli sono stati eseguiti a partire dai “punti strategici”, ovvero svincoli autostradali, autostazioni e stazioni. L’attenzione della forze dell’ordine è stata, inoltre, focalizzata sull’area urbana e nelle zone interessate dalla fiera. Complessivamente, sono stati controllati 600 individui e 484 automezzi.  Venti persone sono state denunciate all’autorità giudiziaria per i reati di contraffazione e detenzione di banconote false.

Circa 5 mila i beni sequestrati, prevalentemente contraffatti, costituiti da borse, scarpe ed altri capi d’abbigliamento recanti illegittimamente marchi registrati e griffe di note case produttrici. Realizzati con materiali di scarsa qualità, gli articoli sottoposti a sequestro sono risultati pericolosi per i consumatori che, qualora li avessero indossati, avrebbero potuto contrarre infezioni cutanee. Oltre agli articoli contraffatti, sono stati sequestrati, giocattoli messi in vendita in violazione del Codice del consumo, in quanto sprovvisti delle etichette contenenti le indicazione sulla composizione merceologica e sul produttore, Cd musicali e film in formato Dvd privi, del marchio Siae, commercializzati in violazione della disciplina sul diritto d’autore.

I finanzieri hanno, inoltre, intercettato numerose banconote false, che alcuni commercianti si accingevano a immettere sul mercato. I responsabili sono stati denunciati e tempestivamente allontanati dalla fiera.

Infine, i controlli antidroga, predisposti con l’ausilio di unità cinofile, presso il terminal bus e la stazione ferroviaria, hanno permesso di trovare negli zainetti portati da alcuni passeggeri, diverse dosi di hashish e marijuana.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.