Controlli della finanza nel vibonese, sequestrati 21 mila prodotti illegali

Nell’ambito di una serie di controlli finalizzati al contrasto dei fenomeni della contraffazione, dell’abusivismo commerciale, delle violazioni in materia di sicurezza dei prodotti e tutela del “Made in Italy”, i finanzieri del Comando provinciale di Vibo Valentia hanno sequestrato numerosi prodotti, segnalando 21 persone alle competenti Autorità giudiziaria ed amministrativa.

In particolare, sono stati sottoposti a sequestro:

  • Oltre mille prodotti contraffatti, molti dei quali recanti marchi di note multinazionali leader nella commercializzazione di articoli di abbigliamento;
  • 2.500 tra apparecchiature elettroniche, giocattoli e oggetti di moda;
  • 2.500 i file musicali “pirata”;
  • Circa 15 mila, tra piccoli elettrodomestici, giocattoli, prodotti per la cura della persona, materiale sanitario, oggetti elettronici ed utensilerie varie (per un valore complessivo di oltre 100 mila euro), privi dei requisiti minimi di sicurezza previsti dal Codice del consumo e, pertanto, pericolosi per i potenziali utilizzatori, in particolare anziani e bambini.

L’attenzione delle fiamme gialle non ha risparmiato il mercato dei prodotti agroalimentari.

Nello specifico, i finanzieri hanno sequestrato mezzo quintale di prodotti ortofrutticoli e da forno, esposti alla vendita in “negozi” di fortuna, quali panche di legno o bagagliai di autovetture.

Nel corso di tali attività, i militari vibonesi hanno segnalato 5 persone all’Autorità amministrativa per abusivismo commerciale nel settore alimentare.

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.