Agguato mafioso a Pesaro, calabrese crivellato con 30 colpi di pistola

Agguato 'ndranghetistico a Pesaro, dove un calabrese, Marcello Bruzzese, di 51 anni, è stato ucciso nel pomeriggio di ieri.

L'uomo, che si trovava nella città marchigiana perché sottoposto ad un programma di protezione, in quanto fratello di un collaboratore di giustizia, è stato colpito da due sicari che hanno agito a volto coperto.

La vittima stava parcheggiano l'auto in garage, quando è stata crivellata con 30 colpi di pistola. 

Gli inquirenti battono la pista mafiosa, tanto più che Bruzzese era già scampato ad un agguato nel quale, nel 1995, a Rizziconi, in provincia di Reggio Calabria, avevano trovato la morte il padre Domenico e un cognato.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.