Gli studenti del liceo di Soverato si prendono cura del territorio

Il castello di Squillace Il castello di Squillace

“L’individuo che non onora la propria terra, non onora se stesso” scriveva Paulo Coelho.

E noi, ciceroni del Liceo Scientifico “Guarasci”, ci sentiamo veramente tanto onorati per aver avuto, nuovamente, la possibilità di ravvivare il territorio, che ci ha visti nascere e ci sta vedendo crescere, ed amarlo ogni giorno di più.

In quest’occasione, ringraziamo Squillace, per essersi prestata a divenire la protagonista di quel percorso storico-artistico che ci siamo impegnati a realizzare e che abbiamo ampiamente celebrato martedì 28 novembre.

Esaltare la nostra terra e renderle lustro significa, in primis, esaltare noi stessi, le nostre radici. Essere orgogliosi di lei, significa esserlo di noi stessi.

La cura, che riportiamo sempre nell’illustrare la Sua storia, si traduce nel conoscere e nel far conoscere quella che è la nostra storia, che ci rende quel che siamo, che ci porterà a vivere un domani che sarà tale solo grazie a lei. Rievocare le antiche tradizioni che ci appartengono, riproporle nella nostra modernità, significa riprenderle lì, dove erano state interrotte e spente, per vivificarle alla luce di ciò che stiamo vivendo adesso. Ripercorrere annose strade e portare alla luce la vita di chi è venuto prima di noi, narrare aneddoti interessanti e particolari - riguardanti una popolazione lontana nel “quando” e vicina nel “dove” - rivela il perché di molti modi di fare che oggi diamo per scontati, che diamo per buoni senza neppure sapere da dove derivino. E, soprattutto, commentare le varie forme d’arte fa sì che ci si possa permeare dei modi di pensare, di ragionare, della concezione della vita e della religione, della cultura, delle consuetudini, dei costumi, della forma mentis di quelle epoche che riaffiorano, ogni volta, più intensamente che mai.

Ed è per tutto questo – e per lo zelo che ci contraddistingue e la soddisfazione che ne scaturisce - che è sempre un privilegio divenire portavoce di un “ieri” che non sarebbe potuto essere un “oggi” migliore.

 IV E Liceo scientifico "Guarasci" - Soverato

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.