A Vibo si parlerà dei riti della pietà popolare nella Settimana Santa

Tra religione e superstizione, la religiosità popolare è stata vista come espressione pura di fede e devozione o come deviazione dai principi e dai riti ortodossi della religione cattolica.

L'espressione “pietà popolare” ha finito per designare manifestazioni di fede che partono dagli strati più bassi della popolazione e che spesso non trovavano spazio e riconoscimento da parte dell’ortodossia cattolica.,

Proprio "la pietà popolare, con particolare riferimento ai riti della Settimana Santa a Vibo Valentia, sarà al centro di un incontro, in programma per le 18,20 di giovedì 22 marzo, presso la Sala Oscar del Centro di aggregazione sociale, in via Enrico Gagliardi a Vibo Valentia.

L'iniziativa, organizzata sall'associazione "ViboInsieme", in collaborazione con l'Arciconfraternita Maria SS. del Rosario e San Giovanni Battista e con il Centro di aggregazione sociale “Solidarietà ed Amicizia”, si aprirà con i saluti del presidente del Centro, Donatella Fazio e del priore Francesco Colelli.

Il tema al centro dell'incontro, sarà sviluppato da mons. Filippo Ramondino che relazionerà sugli antichi riti e le processioni monteleonesi.

Il dibattito sarà coordinato dal giornalista Michele La Rocca, dirigente dell'associazione ViboInsieme.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.