La Centrale operativa del 118 di Catanzaro ha siglato un protocollo con il Soccorso alpino e speleologico della Calabria. 

La Centrale operativa provinciale del 118 di Catanzaro ha siglato un protocollo con il Soccorso alpino e speleologico della Calabria. 

L'importante accordo, prevede l'interazione tra la Centrale 118 e la struttura del Soccorso Alpino, in particolare con la Stazione di Catanzaro, per tutti gli interventi di carattere sanitario in ambiente montano ed impervio della provincia.

L'intesa è stata sottoscritta dal direttore del 118 di Catanzaro, Antonio Talesa, dal presidente regionale del Soccorso alpino, Luca Franzese e dal responsabile della Stazione Soccorso alpino di Catanzaro, Davide Muranelli.

L'accordo segue quelli già in vigore tra le centrali operative del 118 e il Soccorso alpino nelle province di Cosenza e Reggio Calabria, sinergie che hanno permesso il salvataggio di tante vite in pericolo, sia in montagna che in zone impervie.

Del resto, la legge regionale n. 1 del 2017 prevede il Soccorso alpino quale riferimento esclusivo per il servizio sanitario per il soccorso, recupero e trasporto sanitario in ambiente montano, impervio ed ipogeo anche in Calabria, così come in tutta Italia.

Dunque, da oggi, il numero 118 diventa numero di chiamata per le emergenze ed i soccorsi nella montagna catanzarese, un importante passo in avanti per la sicurezza dei frequentatori dei monti della Sila catanzarese.

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.