Maxi sequestro di cocaina al porto di Gioia Tauro, valeva oltre 23 milioni di euro

Un carico di cocaina purissima è stato intercettato nel porto di Gioia Tauro, dagli uomini della Guardia di finanza e dell'Agenzia delle dogane.

Lo stupefacente,  per un peso complessivo di oltre 115 chilogrammi, è stato individuato in un container che trasportava bobine di carta proveniente da San Antonio (Cile) e che, dopo aver effettuato uno scalo a Rodman (Panama), era diretto a Livorno.

In particolare, durante l'attività di controllo sono stati rinvenuti tre borsoni al cui interno erano stati stipati 100 panetti di cocaina.

Nelle mani della criminalità, la droga, che avrebbe potuto essere tagliata anche fino a 4 volte prima di essere immessa sul mercato, avrebbe fruttato ben 23 milioni di euro.

Quest’ultimo sequestro di cocaina, conferma il ruolo dello scalo calabrese quale “hub” di particolare interesse per i “traffici” della ‘ndrangheta.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.