Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 983

Seguici su Facebook

Stamattina il consiglio comunale: prove di solidità per la maggioranza

Avrà luogo stamattina l’elezione di Giuseppe De Raffele a presidente del consiglio comunale in una seduta, convocata dal sindaco Bruno Rosi, che non dovrebbe riservare particolare sorprese considerato che, una volta superato questo ‘adempimento’ già stabilito da settimane e data per scontata la lettura e l’approvazione del verbale della precedente riunione, l’altro punto all’ordine del giorno riguarderà la “Costituzione della consulta tecnica per lo studio e la promozione di progetti finalizzati allo sviluppo turistico del Comune di Serra San Bruno e la contestuale designazione del componente di nomina consiliare”. Semmai gli inquilini del palazzo municipale di piazza Carmelo Tucci devono concentrarsi sull’approvazione da parte del civico consesso del conto consuntivo. Il passaggio in giunta è avvenuto il 30 aprile, in realtà giorno di scadenza dell’approvazione in consiglio. È dunque imminente l’arrivo della diffida della prefettura con la quale verrà intimata l’approvazione entro 20 giorni dalla ricezione della stessa. Ecco perchè il Consiglio sarà presto riconvocato, stavolta ad opera di De Raffele, per discutere dello stato di salute delle finanze comunali. Si tratta di un tema particolarmente delicato, soprattutto in un periodo di crisi generalizzata, in cui l’utilizzazione delle risorse va gestita con grande oculatezza. Da un punto di vista prettamente politico, quello odierno è il primo confronto fra maggioranza e opposizione dopo il rimpasto di giunta effettuato da Rosi (strano che nell’ordine del giorno non siano espressamente previste le comunicazioni del primo cittadino per informare del varo e della composizione della stessa giunta) che, peraltro, potrebbe dover apportare nuove modifiche se il Consiglio di Stato imporrà l’ingresso di almeno due donne nell’esecutivo cittadino. Sotto osservazione è anche la linea che sarà adottata da Carmine Franzè, unico esponente azzurro su posizioni diverse da quelle del capogruppo di Forza Italia, Nazzareno Salerno.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.