Accadde oggi, 12 febbraio 1944: oltre 4 mila italiani muoiono nel naufragio del piroscafo Oria

Il piroscafo Oria Il piroscafo Oria

Il 12 febbraio 1944 il piroscafo norvegese Oria, in viaggio da Rodi al Pireo, con a bordo oltre 4000 italiani prigionieri di guerra dei tedeschi, affonda nei pressi di Capo Sunio, con loro anche novanta soldati tedeschi.

I soccorsi riescono a salvare solo quarantanove persone.

Si tratta di uno dei maggiori disastri navali della storia dell'umanità, il più grave mai registrato nel Mediterraneo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.