Trebisacce, finanziato il ripristino del centro sportivo

Il centro polisportivo di Trebisacce Il centro polisportivo di Trebisacce

Il centro sportivo polivalente sito in località “Canale della Porta”, realizzato nell’ambito del progetto Io Gioco legale, e reso inutilizzabile a causa di alcuni atti vandalici ed eventi climatici, tornerà presto a disposizione dei cittadini di Trebisacce e di tutto il territorio.

Nel 2016, la struttura, prossima all’inaugurazione è stata danneggiata da alcuni vandali che hanno praticato lunghi tagli e squarci sulla tensostruttura, oltre a rompere serramenti e finestre e a danneggiare l’impianto idraulico.

Pochi giorni dopo, forti raffiche di vento hanno causato, agevolate dei danni posti in essere precedentemente, la distruzione dell’impianto facendo saltare l’intera copertura.

Il Ministero dell’Interno, attraverso la segreteria Tecnica amministrativa della Gestioni fondi europei e Pon ha comunicato al Comune di Trebisacce uno stanziamento pari a oltre 131 mila euro, a cui si aggiungerà un contribuito comunale di circa 20 mila euro.

Il finanziamento sara destinato ad un intervento finalizzato a rendere nuovamente fruibile uno spazio dedicato agli sportivi e a tutti gli appassionati di fitness.

“È stata una dura battaglia – ha dichiarato il sindaco Franco Mundo - fatta di infiniti incontri e di una serrata trattativa, ma facendo valere le ragioni del nostro territorio siamo riusciti a portare a casa un risultato importante, che aggiunge una nuova gemma alla corona di eccellenze impiantistiche sportive di cui Trebisacce si sta dotando. Il Ministero dell’Interno dopo un lungo confronto e una forte interlocuzione ha finanziato il ripristino del polivalente , costruito inizialmente nell’ambito del progetto 'Io gioco legale'. A breve avvieremo la gara di appalto, con la speranza che i vandali, stavolta non vadano a danneggiare ciò che appartiene a tutta la comunità. Ovviamente installeremo tutte le misure necessarie ad un attento monitoraggio e controllo della struttura, compreso anche un impianto di illuminazione adeguato”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.