Il Parco delle biodiversità ospita gli studenti del "Nicotera - Costabile" di Lamezia Terme

Un’esperienza veramente speciale quella che gli studenti dell’istituto “Nicotera – Costabile” di Lamezia Terme hanno vissuto nel Parco della Biodiversità Mediterranea di Catanzaro.  

Accompagnati dal prof. Antonio Saladino e dal dirigente scolastico, Rosanna Bilotti, sessanta ragazzi, divisi in tre gruppi, sono stati guidati in tre diversi momenti formativi: uno curato dai  tecnici Arpacal, e gli altri due rispettivamente dai volontari del Cras (Centro recupero animali selvatici), con la dott.ssa Deborah Giordano, e dall’associazione ambientalista Wwf, con la dott.ssa Simona Curatola che ha fatto anche da guida in tutto il percorso interno al bioparco.

Arpacal, è stata presente con i tecnici del Servizio aria del dipartimento di Catanzaro, Annalisa Morabito, Francesco Iuliano e Vincenzo Predoti, che hanno illustrato agli alunni il funzionamento della centralina di monitoraggio della qualità dell’aria, che è stata installata proprio nel parco, nonché del mezzo mobile che i tecnici dell’Agenzia ambientale calabrese spostano in base alle diverse esigenze sul territorio.

Oltre al momento formativo curato dall’Arpacal, i ragazzi del “Nicotera – Costabile” di Lamezia Terme hanno visitato i luoghi più suggestivi del parco, guidati dalla dr.ssa Curatola, mentre si sono fermati ad ammirare i diversi volatili che vengono protetti dal Cras.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.