Serra, l'Amministrazione e le Associazioni insieme per la prima edizione del "Carnevale Serrese"

Il comitato organizzativo del "Carnevale Serrese" Il comitato organizzativo del "Carnevale Serrese"

L'Amministrazione comunale di Serra San Bruno, guidata da Luigi Tassone, assieme a diverse associazioni culturali locali e alcune attività commerciali (Pro loco, asilo “Caterina Chimirri”, asilo nido “Topolinia”, asilo “San Bruno di Colonia”, Complesso bandistico “Città di Serra San Bruno”, fondazione “Betania”, istituto comprensivo “Azaria Tedeschi”, istituto di arte “Fidia”, “New Gymnasium”, Radio Serra, Gruppo Scout Serra1, Gruppo Scout Serra2, “Sogno latino”) hanno deciso di unire le forze e organizzare la prima edizione del Carnevale Serrese.

Il tutto all'insegna di un ritorno alle origini, quando la festa era una festa di tutti, sentita e partecipata, che "faceva divertire grandi e piccini", queste le parole di Maria Rosaria Franzè, Presidente del consiglio Comunale con delega alla Cultura.

Per presentare l'evento il sindaco Tassone ha indetto una conferenza stampa, durante la quale sono state illustrate le idee ed il programma della manifestazione. Ad aprire la conferenza è proprio il primo cittadino serrese che tiene a ringraziare le associazioni culturali e le attività commerciali che hanno partecipato fattivamente alla mesa in piedi della manifestazione.

"Ci tengo a ringraziare personalmente -esordisce il sindaco- tutte le Associazioni per la collaborazione e lo sforzo intenso profuso. Se oggi siamo qui a presentare questo Carnevale il merito e soprattutto loro; saranno loro ad organizzare i carri, a presetarsi vestiti in maschera e soprattutto ad auto-tassarsi per dar vita a questa prima edizione. Sono convinto - continua Tassone - che se anche in futuro continuerà ad esserci questa sinergia, indipendentemente dalla politica, la nostra cittadina potrà raggiungere traguardi ragguardevoli".

A seguito dell'intervento del sindaco arriva quello di Maria Rosaria Franzè, che pone anch'ella, come il sindaco, l'accento sull'enorme impegno che le Associazione hanno elargito e sull'importante contributo dato dalle attività commerciali. "Ci tengo a sottolineare -spiega la Franzè - che la manifestazione nasce dall'impegno di tutti e non grava sulle casse comunali, essendo economicamente sostenuta esclusivamente dall'autofinanziamento degli organizzatori. Spero - continua il Presidente del Consiglio - nella partecipazione di tutta la cittadinanza, così come si faceva  nei carnevali serresi di un tempo che erano molto più partecipati e naturalmente più divertenti".

Salvatore Vellone, rappresentate della Pro Loco Serra San Bruno, si augura che "possa cadere la brutta abitudine, in voga negli ultimi anni, di travestirsi con un semplice passamontagna e bastone in mano, mascherando la propria identità, senza però dar un senso alla maschera ed allo spirito stesso del Carnevale".

Di seguito la locandina con il programma dell'evento.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.