Colpisce un connazionale con un coltello, cittadino romeno finisce in manette

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio e di contrasto della criminalità diffusa, gli agenti delle Volanti di Reggio Calabria hanno operato due arresti e denunciato cinque persone.

In particolare, un primo arresto in flagranza di reato è stato effettuato a carico di un cittadino romeno di 29 anni che, armato di coltello e per futili motivi, aveva aggredito un connazionale colpendolo al volto. Immediato è stato l’intervento del personale della Polizia di Stato che ha disarmato l’uomo, arrestandolo.

I denunciati in stato di libertà per furto in concorso, sono, invece, due uomini e tre donne.

I cinque, un italiano e quattro romeni, sono stati sorpresi a danneggiare un raccoglitore di indumenti usati destinati ai bisognosi.

Intervenuti in seguito ad una segnalazione al 113, i poliziotti hanno individuato e bloccato i cinque.

Nell’auto utilizzata dai malfattori per gli spostamenti, gli agenti hanno rinvenuto due buste in plastica con indumenti usati.

Infine, gli uomini della Questura di Reggio Calabria hanno arrestato il presunto autore di una rapina, compiuta un mese fa ai danni di un anziano.

La vittima, lo scorso mese di luglio, era stata privata di una collana in oro dopo essere stata aggredita, colpita al volto e morsa ad una mano da uno sconosciuto, allontanatosi a bordo di un’auto.

In seguito all'attività investigativa espletata, i poliziotti hanno identificato il presunto rapinatore in un 26enne, già noto alle forze dell'ordine.

Il giovane è stato, pertanto, raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.