I veri migranti e i finti benefattori

Ma sì, oggi sto dalla parte dei migranti. Seguitemi bene, e capirete perché.

I migranti (usiamo questo abusato termine), quale che sia il titolo per cui stanno in Italia, ricevono 35,00 € pro capite pro die, ovvero per ciascuno ogni giorno.
35 euro sono circa 70.000 delle fu lire.

Di questi 35 euro, 2,5 vanno in tasca al migrante, o dovrebbero andare; ne restano 32,5.

Dove vanno a finire, questi euro 32,5? Vanno alla coop X, o roba del genere. Questa coop X, se ospita, diciamo, trenta migranti, incassa poco meno di 1.000 euro al giorno.

Orbene, la pasta, comprata sfusa, costa circa 0,40 mezzo chilo, con cui mangiano un primo abbondante da tre a quattro persone. Ovvio che la coop non compra sfuso, quindi spunta un prezzo molto più basso.

Il sugo di pomodoro o altro condimento per trenta persone, costerà, diciamo, tre euro in tutto.

Un secondo di carne o pesce, con contorno, costerà, se proprio vogliamo scialare, 5 euro.

Il gas per cucinare il tutto, va calcolato per trenta, e non per ogni singola persona. Lo stesso per la luce elettrica. Sono comunque cifre modeste.

Contiamo anche i piatti e le posate di plastica, comprati a quintali a costo irrisorio.

Restano eventuale fitto e condominio dello stabile; e lavaggio di indumenti e lenzuola.

Insomma, nel caso peggiore, la coop spende la metà di 32,5, cioè 16 euro e rotti. Dove vanno a finire, gli altri 16?

Andiamo avanti. Quando la Magistratura di Catanzaro ha, finalmente, stroncato gli affari loschi di parroco e benefattore e mafia di Isola, è stato dichiarato che il cibo fornito ai migranti era da “maiali”.

Ebbene, mi chiedo:

- Le ASP e autorità sanitarie in genere effettuano controlli sull’igiene degli alloggi e dei cibi?

- Le autorità in genere controllano la qualità dei cibi e della vita in genere?

- Le autorità finanziarie spulciano le cifre di cui sopra, per appurare dove finiscono i soldi?

- Qualcuno va a vedere se i benefattori, niente niente, s’ingrassano sopra?

Insomma, io, se proprio devo scegliere tra i migranti e certi benefattori, io sto con i migranti sfruttati da certi benefattori.

Ci sono anche i benefattori veri, però vanno lo stesso controllati.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.