Marijuana e materiale esplodente, fruttivendolo in manette

La marijuana rinvenuta dai carabinieri a Roccella Jonica La marijuana rinvenuta dai carabinieri a Roccella Jonica

I carabinieri delle Stazioni di Roccella Jonica e Caulonia Marina e dei Cacciatori di Calabria, hanno arrestato Antonio Cursaro, di 30 anni, fruttivendolo di Roccella, accusato di detenzione di materiale esplodente e sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell'uomo, i militari hanno rinvenuto, in un sottoscala, due detonatori a miccia, mentre in un vano chiuso con un lucchetto in prossimità della porta di ingresso sono stati trovati 40 involucri ed una busta in cellophane con all’interno circa 600 grammi di marijuana.

Durante la perquisizione è stata rilevata, inoltre, un’anomalia all’impianto elettrico ed i successivi accertamenti hanno permesso di riscontrare la presenza di un collegamento abusivo alla rete elettrica.

Il trentenne, pertanto, è stato posto agli arresti domiciliari.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.