Lamezia T.: Azione identitaria ricorda Franco Muraca con due striscioni

Lo striscione con il quale Azione identitaria ha ricordato Franco Muraca Lo striscione con il quale Azione identitaria ha ricordato Franco Muraca

I militanti di Azione identitaria hanno voluto ricordare a Lamezia Terme, in occasione del trigesimo, Franco Muraca, il lavoratore tragicamente morto sul luogo di lavoro, attraverso l’affissione di due striscioni, attaccati rispettivamente sul ponte San Rocco del torrente Cantagalli ed all’ingresso principale del Comune di viale Perugini, con su scritto:

 “Franco vive nei nostri cuori” accompagnata da un’immagine fotografica.

Abbiamo voluto ricordare cosi un figlio sfortunato della nostra città - spiegano dal movimento politico - in un modo tanto semplice quanto simbolico, spinti anche dall’indifferenza con la quale i rappresentanti istituzionali, che in questo periodo di vacatio politica occupano ed amministrano il comune di Lamezia Terme, accolsero la tragica scomparsa di Franco, ignorando - continua la nota - la nostra proposta di indire una giornata di lutto cittadino a Lamezia Terme, una negligenza che ha ferito l’animo e la sensibilità di tutta una città ma soprattutto dei familiari del defunto”.

Abbiamo scelto la sede del comune proprio per questo: per affermare che la città di Lamezia Terme vuole e desidera commemorare i suoi figli più sfortunati in un certo modo, cosi come fanno in tutte le altre città colpite da simili tragedie e come è successo recentemente nei comuni di Borgia e Settingiano (dove, per due lavoratori drammaticamente deceduti sul loro luogo di lavoro, i rispettivi sindaci hanno indetto il lutto cittadino per stringersi tutti insieme al dolore delle famiglie con una intera comunità)”.

Rivolgiamo ancora una volta – concludono - le nostre più sentite condoglianze alla famiglia di Franco Muraca, con la promessa che da parte nostra non verrà mai dimenticato”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.