L'Istituto "L. Einaudi" invita le famiglie per la presentazione delle classi: ecco i criteri

Il Dirigente Scolastico Tonino Ceravolo Il Dirigente Scolastico Tonino Ceravolo

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa del Dirigente Scolastico, Tonino Ceravolo, che elenca i criteri, definiti nel Collegio dei Docenti, secondo i quali saranno formate le prime classi per le scuole superiori di Serra San Bruno.

"La formazione delle classi prime è un obiettivo centrale che intende perseguire l’Istituzione Scolastica in quanto determina le condizioni necessarie per creare un ambiente di apprendimento inclusivo e assicurare il successo formativo a tutti gli allievi nel rispetto dei loro bisogni educativi, delle loro risorse e dei loro vincoli.

L’ I.I.S. “L. Einaudi” di Serra San Bruno (come da delibera del Collegio dei Docenti) ha stabilito i seguenti criteri per la formazione delle classi prime:

  1. Ripartizione equilibrata degli allievi sulla base dei livelli di conoscenze e competenze (viene effettuata utilizzando come indicatore il livello del profitto conseguito al termine della scuola secondaria di primo grado e quindi con una distribuzione equilibrata tra le classi degli studenti a seconda della valutazioni "in uscita" dalla Scuola secondaria di I grado, tenendo anche conto della certificazione delle competenze).
  2. Indicazioni specifiche dedotte dagli incontri con i docenti delle scuole secondarie di primo grado di provenienza degli alunni
  3. Distribuzione equilibrata di alunni provenienti dalla stessa scuola e/o sezione
  4. Equilibrio tra la componente di sesso maschile e quella di sesso femminile
  5. Distribuzione equilibrata di eventuali alunni stranieri di recente immigrazione.
  6. Ripartizione equilibrata nel numero degli eventuali non ammessi dell'anno scolastico precedente.
  7. Inserimento equilibrato degli alunni disabili e/o con problemi di apprendimento (in tal caso l'inserimento di detti alunni avviene anche secondo le indicazioni degli insegnanti delle scuole di provenienza che potranno aiutare a individuare il gruppo di alunni che meglio può supportare il compagno in situazione di disagio).

I criteri individuati a livello collegiale, che si compendiano nel criterio-base della "equieterogeneità", mirano a raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Eterogeneità all’interno della classe (distribuzione per fasce di voto e per livelli di competenza)
  • Omogeneità tra classi parallele dello stesso indirizzo
  • Diminuzione della varianza tra le classi
  • Uguaglianza di opportunità a tutti gli alunni.

Tali criteri saranno presentati alle famiglie mercoledì 13 settembre alle ore 10.00, presso l'Aula Magna dell'Istituto, in un incontro pubblico nel corso del quale si procederà anche all'abbinamento alle sezioni, mediante sorteggio, dei gruppi classe formati sulla base dei criteri sopra descritti. Tutti i genitori sono invitati a partecipare".

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.