Chiaravalle sfida Auronzo di Cadore, per vincere sarà decisivo il televoto

Il numero di televoto per dare la preferenza a Chiaravalle Centrale Il numero di televoto per dare la preferenza a Chiaravalle Centrale

Il televoto sarà importante e decisivo nella “sfida” in onda oggi (sabato 13 gennaio) e domani su Rai 2, a “Mezzogiorno in Famiglia”, tra la città calabrese di Chiaravalle Centrale e Auronzo di Cadore (Belluno).

Appuntamento a partire dalle ore 11.00, in diretta dagli studi di Roma, con giochi popolari, musica, ballo e spettacolo. Il sindaco, Domenico Donato, nel ringraziare “tutti i partecipanti per l'impegno, l'entusiasmo e lo sforzo organizzativo” lancia un invito “a sostenere, televotando, Chiaravalle Centrale in questo gioco televisivo nel quale la nostra città sarà orgogliosa di rappresentare l'intera Calabria”. “Sarà una vetrina  eccezionale - sottolinea il sindaco - per esibire davanti a milioni di telespettatori le nostre straordinarie potenzialità turistiche: in termini di accoglienza, storia, arte, cultura, natura e gastronomia”.

La trasmissione dedicherà, infatti, delle speciali “cartoline” alla città di Chiaravalle, con i suoi antichi palazzi, le chiese, il convento. Spazio anche agli artigiani del legno, ai telai e alle buonissime specialità culinarie della tradizione. “Racconteremo la bellezza dei nostri luoghi del cuore - conclude Mimmo Donato. - Paesaggi incantevoli che raccontano una storia millenaria. Dal passato al presente, mostreremo anche la Chiaravalle di oggi, un importante centro di servizi che ospita scuole e Licei, che vanta una tradizione teatrale luminosissima e, non ultimo, straordinari talenti nell'arte e nella musica”.

La partecipazione alla trasmissione Rai “Mezzogiorno in Famiglia” si colloca nel contesto di un più ampio progetto di promozione del territorio che l'amministrazione comunale di Chiaravalle Centrale e, in particolare, il consigliere comunale delegato, Gianfranco Corrado, sta portando avanti con l'obiettivo di creare un consorzio comprensoriale turistico-culturale, capace di valorizzare le peculiarità tipiche dell'entroterra delle Preserre.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.