Maxi operazione in Calabria, emesse 60 misure cautelari

Si chiama "Terra bruciata", l'operazione condotta a partire dalle prime luci dell'alba di oggi, nelle province di Cosenza e Vibo Valentia, dai carabinieri e dai finanzieri dei Comandi provinciali di Cosenza, con il supporto dei militari del Nucleo cinofili carabinieri di Tito (Pz) e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Vibo Valentia.

Nel corso dell'attività i militari hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare, emessa dal gip presso il Tribunale di Cosenza, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 60 persone, delle quali 57 raggiunte dalla misura dell’obbligo di dimora nel comune di Cosenza e 3 da quella del divieto di dimora presso il medesimo comune.

Contestualmente sono stati sottoposti a sequestro beni mobili ed immobili per oltre 50 mila euro.

Tra le accuse contestate: spaccio di droga, usura ed estorsioni

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.