Peculato all'Asp di Catanzaro: eseguite 9 misure cautelari, sequestrati beni per 300 mila euro

Asp di Catanzaro nella bufera. I finanzieri del Nucleo di polizia tributaria, coordinati dalla Procura della Repubblica, hanno eseguito nove misure cautelari a carico di funzionari e dirigenti.

Per due persone sono scattati gli arresti domiciliari, mentre altre sette sono state raggiunte da misure interdittive.

I dipendenti dell’Azienda sanitaria provinciale sono indagati, a vario titolo, per concorso in peculato aggravato e favoreggiamento personale.

Contestualmente i militari hanno eseguito, anche, un sequestro di beni per oltre 300 mila euro.

Maggiori dettagli saranno resi noti alle 11, nel corso della conferenza stampa cui prenderanno parte il Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri, l'aggiunto Giovanni Bombardieri ed il comandante regionale Calabria delle fiamme gialle, Gianluigi Miglioli.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.