"Non è amore se ti fa male": le ultime parole di Noemi diventino monito per la lotta al femminicidio nelle scuole

Noemi, la ragazza uccisa Noemi, la ragazza uccisa

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa da parte dell'On. Vincenza Bruno Bossio IX Commissione - Trasporti, Poste e Telecomunicazioni, in merito al femminicidio della piccola Noemi, avvenuto dieci giorni orsono ma il cui corpo è stato rinvenuto solo ieri.

“Non è amore se ti fa male”: è stato l’ultimo post che Noemi ha pubblicato su Facebook. Un drammatico presagio che non è stato probabilmente interpretato come allarme e grido di aiuto lanciato dalla ragazza qualche giorno prima che venisse uccisa. Un femminicidio con una vittima minorenne ed un omicida anch’egli minorenne. Non vi è alcun dubbio che questa ulteriore tragedia è una drammatica spia di quanto le donne siano il soggetto debole ed esposto all’alto rischio di violenza. Questo efferato omicidio dovrà essere di monito affinché le donne non vengano lasciate più sole a combattere contro sottovalutazioni e indifferenza. Sia soprattutto lo Stato ad imporre, intanto, l’insegnamento, a partire dalle scuole dell’obbligo, dell’educazione di genere al fine di fronteggiare ogni elemento di disagio capace di generare tali mostruosità e violenze soprattutto da parte dei giovani, anche minori.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.