"Vacanze Ja Sutta" l'avventura continua...

Continua il viavai di ospitate, interviste tv e radiofoniche a Rocky Alvarez, regista di origini calabresi trapiantato da tempo a Rozzano e autore di "Vacanze Ja Sutta", trailer-cortometraggio scritto con la collaborazione di Genni Meola e Fabrizio Maddalena.

Il film, che sta regalando soddisfazione ed emozioni a lui e all'intero cast di attori che lo ha interpretato, ha partecipato a diversi eventi nazionali e internazionali, tra i quali: "Cefalù Film Festival 2018", il "Mediterranean Film Festival - MEDFF 2018", il "David di Donatello 2019".

Fra i premi conseguiti: il secondo posto all'"Azzurra Film Fest 2018" di Oppido Mamertina" (RC) e la statuetta conseguita come Miglior "Cortometraggio Drammatico Internazionale", celebrato, davanti a una gremita platea, lo scorso 21 Ottobre a New York presso il “Cutting Room", che ha ospitato il tradizionale "Cutting Room International Short Film Festival - CRISFF" organizzato dall'attrice, autrice e regista Kathrine Miccio (fra i suoi tanti lavori citiamo la serie tv "I Soprano").

Un cast ricco, a partire da Paola Lavini, Peppe Fumo, Paolo Turrà, Salvatore Di Natale, Nino Sgró, Didì Alvarez che ha dato vita a una sceneggiatura "sentita".

A partire dai ricordi dell’infanzia, veri protagonisti del cortometraggio: le vacanze che lo stesso Rocky Alvarez ha trascorso nel suo sud, a Sinopoli (Rc), che come molti bambini emigrati al nord per questioni lavorative dei genitori ha dovuto purtroppo lasciare.

Interessante è la scelta dell’attore-regista di girare le scene nei luoghi prettamente “suoi”, custoditi nei suoi ricordi di bimbo che trascorreva le giornate con i nonni, zii, cugini percorrendo le strade di Sinopoli dense di profumo, di una genuinità tipica delle persone del sud, ancorate alle tradizioni e ai valori.

Rocky affida alla sceneggiatura tutti i suoi ricordi a partire dai suoni, colori, immagini e odori tipici di una terra estremamente ricca di meraviglie.

Le espressioni vernacolari ancora presenti nella sceneggiatura fanno rivivere i profumi degli alberi, delle persone e dei familiari, straordinariamente vivi nella mente del regista.

Tripudio di arte e ricordi girato prevalentemente in dialetto reggino, così da conservare la tradizione del vernacolo ma anche caratterizzare meglio gli aspetti tipici di una cultura carica di emozioni.

Forti, sono dunque, le emozioni che la bravissima attrice Paola Lavini e i bravissimi attori Peppe Fumo, Paolo Turrà, Salvatore Di Natale, Nino Sgrò e Didì Alvarez regalano attraverso la loro interpretazione.

Il tutto accompagnato dalle suggestive musiche di Luciano D'Addetta, Pino Lentini e dalla meravigliosa Colonna Sonora "Solo Noi" di Toto Cotugno.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.