Operavano senza alcuna autorizzazione, sequestrati due frantoi

I sigilli apposti dai carabinieri forestali ad un frantoio a Rossano I sigilli apposti dai carabinieri forestali ad un frantoio a Rossano

Continuano i controlli sulla campagna olivicola da parte dei carabinieri forestali che hanno posto sotto sequestro due frantoi.

In particolare, il sequestro è stato eseguito dai militari della Stazione di Rossano, i quali hanno effettuato una serie di accertamenti che hanno permesso di documentare che entrambi gli opifici operavano in assenza delle necessarie autorizzazioni.

Inoltre, in uno dei due frantoi i rifiuti vegetali prodotti dalla pulizia delle olive venivano smaltiti lungo l’argine del torrente Grammisato, in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico.

Come se non bastasse, le acque reflue miscelate alle acque di lavaggio delle olive venivano raccolte in un pozzetto e poi convogliate e scaricate nell’alveo dello stesso torrente, senza alcuna autorizzazione.

Alla luce delle irregolarità riscontrate, i militari hanno proceduto al sequestro di entrambe le strutture.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.