Intimidazione nel vibonese, benzina e accendino davanti ad una struttura turistica

La fiamma di un accendino La fiamma di un accendino

Una bottiglia piena di liquido infiammabile, con accanto un accendino. Un chiaro messaggio intimidatorio, quello ritrovato nel pomeriggio di ieri, davanti al cancello del villaggio turistico "Sciabache" di Zambrone.

La struttura è di proprietà del 48enne Gaetano Macrì, attuale presidente dell'Ance di Vibo Valentia.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Tropea che, dopo aver visionato le immagini di alcuni impianti di videosorveglianza presenti in zona, hanno iniziato le ricerche per cercare di risalire all'identità degli autori del gesto.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.