Controlli dei carabinieri, tre arresti e nove denunce

Tre persone arrestate e nove denunciate. Questo il bilancio di un servizio di controllo del territorio condotto dalle Compagnie di Gioia Tauro, Taurianova e Palmi.

In particolare, durante un intervento finalizzato a sedare una rissa, i militari della Tenenza di Rosarno hanno arrestato in flagranza di reato, Benjamin Fosu, 36enne del Ghana.

L'uomo, ancorché destinatario di un provvedimento d'espulsione dal territorio nazionale per resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, durante la rissa avrebbe, dapprima, cercato di colpire con bottiglie di vetro i militari, salvo poi aggredirli con un coltello.

Una volta disarmato e bloccato Fosu è stato arrestato e posto ai domiciliari.

Non contento, pochi giorni dopo è stato arrestato nuovamente, per evasione, perché trovato in un bar di Rosarno.

A San Ferdinando, invece, i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato in flagranza di reato per danneggiamento aggravato Daouda Sylla, 30enne del Mali, domiciliato presso la locale tendopoli, sorpreso a danneggiare con una tronchese i fili elettrici di alcune slot-machines.

I carabinieri della Stazione di Melicuccà hanno arrestato in flagranza di reato per tentato furto aggravato, Francesco Olivieri, 65enne di Seminara, trovato a tagliare legname in un terreno demaniale.

A Gioia Tauro, gli uomini dell'Arma della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà, B.M., 20enne, bulgaro, poiché responsabile di uso di atto falso, in quanto fermato mentre era alla guida di un Fiat Ducato con contrassegno assicurativo di nazionalità bulgara palesemente falso.

Quattro persone (N.E., 32enne, N.F., 64enne, C.C., 62enne, N.V., 29enne, N.R., 27enne), invece, sono state denunciate a San Martino di Taurianova, perchè durante un controllo effettuato dai carabinieri della locale Stazione e da personale dell'Ufficio tecnico del Comune di Taurianova, sono state trovate intente a prelevare acqua per le rispettive abitazioni mediante allacci abusivi alla condotta pubblica comunale.

Infine, a Delianuova, i carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà P.G. 73enne, S.F. 77enne e B.F. 56enne, per attività di gestione di rifiuti non autorizzata, poiché ritenuti responsabili di aver smaltito rifiuti speciali ferrosi in un terreno di loro proprietà senza alcuna autorizzazione. 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.